IL TARLO

Quello Nuovo ha fatto un errore. Ha lavorato su una versione superata del documento ed ora il documento è stato inviato a controparte. Chiaramente nessuno si chiede perché il documento è stato inviato senza essere controllato o come sia potuto succedere che il praticante avesse una versione non aggiornata. L’importante è che si abbia un responsabile. E un praticante, in questo caso, è manna dal cielo. Quello Nuovo ha appena compiuto 24 anni, si è laureato con 110 e lode, parla inglese, francese e uno spagnolo di sopravvivenza imparato in Erasmus. E’ qui da neanche un mese ma ha già lavorato come se i mesi fossero quattro. Guadagna intorno ai 1.500/2.000 Euro lordi e credo che ogni tanto pianga. E’ stato, come si dice in gergo tecnico, pesantemente cazziato. Errori di questo tipo non sono permessi, il cliente si aspetta da noi qualità, precisione, puntualità, non è possibile che abbiano luogo certi incidenti, ognuno è responsabile dei propri errori, questa non è l’università, questo è il mondo del lavoro, siamo uno studio rinomato, un nome importante, insomma siamo professionisti. Quello nuovo ascolta mortificato. Ci sono domande che si propongono nell’emisfero sinistro del suo cervello. “Perché nessuno mi spiega niente?” “Perché sono impiegato soprattutto a fare fotocopie e lavori da segretaria nonostante una laurea?” “Perché ogni giorno devo rimanere in studio fino alle 22.00?” “Perché si parla di professionalità quando sono due settimane che salto il pranzo?” “Perché mi sembra di essere precipitato all’inferno?”. Le domande risuonano, ma lui non le sente, non ancora, non è pronto. La fase è quella del devo-impegnarmi-di-più-per-diventare-bravo-come-loro. Ma io ne ho viste abbastanza ormai e so che certi tarli non possono essere messi a tacere a lungo. Presto i suoi occhi si faranno più sottili, quel sorriso da ebete in vacanza si muterà in una smorfia di consapevolezza e un velo di insensibilità si stenderà sul suo apparato sentimentale. E, in fin dei conti, a guardare bene mi pare abbia già perso qualche capello.

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;IL TARLO

  1. beh io quei soldi li prendo per fare l’ingegnere…se avete bisogno di uno che faccia le fotocopie in ufficio…io so anche il greco oltre al latino…e se serve riparo la fotocopiatrice…se quello è l’inferno…attendo fiducioso
    Saluti
    Francesco

  2. Basta dire cattiverie inutili sulle segretarie! Noi siamo spesso laureate (anche in “quello” studio”) e se solo aveste vogli di distinguere le lavative dalle motivate e responsabili scoprireste che avete sempre sottovalutato professionalità importanti che, diciamolo, prima o poi qualcuno vi porterà via!!! Per la cronaca, sono segretaria in uno di questi studi e se non sto attenta a criptare il mio cv su Monster ricevo una media di 2 calls di selezionatori a settimana. Meditate gente, meditate.

  3. A me non hanno mai chiesto di fare ****+++, mi sono limitata a stringere le mani di altezze reali in un altro contesto dove lavoravo anni fa… forse li chiedono a certe cesse che si vedono girare in studio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...