16 LUGLIO

Ho preso il sacchetto di carta e sono uscito intorno alle 13.15 dalla stanza, lasciando la giacca ben sistemata sulla sedia, telefonino e blackberry. “Ci vediamo più tardi” ho bofonchiato al mio compagno di stanza, che ha mugulato “ha-ha”, continuando a picchiettare sulla tastiera senza alzare lo sguardo. Sono passato dal cucinino, ho preso dal frigo il pacchetto avvolto in un sacchetto di plastica depositato la mattina e, scendendo per le scale di servizio, sono uscito. Sovrastato non tanto dal soffocante sole estivo che percuote Milano, quanto dalla massa impersonale stanziata per le strade del centro, tra cravatte e tailleurini, ragazzette e giapponesi, allungo il passo. Cammino con gli occhi a terra, schivando i passanti nell’attimo esatto in cui le loro gambe sconfinano all’interno del mio campo visivo. Ben presto, facendomi largo tra stradine poco frequentate, guadagno porzioni di territorio meno affollate e rallento il passo, costringendomi ad una velocità che ogni parte di me riconosce come estranea. Giro l’ultimo angolo e davanti a me si schiera la lunga cancellata che circonda i giardini di via Palestro. Costeggio la zona fino all’entrata a sud-ovest che varco col piglio di un adolescente. “Mi sporcherò di sabbia le scarpe”, penso, “E chi se ne importa?” aggiungo. Cammino sui ciottoli e cerco di adocchiare una panchina vuota che abbia almeno un angolo in ombra. Il parco brulica di una confusione ben differente da quella abbandonata poco fa. I bambini in bicicletta, i ragazzi sdraiati al sole, le studentesse coi libri, gli anziani col bastone. Mi siedo. Rimango immobile. Mi guardo in giro, arrotolo le maniche della camicia e prendo un respiro.

Raccolgo il pacchettino di carta. Lo apro lentamente e tiro fuori il panino. Una pagnottella con salame felino che stamattina ho preparato prima di uscire di casa. Lo mangio con gusto, forse troppo in fretta perché mi trovo nel giro di un paio di minuti a guardare le briciole cadute e le mani vuote. Bevo un sorso d’acqua. Attendo un attimo per debita aspettativa e poi estraggo l’altro panino, uguale al primo, altrettanto gustoso. Lo mangio lentamente e, nel mentre, spazio con gli occhi tutt’intorno seguendo i piccioni, le biciclette, le anatre. Deglutito l’ultimo boccone, appoggio completamente la schiena allo schienale e resto fermo guardando in alto. C’è stato un tempo placido in cui ho creduto di poter frenare il turbinio delle smanie, delle rincorse, un tempo che ho perduto e che ho rinunciato a cercare, un tempo, tuttavia, che qui, in questo momento, non sento lontano. E’ il momento di aprire l’ultimo pacchetto. Afferro l’involucro di plastica ed estraggo un grosso pezzo di crostata alle ciliegie, comprato stamani venendo al lavoro. Ora non è permesso culto della lentezza o meticoloso assaporare. Di fronte alla crostata di ciliegie non è dato che farsi bestie e mangiare di conseguenza. Così procedo.

… Eccellente. Mi sento appagato. Bevo un altro sorso d’acqua e distendo le gambe. Sbadiglio. Da lontano mi arrivano alcune deboli grida seguite da un pallone che si ferma a pochi metri da me. Mi alzo con disinvoltura e faccio decollare un perfetto pallonetto in direzione dei ragazzini. “Grazie signore”. Mentre sorrido con spontaneità, guardo l’ora. Le 14.32. E’ l’ora di rientrare. Inspiro aria a pieni polmoni prima di alzarmi dalla panchina ed espiro. “Buon compleanno Duchesne” bisbiglio tra me e me e, lievemente, continuando a guardare in alto, comincio a fischiettare Moonlight Serenade.

Annunci

28 Pensieri su &Idquo;16 LUGLIO

  1. they say it’s your birthday , it’s my birthday to yeah ……yes I’m going toa a party party , yes I’m goinng to a party party …..I would like you to dance ….

    Lennon McCartney ‘
    Auguri

  2. uh, auguri.
    sei bravo tu però, che in mezzo al caos del lavoro, delle persone aliene che siamo costretti a frequentare….riesci a ritagliarti un momento…qualche minuto al parco,qualche riga sul blog per far uscire i pensieri…

  3. immagino sia il tuo compleanno..non ho letto tutto il post…
    forse le prime righe…
    molto bello il modo di scrivere..
    ciò che passa per la testa…
    ti invidio..perchè vivi in una grande città…
    sicuramente affollata di esseri umani ma per lo meno non ti conoscono tutti….
    puoi vagare per la città anke alle tre di notte………non so se mi spiego…..
    un bacio

  4. Ieri sera ho solo visto il tuo profilo ed ho scoperto che era il tuo compleanno, questa mattina prima di iniziare con i miei soliti impegni giornalieri sono finalmente riuscita a leggere il tuo post, scrivi molto bene, complimenti, e di nuovo buon compleanno.
    Un abbraccio Lucia

  5. ciao,
    mi dispiace per l’inconveniente, ma come avevo scritto, il post mi era stato inviato via mail, non potevo conoscere la fonte.
    Ho rimediato.

  6. una crostata ci ciliegie mangiata al parco è esattamente come vorrei festeggiare il mio, tra un paio di mesi. Auguri anche da parte mia. E’ sempre un piacere farti visita

  7. Un piacere mio ricevere le vostre visite.

    P.s.=dottorTroy, non preoccuparti, mi ero reso conto di aver utilizzato un tono che poteva essere fraintendibile.

  8. Ciao, mi auguro che oltre alla crostata da solo ai giardini pubblici di via palestro ci sia stato qualche festeggiamento serale, magari una birra con amici o quantomeno un paio di telefonate che in una giornata del genere dovrebbero far piacere. Altrimenti occorrono seri provvedimenti.
    Buona giornata,
    Seps

  9. Attento! Con la descrizione del percorso per arrivare al parco rischi di farti scoprire. Io ho già una certa idea…. E.T.

  10. Beh, auguri di cuore anche da parte mia, anche se arrivano con qualche giorno di ritardo…
    Anche io ho festeggiato il 16 luglio: erano 11 anni esatti che mi sono laureata!! Averlo saputo prima, avremmo potuto brindare insieme ai giardini di via Palestro! Magari l’anno prossimo… ;o)
    Buona giornata

    Pusi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...