C’È SEMPRE SOTTO QUALCOSA

Qui in drafting session, il tempo scorre lento.

Sto legando molto con un avvocato romano, advisor delle banche. Grasso, sempre paonazzo, con un grosso tatuaggio sull’avambraccio. Se si scalda, balbetta. Qualche volta lo prendo in giro.

– “Ehi, Co-co-co-consob, come stiamo?”
– “Va-va-va-ffanculo”, risponde lui.

Poi mi scaglia una pacca fortissima sulla spalla e mi dice grande Duchesne, senza mai balbettare. Scendiamo di un piano, gli offro il caffé alla macchinetta e lo ascolto. È un appassionato di complottistica e teorie strane. Sa tutto di massoneria, colpi di stato orchestrati ad arte, occultismo, autopsie di alieni. Quando attacca a parlare non lo si può fermare. Sull’11 settembre, neanche a dirlo, fiocca di ipotesi. Dice che c’è pure un fumetto di Topolino che aveva già tutto in nuce.

– “Tutto cosa?”, lo provoco io, “su, su, non dire cazzate”.
– “Cazzate? A-a-a-ltro che cazzate. Disney era una massone, lo sanno tutti. Co-co-con i suoi film, i fumetti e tutto il resto non faceva che fa-fa-fare passare messaggi in codice.”
– “Adesso non mi tirerai mica fuori la solita storia di Bianca e Bernie e la donna con le tette di fuori.”
– “Bianca e Bernie, bravissi-si-si-mo. Ma fo-fo-fosse solo quello. Per dire, hai mai notato che To-to-topolino è uguale a Minnie? To-to-togli sopracciglia e abiti, e sono proprio u-u-u-guali. E pure Paperino con Paperina, Trudy con Gambadilegno. È come se la Disney veicolasse un messaggio ra-ra-razzista, mogli e buoi dei paesi tuoi.”
– “Ah. Ecco.”

Ho pensato agli investitori italiani. Questo è l’uomo che sta curando i loro interessi. Poi uno dice che manca la fiducia nella ripresa dei mercati.

Annunci

300 Pensieri su &Idquo;C’È SEMPRE SOTTO QUALCOSA

  1. tana Duchesne…non ho ancora letto, ma ho già postato…evidentemente non sto molto bene
    _______
    FQN

  2. Carissimi,
    ho la sensazione che Duch non abbia rilasciato nessuna intervista ad Italia Oggi.

  3. in ogni caso, Trudy e Gamba non sono uguali. Diciamo che c’è una forte somiglianza.
    E’ l’advisor che travisa o sono le sue fonti a non essere attendibili?
    Nel dubbio tengo il soldi sotto il materasso e guardo un sacco di cartoline di Cuba…
    _____________
    FQN

  4. No, no, ha ragione. Sono uguali, cambia il colore della pelle, Trudy è più chiara. E perchè Pluto sta al guinzaglio e Pippo no?

  5. Ma com’è possibile che Paperino e Paperina abbiano una relazione sentimentale e siano entrambi nipoti di Zio Paperone?

    E dove sono i genitori di Qui, Quo e Qua (nipoti di Paperino)?

    In che rapporti di parentela sono Zio Paperone e Nonna Papera?

    Come fa Zio Paperone a nuotare tra montagne solide di monete?

  6. Oddio quanta triste consapevolezza nelle parole del Duc, che pesano come macigni. Altro che ripresa dei mercati..
    Stanotte ho fatto un sogno premonitore: compravo io l’Alitalia, mi sono svegliata (giustamente) sconvolta. Duc, che vuol dire cio? AIUTO!!
    Baci
    Carlà

  7. @Duc essendo coatta, posso dire che secondo me i romai adorano l’idea di segreti, complotti e dietrologie: le cose non sono mai come sembrano (c’è del marcio in Danimarca, mio caro). Mi sembra solo strano che il tatuato non ti abbia menzionato la CIA. Di solito questi tipi la vedono anche mimetizzata da sedile del cinema.
    Bacio
    Carlà

  8. stavolta anche i primi commenti sono e saranno della castà
    gli anonimi non illegali che appaiono come i funghi tra i primi commentatori dei post notturni/mattutini sono già a casina a cucinarsi le uova

  9. Ma perchè ve la prendete tanto con i commentatori anonimi…? Almeno in questo spazio, teniamoci un briciolo di libertà, senza creare un’altra inutile barriera tra commentatori vecchi e nuovi/anonimi e non! E’ semplicemente un piacere comune poter partecipare a questo blog che ci riflette tutti (parlo di noi illegali) come uno specchio! Ed è bello ridere tutti insieme di quello che vediamo, no? Grazie Duch.

  10. @ Tutti: dai, suvvia, sono certa che sapete dire e fare di meglio.
    Ma chisseneimporta di chi commenta per primo? Avete da dire qualcosa sul post del Duc? Coraggio: ditela.
    @8 Spero che riferendoti alla Castà tu non alluda a me… Non è il mio cognome, comunque.
    Bacioni

    Carlà

  11. Dopo lunga assenza, eccomi di ritorno e un nuovo post, dopo una giornata in-ter-mi-na-bi-le, mi fa tornare un po’ di buonumore.

    Però di romani che balbettano non ne ho mai visti, secondo me è un depistaggio… Coatti sì, complottisti pure, che balbettano mai. Tu che dici Carlà?

    Trinity

  12. @Trinity, esistono, esistono, come no. Più frequentemente abbiamo (sono coatta anch’io, non dimentichiamo) la cd. zeppola. Non escludo però l’ipotesi del depistaggio, mica per altro… è davvero trooppo scemo!!

