LA VENDETTA E’ UN PIATTO CHE VA SERVITO FREDDO. POSSIBILMENTE DA UN CINESE. ALLE 22.00. SULLA SCRIVANIA.

– “Pronto?”
– “Alfredo. Sono Duchesne.”
– “Duchesne…!? Ehi… Duchesne… beh, questa sì che non me l’aspettavo.”
– “Come va?”
– “Ma, insomma, abbastanza bene. Ma tu? Come stai?”
– “Tutto a posto. Senti, vado di fretta, ti prendo giusto un minuto. Come va la ricerca dello studio? Ce l’hai fatta?”
– “Macchè, macchè. Tutto fermo. Sembra tutto precluso. E più passano i mesi, più è difficile. Alla mia età sembro già vecchio, il salto verso il grande studio pare impossibile.”
– “Proprio per questo ti chiamo. Guarda, qui in studio stanno cercando. Con urgenza. Corporate, 6/7 anni di esperienza legale, ottima formazione accademica. Pensavo, mi mandi un curriculum e poi ci penso io a girarlo alla persona giusta. Non ti assicuro niente, però fai il colloquio e vedi.”
– “Lì da te?”
– “E dove sennò? Insomma, se ti va.”
– “Cazzo. Sarebbe una cosa… cioè… sarebbe proprio una figata.”
– “E allora domani mandami il curriculum che ci penso io.”
– “Ma te lo mando già stasera.”
– “Ancora meglio. La mail ce l’hai?”
– “Nome punto cognome?”
– “Esatto.”
– “Cazzo, Duchesne, io… io ti ringrazio, non so… non so davvero cosa dire.”
– “Lascia stare.”
– “No, davvero. Insomma, io, te lo dico sinceramente, pensavo di… come dire… di starti sul cazzo, ecco.”
– “Ma che dici?”
– “Ma sì dai, quella faccenda di Annalisa. Non sono stato esattamente…”
– “No, non parliamo di quella storia. Se stiamo a rivangare tutto non se ne uscirà mai. Ora ti lascio, però. Ho una call.”
– “Io ti mando il curriculum.”
– “Perfetto.”
– “Oh, Duchesne… grazie.”
– “Figurati. A presto.”

Mentre appoggio la cornetta, mi arriva la voce di Xxxxx Xxxxxxx, il partner che stamattina mi ha detto: “Duchesne, se conosci qualcuno che sta cercando uno studio, segnalamelo. Ne abbiamo bisogno con urgenza. Paolo ci lascia settimana prossima”. Lo sento, nella stanza a fianco alla mia, che si rivolge a Quello Nuovo, gridandogli:

– “Non me ne frega un – perdonami – cazzo di quello che pensi tu. Voglio dottrina. DOT-TRI-NA.”

Quest’uomo non è prepotente o arrogante. Quest’uomo è semplicemente cattivo. Paolo, il suo ultimo collaboratore, ci lascerà settimana prossima. E’ riuscito a resistere 5 mesi. Poi è crollato.
Credo sia giunto il momento di dargli un nuovo collaboratore.

Annunci

36 Pensieri su &Idquo;LA VENDETTA E’ UN PIATTO CHE VA SERVITO FREDDO. POSSIBILMENTE DA UN CINESE. ALLE 22.00. SULLA SCRIVANIA.

  1. Addirittura a questo arrivi Duch?!
    Speriamo solo che quella Annalisa valesse la pena…
    Com’erano gli involtini primavera?
    Seps

  2. “Cattivo” perchè non si sente di equiparare le teorie di Paolo ad articoli di consolidata dottrina? Allora anche io sono cattivo.

  3. Ma porc….! Allora non te lo mando più il CV!!! 😉

    Mi stai facendo sentire in colpa: io ho appena girato a nome.cognome@…. il curriculum di una mia amica, ma non volevo fare una carognata!

