NE ARRIVA UN ALTRO. SOLITO TRATTAMENTO

Oggi ne è arrivato uno nuovo. Un piccolo praticante dal ciuffo rado, che si muove nervosamente. Probabilmente è arrivato qualche giorno fa, ma solo oggi si fa vedere per i corridoi. Prende il caffè del mattino, ostendando una certa sicurezza e non s’avvede che si è già macchiato l’abitino acquistato di fresco. Indossano i gessati già a 23 anni, ma all’inizio non mettono mai la testa fuori dal guscio tanto facilmente. Sono impauriti. Meglio, riverenti. Quasi timorosi. Bonelli, Allen, Chiomenti, Erede, Freshfields, Segni, Overy, Grippo, Lombardi, Pedersoli, ecc. Il Gotha del diritto. I nomi altisonanti. I migliori (a parte quelli morti, ovviamente). Ti hanno selezionato, ti hanno dato una possibilità, ti hanno accolto tra le loro amorevoli chiappe, brutto pezzo di un praticante. Per cui fai bene a ringraziare e tenerti stretto quel nodo di cravatta.

E’ andato a chiedere se può essere utile per qualche lavoro. Ci si guarda divertiti e si scommette su quanto durerà questo entusiasmo. Il più ottimista gioca tre mesi. Ama il rischio.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;NE ARRIVA UN ALTRO. SOLITO TRATTAMENTO

  1. Ho fatto pratica forense in uno studio legale di Roma, andavo a studio con jeans sdruciti, capelli lunghi, barba incolta, al posto della borsa di cuoio uno zaino invicta.Al dominus non è fregato mai niente Facevo tutto io.
    Andavo in Tribunale allo stesso modo… Chiaramente cambivo jeans (anche la biancheria intima tutti i giorni). Una volta un giudice mi disse che l’abbigliamento non era consono all’ambiante!
    Ma ambiente di che… Ho scritto delle difese per dei clienti del mio Dominus… quante fregnacce!!! Il bello è che la spuntavo sempre!
    Un giorno mi sono rotto le palle e li ho mandati tutti a cagare!!!
    Pace e bene!
    Roberto

  2. Il fatto è, caro Roberto,che bisogna avere un poco di decoro, specie quanto si frequentano certi ambienti,
    poi uno al difuori di determinati ambienti può andare come vuole.

  3. Il Tribunale è un ambiente “sacro” pertanto non si può violare la sua sacralità.
    Comunque se sei bravo sei bravo, non c’è vestito che tenga.
    Ciao
    Avv. De angelis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...