    Beata te che hai finito… qui è un bagno di lacrime: ora et labora. Forse è per questo che ho sognato di comprare l’Alitalia? Oddio, devo dare una svolta, devo cambiare, devo…..
    Ma come si arriva alla caletta di Pel, non è che avanza una birretta?
    Bacioni
    Carlà

  13. Sulla zeppola, ahimé non posso contraddirti, è un po’ un marchio di fabbrica del romano, però sulle balbuzie mi impunto…

    Si, i ritratti che ci sono stati finora dei romani non sono stati dei migliori, per fortuna che ci siamo noi donzelle a ridar lustro alla categoria (anche se coatte, sì lo sa già prima che lo diciate tutti in coro).

    Ancora a laborà? Oh no! Secondo me, anche se sarebbe dura, dovrei smettere di leggere questo blog dato che ultimamente sento sempre più spesso l’impulso di invertire la rotta, prima del fatidico troppo tardi!

    Trinity

  14. Ed insomma hai finalmente e definitivamente finito il prospettino, grande Duch!

    E comunque ora et labora anche per me… una birra pleaseeeeeeeeeeeee!!!

  15. @4: ma chi sei, il terrore degli innocenti nei confronti all’ americana?

    cambiano, oltre al colore della pelle e del pelo, la forma e la dimensione delgi occhi, della parte bassa del viso,delle labbra, i denti…Gamba ha la barba e trudy no…
    _______________
    FQN

  16. Meraviglioso!
    Mi sono divertita troppo a leggerlo!!!
    Anche io voglio Consob!

    Ne proporrò un prototipo alla GiochiPreziosi per il prossimo Natale.

  17. A proposito di colleghi…
    Stamattina arrivo e scopro con immensa sorpresa che una collega ha imbandito una prima colazione da re nella cucina comune con tanto di croissants, pains au chocolat, succhi di frutta, piu’, naturalmente caffe’ appena fatto… Mi fiondo in cucina e mentre sono girata dall’altra parte per prendere una tazza arriva la Collega dell’Altro Reparto Capitata Li’ Per Puro Caso la quale, con aria famelica, si lancia sull’ultimo pain au chocolat da me bramato… ora ditemi se questo non e’ l’inizio di una giornata di m…
    Per fortuna ua volta risistemata sul mio scrannetto scopro che il Duca ha postato di nuovo! Sembra di tornare ai vecchi tempi, con piu’ di un post al mese, ah maraviglia! Grazie duca, you made my day.

    Spero comunque che la mia collega si sia strozzata con quel pain au chocolat…

    V.

  18. @Duralex:

    A) Paperina è una grandissima mignotta, infatti oltre che scoparsi Paperino si fa fottere allegramente da Gastone (altro cugino), mentre l’onanista Paperoga guarda. Il fatto che Paperina stia con Paperino si spiega col detto: “Oh che cosa sopraffina è scoparsi la cugina!” (soprattutto se è cugina She)

    B) La mamma dei tre gemelli rompicazzo Qui Quo Qua compare solamente quando li affida a Paperino. Il padre non esiste, o meglio, ha una rosa di 20 nomi possibili. Ora si dice che stia facendo la lap dance in un pollaio.

    C) Zio Paperone e Nonna Papera sono fratelli. Il punto è: chi sono i genitori di Paperino? Di loro non vi è traccia.

    D) Zio Paperone riesce a nuotare nel suo denaro (da ricco pervetito qual è) grazie allo stesso principio secondo cui si riesce a nuotare nella piscina di palline al luna park.

    – Il Capotreno –

  19. versus # 250 (post precedente) e pro LW
    Caro amico, la tua accidia saccente e involontaria (non hai scelto tu la tua condizione, ti ci sei trovato malgré toi) rammenta molto una storiella di Esopo.
    Ma tant’è, è più che comprensibile lo stato di frustrazione in cui versa (e il rischio di schizzofrenia che corre) chi non è in grado di spiegarsi per quale ragione, nonostante un’evidente superiorità, sia costratto a condurre un’esistenza di molto inferiore alla proprie smisurate aspettative.
    Coraggio!

  20. Incredibile ma… anche io pro LW, anche se non ho letto il suo lungo commento.
    Sono senza parole 250: Legale è stato fin troppo signore a dirti qualcosa che, ne sono certa, ti sfugge comunque.
    Uno sfogo, il tuo, schifosamente maschilista. Sicuramente hai dei problemini con le donne.
    Curati.
    Carlà

  21. Per Pel
    …la strada è lunga, tortuosa e ripida…

    Per LW
    Guarda io non sono un illegale e lavoro in uno studio legale, ma comprendo il tuo stato d’animo di fronte al tuo ex… anche in Trib se ne incontrano tanti così (tipo io sono il più bello, io sono il più bravo!!!)…per caso aveva le scarpe con quella orrenda punta lunghissima, le cuciture in pelle umana che si vedono?!…secondo me quello è un segno-segnale…Che permette accuratamente di evitarli!!!…(Ovviamente non voglio fare di tutta un’erba un fascio!!!)…

  22. Vedo che finalmente qualcuno si associa la mio disgusto per le scarpe con punta lunga e cuciture in bella vista… brava Liv… la scarpa tamarresca e’ diffusa anche nelle banche purtroppo…!

  23. sto assistendo a una situazione “io firmo se tu mi dai i soldi” / “io ti do i soldi se tu firmi”.

    Il problema è che ci devo parlare io col cliente….

    E non c’è neppure il notaio che può “tenere fermo l’atto”.

    Un pensiero al Duchesne dei notai…

    ________
    FQN

  24. uomini sui quaranta. con le scarpe a punta, di solito leggermente polverose.. unite alla cravattona sgargiante.. imbalsamati negli abiti.. che quando si siedono mettono i piedi in avanti di circa 1 metro rispetto al busto, gambe divaricate.. mano sul telefonino..