    BRILLOGALLO

  4. No Duch no, “Quello Nuovo no”, dai, non lo far morire, mi ci ero affezionato… La telefonata alla (ormai ex) verso la fine della riunione, con la pizza al radicchio a centro tavola…

    Dai fai come nelle telenovele che la gente ricompare dopo un po’ che si pensava fosse morta ma invece non era così…

    Anonimo 22

  5. M’inchino dinanzi a tale dimostrazione artistica: non c’è che dire, la massima soddisfazione viene dai più piccoli “imprevisti” risvolti di un favore personale alla persona che te lo supplica ;)…

  6. Grazie Duca.
    Per i prigionieri degli studi linkati a margine il tuo blog è davvero una boccata di ossigeno.
    Grazie davvero.

  7. non è poi una così gran carognata: non ha detto lo sciagurato che tutto è precluso, che non riesce ad entrare negli studi illegali? beh, ora ha la possibilità di entrarci e se poi scapperà (tutto da vedere, no?), sarà comunque più “nel giro” di quanto non sembri esserlo ora.

  8. Sono d’accordo con anonimo 23, alla fine sono sempre, a occhio e croce, 60000 euro lordi no? Immagino dei sei/sette anni gliene riconoscano cinque, sempre a occhio, e un quinto livello dello studio illegale di duch dovrebbe prendere tanto, ari-a-occhio…

    Duch, a proposito, premesso che sei tu ovviamente a decidere… però un postino ispirato agli spin-off di questi giorni non ci starebbe poi mica male (ce l’avevano fatto a torroncino che loro erano questo ed erano quello, con le foto col gomito poggiato sulla colonna pubblicate pure su Chi…)

    Un devotissimo e avidissimo lettore compulsivo di questo blog

  9. Ricordo una scena esilarante simile a quella sulla “dottrina”. Tuttavia quella volta il socio in questione fu un tantino più arrogante… rivolgendosi oltre tutto ad un associate.
    Il dialogo fu esattamente questo
    (perdona il turpiloquio, Duca, ma le parole erano quelle):

    Socio:… allora? cosa rispondiamo al cliente?
    Associate: ma veramente secondo la dottrina lui non…
    Socio: non me ne frega un cazzo della tua dottrina della minchia!! hai capito? Il cliente vuole risposte, non dottrina!!
    Associate: si, però allora sarebbe meglio, forse, fare un parere al cliente così da mettere in luce le eventuali issues dell’operazione e, soprattutto, evidenziare le opinioni contrastanti in materia…
    Socio: Ma cosa stai dicendo??? Cosa stai dicendo???Ma sai cosa ci fa Tizio col tuo parere?? eh? Lo sai?? Ci si pulisce il culo!!!!
    ***
    Quello è stato un giorno memorabile per me… l’associate in questione è una persona davvero difficile da mandare giù… e quella volta si è preso tanta di quella carne dal socio che neanche il macello comunale!!!

  10. io il mio studio illegale l’ho mandato a cagare dopo un anno di insulti e di bestialità ed ora sono libero ed ogni mattina quando mi sveglio provo una sensazione di estrema leggerezza e non bestemmio più e mi sembra strano riuscire a cenare a casa alle 20.00 e non quando “porta a porta” o “matrix” iniziano o terminano oppure seduto davanti al monitor sino all’una di notte… ma davvero ora che tutto è finito e che ritorno a vivere e lavorare in modo professionale ma umano e con le stesse soddisfazioni economiche credo che lavorare come e dove ho lavorato sia per chiunque non una vendetta da augurare ma una crudele tortura da infliggere ai propri nemici

  11. Duchesne, non capisco tutto questo astio e (finto) moralismo. Insomma, hai preso due piccioni con la vclassica fava. Il partner sarà contento da avere un altro essere umano il cui ego e self estime sarà ridotto ad un verme secco, ma il tuo amico, però, potrà pagare l’affitto (piangendo).
    E con Annalisa, come ci regoliamo? In fondo non basta l’iniziativa di uno solo a fare una coppia…..

    Baci baci

  12. Sono d’accordo con il numero 23. In fin dei conti se tu sei lì a lavorare vuol dire che ti piace…quindi non è una gran vendetta …

    ISJ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...