  25. il #250 mi sembra davvero un po’ troppo sopra le righe.
    insomma, quando ti invitavo a firmarti non intendevo certo chiederti di chiudere i tuoi post con nome cognome data luogo di nascita e codicefiscale… intendevo di darti un nickname, giusto per sapere “chi sei” ogni volta che scrivi. devo però ammettere che, sino ad ora, ti si riconosce dallo stile, non v’è dubbio.
    e anche dal fatto che stai aggredendo in modo eccessivo la nostra (Easy) Lady Windermere – che i suoi difetti li ha anche, ma che non merita il tuo turpiloquio né tantomeno illazioni pesanti su rapporti orali e SUV. anche perché – ma questo ogni illegale lo sa – non è un pompino ad un AD che ti fa avere la “promozione”. Al massimo, per avere l’avanzamento, potrebbe funzionare un pompino ad un socio. Ma in genere sono o troppo (in)vecchi(ati), o troppo fatti di coca, o troppo concentrati sul prossimo closing. E comunque, noi illegali maschietti perdiamo potenza sessuale ad un ritmo sei volte più veloce degli uomini comuni: a 35 anni non siamo già più in grado di prestazioni sessuali decenti, se non di tanto in tanto, quando la crisi dei mercati o il mobbing del socio responsabile ci fa lavorare un pochino di meno.

    quanto al Duch, gli chiederei cortesemente e a nome di tutti di dare una conferma (o una smentita) ufficiale che l’intervista sia autentica.

    e tu, cara Easy Lady (Windermere): ammetto che la tua summa divisio dei maschi fra Alpha e Beta e il tuo ritratto dell’ex sono proprio deliziosi nonché veritieri.
    resta un dato di fatto: l’infondatezza dell’invidia nutrita dai Beta nei confronti di noi Alpha. poco da scherzarci, noi illegali facciamo uno dei mestieri più ingrati e orrendi del mondo. le categorie che potrebbero invidiarci sono pochissime, e quasi tutte apppartenenti al mondo del lavoro manuale. siamo noi, piuttosto, che usciti da ogni riunione non possiamo evitare di mettere a confronto le nostre occhiaie perenni e il nostro colorito verdastro con l’occhio languido e il viso abbronzatissimo del nostro “cliente”. che è anche arrivato in riunione con la sua A6 aziendale e che, finita la riunione, andrà a fare un giro in montenapo con l’amante che si tiene in caldo a milano per le volte che ci viene per lavoro.

    dulcis in fundo. Mia sorella è così adorabile, che meriterebbe di lasciare questa valle illegale di lacrime per diventare un allegro notaio – con tutto il corredo di formulari, segretarie che scrivono gli atti al posto suo, praticanti che scrivono gli atti al posto suo, avvocati dei clienti che scrivono gli atti al posto suo, mogli che scrivono gli atti al posto suo, figli che studiano per il concorso e che scrivono gli atti al posto suo, nipoti che studiano per il concorso e che scrivono gli atti al posto suo, barche a vela, motoscafi, ville in costa azzurra, suv, spiderini, ville a st. moritz, amante cotonata, hobby per il golf e conto in banca a sei zeri.

    Votre protiste,
    Bardamu

    P.S.: #250, la no profit estera è una stichting olandese?

  26. Perchè Duch non ha inserito nei link a destra anche lo Studio Agnoli Bernardi e Associati? Pavia Si e Agnoli No! invoco la par condicio.

  27. Mi associo al brillante Bardamu nella difesa di LW contro ignominiosi attacchi.
    Ma vi ricordate, onorevoli Colleghi, di quel periodo in cui ci si divideva tra estimatori e detrattori di LW? Sembra ieri

  28. è ieri… LW ormai ha fatto il suo tempo… E nuove e dolci donne stanno facendo il loro ingresso nello studio illegale!

  29. Ma dov’e’ PEL oggi?
    Son due notti che sogno cavalli bianchi e addominali scolpiti ma tra un po’ la fantasia perdera’ il suo fascino, ho bisogno di nuova ispirazione!
    Carla’ ti associ?

  30. Indico la prima riunione della giunta ministeriale per i nicknames.
    Due i punti all’o.d.g.:
    1) Attribuzione dell’appellativo “Lord Godiva” a PEL, per meriti millantati sul campo;
    2) Attribuzione dell’appellativo “Easy Lady” a Lady Windermere, per le plurime avventure amorose (al buio, su isole di tutto il mondo, in giro per Milano, con AD e colleghi, partners propri e altrui e chi più ne ha più ne metta), nonché per la citazione del notorio brano di Spagna (della quale sentiamo tutti nostalgia);
    3) Varie ed eventuali.

    Votre ministre,
    Bardamu

  31. @Bardamu. In qualità del Ministro degli esteri confermo sin d’ora la mia disponibilità. Per Lady Godiva ho attivato una linea privilegiata con l’ambasciata britannica. Faccio affidamento sulle varie ed eventuali per mangiare un gelato, posso?
    @ValinLUx Cara, che pensare, non fidarsi mai delle parole sole… Ci sono state promesse, descrizioni di tartarughi e similBergamascò, ti ha illusa…
    Baci
    Carlà

  32. Bardamu, l’intervista è autentica. Non so spiegare cosa mi sia preso, ma ho usato per davvero parole come “bellissime”, “vezzi” e “dramma della professione”.

  33. quando ho visto la cravatta rossa, calata tra noi poveri mortali ho immaginato la scena:
    tutti fermi, tutti zitti, il Duch è tra noi! E ha pure rispsto ad uno dei ns 300.000 appelli!
    ;D

    Poi la mia fervida immaginazione mi ha fatto correre con le mie adidas dietro a Forrest Gump che nel bel mezzo del nulla (Arizona forse?) si è fermato, si è girato a guardare i suoi discepoli e ha detto: “sono un po’ stanchino, vado a casa!”

    Non ho potuto fare a meno di sorridere e dirmi: “oh! guarda un po’ chi è tra noi! Chissà, magari si ferma un po’ ancora, prima di andare a casa a riposarsi!”

    ;D

  34. Carla’, darling,
    mi sa che hai ragione, siamo state sedotte e abbandonate, come nella migliore tradizione di romanzetti d’appendice di cui il nostro ormai e’ protagonista….
    per fortuna e’ venerdi’ e quindi stasera anneghero’ il mio dispiacere nel gin tonic 🙂
    Ah, come soffro…!

  35. duch che scrive due post a distanza di 6 giorni, interviene sul blog tra noi mortali e che rilascia interviste può significare solo che sta in ferie o lo hanno licenziato

    -Billy Pilgrim-

  36. bentornato qui, duch….

    temo che tra un po’ ti vedremo anche in certi programmi televisivi d’attualità, di spalle, nella penombra, con la voce alterata….
    o magari, chessò, a lucignolo, con la bandana, abbronzato e in mezzo a un nugolo di donne in qualche locale alla moda in costa smeralda….

    la vita è strana….

    ciao
    zeta acosta

  37. [Tiepido risveglio di chi scopre che è DI NUOVO venerdì senza essersi mai del tutto rimessa dal precedente fine settimana.]

    CARLÀ. Ciao Carlà: abbracci e baci di chi non si incontra da un sacco di tempo. Non potevamo sperare di meglio per le sorti di Alitalia. Dove ci porti? Niente caletta mi raccomando, lì nei dintorni l’atterraggio in stile Sarkò-cafò sarebbe decisamente troppo, pure per noi.

    VAL. Ti ritengo direttamente responsabile della voglia di pain au chocolat da cui sono posseduta, peraltro l’unica vera e valida alternativa al croissant vuoto.

    BARDAMU. Cher frère che mi auguri mogli, amanti cotonate e tutti i prodotti tipici del SUVproletariato, sappi che – totalmente preda delle muffe mentali causatemi da un mese di monsone – ieri ho condotto un piccolo esperimento di sintonia mentale gemellare… spero che prima o poi tu te ne accorga. [E non è il messaggio in codice che sono solita introdurre tra un commento e l’altro per il mio pusher, sforzati di eccedere quell’Ego prorompente e capire.]

    GIONGION. Nuove di Johnny Red dalla Croazia… nichts?! Perché è tanto ostinatamente insensibile ai miei accorati richiami?

    DUCHESNE. Io trovo “vezzo” una parola di rara beltà: corta, piccata, significante. Certo che dipende anche da qual è il vezzo, e in effetti al plurale fa schifo.

    [Per dire anch’io la] Mia.

  38. Valinlux, non avrei mai detto che fossi amante dei superalcolici, anzi nel mio immaginario ti facevo del tutto astemia

  39. Mia-
    Non so che dirti. L’ultima volta che ho sentito Johnny Red, era ancora in Croazia e mi sembrava un po’ in crisi. Scommetto che sta combinando una delle sue. Poi lo so già, quello mi chiama in piena notte, mi tiene sveglio a raccontarmi delle sciocchezze che ha fatto e mi tocca coprirlo.

  40. @ Mia: Non dirmelo neanche, mi e’ rimasta la voglia da stamattina, chiedo venia… ma soffro anch’io!

    @57 Astemia io? Ahime’ no, da tempo immemore ormai ho dimenticato l’innocente piacere del the’ freddo o della coca cola…
    Ti diro’ di piu’, in questo momento qui in ufficio stiamo bevendo champagne perche’ una collega se ne va e voleva festeggiare… il weekend sta cominciando quasi troppo presto…! (sante’!)

  41. …per pel…
    ok il cavallo bianco e tartaruga, ma non scarpe a punta con cuciture in bella vista!!!…
    Penso che l’unica cosa di cui sono veramente sicura oggi è questa…
    Anche io ragazze ho ormai abbandonato il tempo dei succhini di frutta, coca ecc…ecc…, ora a volte, per sopportare alcune serate veramente pesanti con gente che ti sta difronte non molto interessante…ho bisogno di superalcolici e devo dire che funziona, perchè mentre sorridi falsamente interessata al colloquio che sta inercorrendo tra te ed il tuo interlocutore fai viaggiare la fantasia…
    ciao a tutti e godiamoci queste ore che precedono il week end (anche se sarà di lavoro)!!!
    Liv

  42. Volevo fare i complimenti a Lady W. per il suo ultimo post relativo agli uomini Beta (i legali).

    penso tu abbia colpito nel segno (invidiano gli illegali ma non lo diranno mai) ma una cosa va aggiunta:

    legali ed illegali sono separati alla nascita. non sono paragonabili. sarebbe un po’ come paragonare un bancario di cariparma ad un banker di morgan stanley….

    200 e.l.

  43. GIONGION. Non aggiungere altro, sospetto che l’incipit di ogni telefonata di Johnny sia “Buonaseeera. Volevo dire al mondo e a tutti gli amici di internet che in queste ore drammatiche C’È GROSSA CRISI.” [Parola di Quelo.]
    Tuttavia – conoscendo Johnny – fuggire verso Est tra i pochi ruderi del socialismo reale rimasti in piedi, anche se dovrà spingersi ben oltre la Croazia, mi pare una valida alternativa a tutto il resto. Conoscendo me, mi sa che lo raggiungerò. Tra l’altro con gli alcolici da quelle parti non si scherza niente…

    Mia

  44. Ieri birra e oggi direttamente una vodka tonic…

    @ Bardamu e ai 4 soliti amici del bar

    per cortesia, mi illustrereste la storia dell’intervista? Io non la conosco…

    Besitos,

  45. L’amletico dubbio che mi tormenta quest’oggi e’: partire per un week end a concreto rischio pioggia o restare in citta’ a concreto rischio noia?

    Come potete agevolmente immaginare, sono comprensibilmente molto agitata con questi pensieri ad affollarmi la testolina, pur tuttavia, tra la consultazione dell’oroscopo di Branco e del programma dello Strehler, irrisolta piu’ che mai, appoggio la mia borsetta rosa tra voi.

    Avendo gia’ utilizzato il richiamo matematico al piu’infinito, non riesco a trovare altra metafora atta ad indicare un grado di idiozia addirittura superiore: francamente il tema mi appassiona quanto la formula dell’EBITDA, ergo non inzacchererei i miei sandaletti nel fango, comprenderete.

    Stupisco semmai della levata di scudi da novelli ardimentosi cavalieri e financo insospettabili amazzoni: vi lancio un fazzoletto profumato con le iniziali del mio Studio Illegale ricamate sopra in segno di ringraziamento, ma preferisco star qui nella torre a infilare perle tra i capelli davanti allo specchio, comprenderete anche questo.

    Lo spunto odierno di riflessione mi giunge dal solito allenatore di Mimi’ Ayuara che mi stordisce di dolci paroline prima di tirarmi addosso una dozzina delle sue pallonate in sequenza (con la variante che oggi utilizza palloni da basket per migliorare il mio bagher in difesa).

    Vorrei analizzare le plurime avventure amorose che mi vengono attribuite:

    (i) Avventure al buio. Ma, io dico, li leggete i miei commenti o carpite qualche parola qua e la’ a campione come fate con i contratti in serie della Buffetti che trovate in data room??
    Ho dedicato un considerevole amount of billable time alla stesura del mio trattato tecnico-scientifico “Utopia – what to expect from a blind date”, la cui ratio risiederebbe nel monito a voi tutti che romanzate su possibili innamoramenti/accoppiamenti con creature del mondo virtuale a stare all’erta come la piccola vedetta lombarda.
    Nonostante l’innegabile valenza didattica, si poteva agevolmente cogliere tra le righe del mio Trattato che, nella mia present and past (future per ovvie ragioni non ci sara’) experience le avventure al buio sono state un fallimento completo, scevre altresi’ di qualsivoglia appeal fisico-consumistico.
    In sintesi: numero di avventure (consumate) al buio = ZERO. Grado di soddisfazione = NULL.

    (ii) Avventure su isole di tutto il mondo. Queste non le nego, anzi le osanno: ricordiamoci che senza il piccione (viaggiatore, peraltro, perche’ la vicenda ha avuto un seguito a Milano e, BTW, non puo’ancora dirsi conclusa) nel paradiso tropicale mi sarei probabilmente suicidata con la fiocina durante un’immersione. Numero di avventure (consumate) su isole di tutto il mondo = q.b. Grado di soddisfazione = 10 star.

    (iii) Avventure in giro per Milano. Nata, cresciuta e pasciuta in questa metropoli tentacolare, un qualche fidanzato autoctono devo averlo collezionato per forza.
    A livello locale sono piu’monogama di quanto immaginiate. Numero di avventure in giro per Milano: 2. Grado di soddisfazione: il Biondo del Parini 8, il Maschio Beta 4 = 6 di media, con un + di incoraggiamento.

    (iv) Avventure con AD. Direi ne’ AD, ne’ CFO, ne’ Clienti in genere: ZERO.
    Segnalo che la categoria tipo si potrebbe agevolmente collocare tra la fauna che popola il bar dello spazio di Star Wars: sono usualmente dei mostri.
    Per darvi una qualche soddisfazione sul tema vi posso raccontare del Cliente che ho incontrato ieri mentre posteggiavo il motorino sotto il diluvio e che e’ salito in riunione chiedendo ai miei colleghi chi fosse quella ragazza con l’impermeabile giallo e lanciando, pare, qualche apprezzamento (i.e. anche in versione Ape Maia faccio la mia porca figura).

    (v) Avventure con Colleghi: ZERO. Il pensiero di qualcuno che smanetta sul bbarry invece di tirar su una cannetta post coitum mi fa passare qualsivoglia tentazione. Inoltre l’85% frequenta il bar nello spazio di cui al punto che precede;

    (vi) Avventure con partners propri: ZERO.
    La categoria tipo e’ uomo, quaranta-cinquantenne, sposato con prole, discretamente sfavato dal matrimonio, con poco tempo per andare a caccia trascorrendo 16 ore di media in Studio.
    Sarebbe come sparare sui piccioni, con la variante che trattasi, on average, di animali sfatti o sotto psicofarmaci.
    Generalmente discreti: se rimbalzi il loro primo invito a cena, non insistono mai.

    (vii) Avventure con partners altrui: ZERO. Vedi alla voce sub (vi).
    Pero’ dopo una notte in negoziazione uno di questi mi fece recapitare in Studio un cabaret di pasticcini al cioccolato: generalmente piu’galanti dei partners propri.
    Un + di incoraggiamento per il cabaret.

    All the above stated, mi definirei tutto fuorche’ Easy, semmai overdemanding o, se preferite, una che se la tira alquanto.

    In tutto cio’ non ho ancora deciso se andare o restare: vorra’ dire che attendero’ un segno dal Cielo.

    Lady Windermere

  46. Ciao zeta acosta,

    io sono smith, è un piacere conoscerti.
    questo a fianco a me che sta facendo un filtro è Alex, e quell’altro con le cuffiette che sdruma è Chet Baker.
    le tieni tutte per te quelle bocce di vinello?
    cazzo ragazzi, guardate quello che sta passando lì in fondo…è il Duch! ma sì quello là che corre, la cravatta rossa inseguita dai giornalisti!! è lui! grande Duca!

    come dici zeta? che ci facciamo qui? stiamo aspettando Mia…

    eh lo so che piove, infatti we’re waiting for the sun.

    …..smith…..

  47. …dove stiamo andando?…cosa staimo facendo?…(+ o – quelo così)…

    dimenticavo…grande Duch…che ti calato tra di noi
    Liv

  48. lady W.,
    qualche scheletro nell’armadio ce lo hai pure tu(leggi maschio Beta), nonostante tu sia over demanding…

    200 e.l.

    P.S.
    a volte il Caso porta ad arrivare ad obiettivi impensabili (mi riferisco al maschio Beta che è riuscito comunque a poertari a letto Mylady, bravo!)

  49. ciao smith, piacere mio

    ho visto che sei ben impegnato ed in buona compagnia, ma manca qualcuno….

    e direi che manca anche il sole…qui fuori il tempo minaccia tempesta….

    zeta acosta

  50. Io, giuro, avrei voglia di un ottimo rum da meditazione in questo momento. Qualcosa di nuovo..

    .. prima che tutte queste canne con smith finiscano per ammazzare in partenza ogni tentativo di analizzare il bouquet in degustazione.
    Senza contare, smith, che nonostante i miei reiterati idroponici suggerimenti, ogni volta che fumo con te continui a farmi trovare questo impegnativo nepalese nero che è l’equivalente di fumarsi dell’incenso tenuto ad invecchiare 20 anni sotto 3 mt di sterco di pecora di Bandipur. Buono eh.. non dico di no, ma poi invece di lavorare si cade in catalessi.

  51. Alex,

    cribbio concordo.

    sei un gran lavoratore. veloce ed affidabile, sempre…

    ecco fatto, anche il Chet ha finito.
    accendila tu Alex dai, Chet ha tirato su una tromba che pare un cetriolo. questa ci stende fino a domenica.

    enjoy.

    ……smith…….

  52. [Fiat lux.]

    Scusate,
    mi si chiama in causa e anche con un certo garbo, non posso sottrarmi, tanto che appalesandomi non vorrei passare per spocchiosa… ma sono io l’unica stronza che concepisce alcol e cannetta QUASI esclusivamente come un AUT/AUT? Cioè, se ci fumiamo il pongo ci sto anche a sbevazzare… ma mischiare il più delle volte è imperdonabile. O no?!

    Mia

    [Aperta al confronto.]

  53. Chet,

    prima battitura.

    fresco come la brina a novembre nella campagna verdiana.

    e lo sterco di Agata, il nome della capra nepalese, gli dà quel giusto tocco di esotico.

    …….smith…….

  54. Urca ma qui è un botta e risposta.

    no Mia, non credo tu sia l’unica stronza.
    un pò lo sono anche io, ma credo che la birra accompagni bene qualsiasi sostanza.
    il vino no, su quello hai ragione.

    ……..smith…….

  55. Cara Mia [ovviamente l’equivoco incipit non va letto nell’accezione paternalistica] io ho una filosofia in proposito: l’unico alcolico che possa accompagnarsi al fumaggio senza troppe controindicazioni è la birra.
    Sia chiaro: birra da accompagnamento, non impegnativa, senza pretese [i.e. massimo una ceres]. Poiché laddove si intenda accompagnare il fumaggio a birre più meditative, a birre non filtrate artigianali, a birre trappiste & co, si finirebbe per mortificare irragionevolemente queste ultime [nonché causare una notevole accelerazione del processo comunemente noto come abbiocco].
    Da quanto detto risulta a fortiori evidente che non dovrebbe accompagnarsi il fumaggio al vino che non sia vinello da pasto poco impegnativo da allegra tavolata sbronza [ferme restando le medesime controindicazioni in termini di narcolessìa].
    Idem [e, per conto mio, ancor di più] per distillati di sorta, come il rum da me evocato. Occorre attendere il giusto tempo dopo la fumata prima di poter godere appieno di ogni sfaccettatura delle nobili bevande.
    Per ciò che concerne i cocktails, infine: not my business. Io concepisco i distillati solo ed esclusivamente nella loro versione non miscelata [e liscia].
    Al massimo tollero i mojitos, se molto ben fatti [ci si può accompagnare erba olandese, IMHO, a rischio e pericolo della propria concentrazione].

  56. Ho appena chiuso un bid process. Il pacco è partito. We delivered the offer. Non dico il prezzo ma era alto. Molto alto. Vertiginoso.

    Ho passato (insieme ai miei colleghi) 3 notti insonni. Sono stato contorniato – oltre che dai signori che da bambini in patria cucevano i palloni Nike e che qui a Milano invece consegnano le pizze di Ecopizza a quelli come me – da amministratori delegati e potenti vari, all along. Ho cenato con questi plutocrati (maschi Alpha, non c’è che dire) a mezzanotte. Per poi rientrare, sempre insieme a loro, in studio, fino all’alba. Pacche sulla spalla. Ammiccamenti. Many thanks. Wonderful job.

    Leggo il (peraltro godibilissimo) post di LW (quello sui maschi Alpha e Beta, non quello qui sopra sul dubbio amletico). Lo rileggo. Molto probabilmente non ho capito nulla (essendo io in linea di massima classificabile come maschio Gamma). Ma sembra proprio che LW si sia permessa di associare tale misera condizione indicated above, così tipica per un maschio illegale (e sostanzialmente parificabile alla schiavitù) con qualcosa che invece potrebbe autorizzare tale maschio illegale ad avere il sogno di ogni uomo mediocre (diciamo, di ogni maschio Beta): poter essere considerato, per il tipo di vita professionale che conduce, un maschio Alpha.

    Ora, without prejudice to blah blah blah (=LW santa subito), ritengo che chiunque abbia un po’ di onestà intellettuale debba riconoscere un fatto, vale a dire che il maschio illegale medio (con le debite eccezioni) è probabilmente l’essere più lontano che ci sia dal poter essere considerato un maschio Alpha. Period.

    Epperò il post di LW mi ha fatto realizzare un’altra cosa (sempre in tema di maschi Alpha). E cioè che forse gli unici illegali ad essere ontologicamente paragonabili a un maschio Alpha sono proprio le “colleghe illegali”. Magari le senior “di successo”, come LW, oppure quelle che sono riuscite a diventare socio. Sono loro, i veri maschi Alpha, nel mondo illegale.

    A me, invece, oggi pomeriggio, non resta che piangere, visto che mi sono pure messo a dieta e non posso scolarmi i mitici 5 negroni da Nobu (o al Park Hyatt, o da Bulgari, you name one), segnalando al barista che sì, ebbene sì, quella cosa che sto leggendo sul sole 24 ore, dietro a quella cosa enorme e importantissima lì, ci siamo io e i miei colleghi. Maschi Alpha, cazzo.

    Illegal Gatsby

  57. beh, chet, si vede che sei un intenditore…
    i distillati sono sempre la cosa migliore.
    io adesso però ho una sete incredibile di vodkatini….

    zeta acosta

  58. scusa Illegal Gatsby se mi permetto, ma

    dopo un lavoro così ben confenzionato grazie a notti insonni, schiene spezzate e brainstormings laceranti, e la finale e meritata passerella nel Sole24Ore…beh credo che per stasera puoi mandare allegramente a fare in culo la dieta e farti preparare una jug of negroni, con una bella cannuccia e qualche ombrellino hawaiano.

    …….smith…….

  59. A me il solito americano, grazie, e poi ancora uno e uno ancora, tanto fuori piove ed è una serata un po’ così. Poi si vedrà.
    Un saluto a tutti e bonnes chanches.

  60. ahola, aficionaidoss!!!

    vorrei commentare one per one i cinquemilaottocentotrentadue commenti e i tre post che si sono succeduti dal mio ultimo passaggio da queste parti, ma mi trattengo.

    tra l’altro il megadirettore generale di splinder mi fa di nuovo loggare. mistero della fides!

    links internazionali e operazioni top sicretz mi han portato in quel del deserto del gobi per una due diligence. tra frammenti di tecniche, sotto prodigi incerti, un affanno continuo (e radio accese).

    scherzi a parte, un grosso gruppo alberghiero internescional vuole comprare tutte le yurte della mongolia. e il mio studio ha mandato me, con tutte le mie competenze proggect-energi-rialesteeiittt-emmenneiii

    inoltre, dovendo fuggire dal mondo illegale, ho tentato un concorso al ministero, che segna la maturità. lo consiglio pure a duchesne….dall’interviste traspare evidente unsatisfaction….

    olldiabovesteited, noto simpatichi frizzi et lazzi. ed entro random per dire: ci dovrebbe essere una moratoria dell’onu, o financo una convenzione di ginevra, per la messa al bando delle scarpe a punta con cucitura a vista (ahimé sempre più diffuse…). ora faccio una ricerchina.
    un saluto a tutte le care ancelle che, con costanza oppure saltuariamente, loggate o anonime, leguleie o non leguleie, popolano questo blogghe.

    accciao
    ps: carlà mon chere, allora comu finiu (per dirla alla sicula) col concerto dei radiohead? 😉 andiamo, no!?!

  61. con colpevole ritardo,

    mi allungo sulla sedia allento la cravatta slaccio il primo bottone della camicia apro la finestra

    ora sono pronto. accendo la canna. un primo lunghissimo tiro. è venerdì sera. sto meglio

  62. Cazzo,

    mai esordio fu più azzeccato. Me la sono tirata da solo. Meglio l’ACCIDIA dell’iperattività (cfr post i 7 peccati capitali).
    Ho visto che sono stato chiamato (ahimè invano) oggi. Prometto maggiore fedeltà (in senso lato). Nel frattempo oggi, nonostante il casino, ho cercato di tenermi in forma lo stesso. Care, no problem, la tartaruga la salvaguardiamo perchè è in via di estinzione. Ma suvvia, per favore, non pensate che sia il tipo da scarpetta quadrata o da Alpha (anche se ne ho avuta una, una spider d’antan stupenda che come sempre ho fracassato sfrecciando qua e là). A parte che anche “gli” scarpetti quadrati hanno la loro dignità, ecchediamine. Alzi la mano chi non ha avuto una fase della propria vita un po’ “demodè” (per essere elegante) e magari conserva ancora qualche capo veramente inguardabile. Si, anche se costosissimo Windermere, non si compiaccia.

    Dopodiché durante le fatiche del mio lavoro ad altissima creatività intellettuale, mi ritrovo a leggere di # 250, cazzi, mazzi e chi più ne ha più ne metta. Aspetto il prox giro per partecipare, che tanto c’erano tanti super-eroi/ine oggi. Mi compiaccio. Cos’è, siamo diventati un team? Duca scusa, in qualità di managing partner vorrei chiederti una compagna comunicativa più efficiente anche nei cfr dei tuoi “soci”. Io ci terrei ad apparire sul Top(o-Giogio)-Legal. Danke. Sul Sole lascio la priorità al ns Gatsby. Sti cazzi Gatsby. Mi auguro che tu sia Socio che così vai in vacanza contento. O dici che basta la soddisfazione intellettuale (??).

    Nel frattempo non si canta più ma si è finiti per sfumacchiare qua e là. Una cannetta sola, che gira e vien passata con non chalance. Con un po’ di scazzo anche. No dai, rialziamo subito i toni. Non vi abbioccate. Doccia fredda e si esce. Plastic. Tutta la notte. Chi se ne fotte.

    Windermere, mi passa dall’aggressivo al remissivo? Le classifiche non le vedevo più dai primi anni di Uni. Avevo amici che avevo anche il taccuino nero con i nomi. Il suo è pieno, a quanto dice, alla voce 2 di picche. Brava. Chissà che soddisfazione. Stare con la Cugina She e l’Amica Bee, e sfogliare tra qualche anno l’agendina. Una prospettiva allettante (?).

    Lord Godiva PEL

  63. Ciao my-Lord, bentornato! Il biglietto è ancora qui, no decisions made yet, ma io andrei.
    @Pel ti prego, non comunicarci che la tartaruga si sta estinguendo…
    Ti vedo bene stasera, non fare troppi danni al Plastic, mi raccomando, semmai ci vediamo dopo.
    Baci
    Carlà

  64. Oh.. sì. Dio, quanto ci voleva.

    Ci sono due circostanze, in particolare, al verificarsi delle quali io mi sento davvero in pace con me stesso e con il cosmo in generale [mi si passi l’immagine].

    La prima è la seguente: trovarmi al tavolo di un ristorante con [molta] poca gente intorno, ad un’assolata ora di pranzo, esattamente in riva al mare [pochi metri dalla battigia al massimo], a mangiare un’insalata di mare, seguita da un piatto di spaghetti allo scoglio o, in alternativa, da una grigliata mista. Il tutto accompagnato da un bianco, anche senza troppe pretese. Basta che ci sia sole [molto sole] e che il pesce sia fresco meglio se appena pescato.
    Un’iniezione di serotonina.

    La seconda si sta verificando ora.
    Sono con un bicchiere di avvolgente Mount Gay Extra Old dalle seducenti e sfaccettate tonalità, accompagnato dalla carezzevole voce di Billie Holiday che canta Autumn in New York. A seguire, Chet Baker [quello vero] e altro smooth jazz con poca luce soffusa.

    Tutto ciò mi riconcilia con il resto del mondo, là fuori.

  65. Onorevoli Colleghi Ministri,
    dove si trova, in questo blog-oceano, l’onorevolissima lista con rispettivi ruoli e inquadramento nella squadra di Governo? Il numero esorbitante di commenti ad ogni post rende quasi impossibile la navigazione.

    Mia-
    Johnny Red dice che ti aspetta. Gli ultimi giorni li ha passati al mare (a nuotare, con o senza sole, senza o con la pioggia) e, nelle lunghe solitarie serate croate, su youtube a guardare vecchie pubblicità della Trabant, di centri commerciali (bzw. Kaufhalle) della DDR e anche, senza capirci un tubo, antichi spot di prodotti made in CCCP.
    Qualche esempio:

    Questi non appartiengono al gruppo, ma sono molto divertenti (a parere di Johnny Red):

  66. duch io non ci credo che il tuo lavoro ti fa così schifo…ma poi dimmi, cosa avresti voluto fare? volevi essere un maschio alpha come gli ad?

  67. Io non ci sono e mi arrivate a 1000 commenti.

    Io non ci sono e organizzate il Governo Illegale.

    Io non ci sono e vi iscrivete tutti.

    Io non ci sono e arrivano nuovi illegali.

    …Io non ci sono e Duch commenta!

    Eh no! Questa è troppo!

    Mpf!

  68. @IG: non ho capito niente, ma sei sempre il migliore.

    @SexyLadyWindermere: fermati un secondo e rifletti.

    Ti servivano davvero SETTECENTOSESSANTADUE parole per dirci che sei una che se la tira?

    A volte sei comica…

  69. BUONGIORNO ILLEGALI…nuova settimana, nuovi problemi da risolvere, ma forza…io sono già al secondo caffè accompagnato da due pillole di Guaranà!!!
    Sono molto fiera di aver lanciato insieme a Valinlux il problema della scarpa quadrata!!!
    Liv (quella che chiedeva info sulla product liability e che è finita a parlare di alcolici e scarpe!!!)

  70. Governo (senza ombra) di “Studio Illegale”

    Presidente del Consiglio: Duchesne (con “la Miri” nominata segretaria personale)

    Sottosegretario alla Presidenza:Illegal Gatsby (per quel suo modo un po’ così di essere senza apparire)

    Portavoce unico: Legale (attenzione a non fermarsi troppo di sera ai bordi delle strade)

    Affari Esteri: Carlà (ha già dimostrato ampiamente le sue doti diplomatiche con i ns cugini)

    Interni: Samoano (e chi se no…sperando che non abbia il pugno morbido con i suoi connazionali e/o extracomunitari in genere)

    Giustizia: Mia (una ventata di giustizialismo in questo blog non guasta, senza trascurare la tutela delle minoranze anonime)

    Economia e Finanze: Elefantino Vero (non ha paura di fare scelte impopolari e di trattare gli altri come bamboccioni)

    Sviluppo Economico:Lady W (contribuisce, se pur troppo consapevolmente, a mantenere l’attenzione sul blog)

    Istruzione, Università e Ricerca: Maestrina dalla Penna Rossa (che te lo dico a fa’)

    Welfare: Smith (per la serie, canta che ti passa ovvero effetto placebo)

    Difesa: la dottoressa del distretto militare (sicuri che il numero dei volontari aumenterà enormemente)

    Politiche Agricole e Forestali: PEL (visto l’ammore per la “naturalezza”…gli orientamenti sessuali si allontano da quelli del predecessore, prego astenersi perditempo….)

    Ambiente: ladygx (il suo look da spiaggia nature merita un incarico consono)

    Infrastrutture e Trasporti: nuanda (uno che bada al sodo, mica ai cazzabuboli – si dice così no?-)

    Beni e Attività Culturali: Bardamu (sciapò come si scrive???)

    Pari opportunità: RR (conosce molto bene i pericoli della lotta nel fango)

    Funzione Pubblica e Innovazione: el bandolero stanco (sommo esperto di IT tanto stanco da dormir da molto tempo)

    Rapporti con le Regioni: AvvocatoRomano (ha le giuste conoscenze per mantenere proficui rapporti)

    Attuazione del Programma: Uno degli anonimi che tutto controllano e tutto riportano

    Politiche Comunitarie: Giongion (il “volto” di Studio Illegale in Europa, così non si spaventa nessuno)

    Rapporti con il Parlamento: nessun rapporto con il parlamento pfv, a cazzeggiare ci pensiamo già noi

    Riforme per il Federalismo: SPQR (non c’è il nik ma bisognerebbe inventarlo….)

    Politiche per i Giovani: Trinity (raccomandando un lungo soggiorno greco senza relazioni con amici di vecchia data)

    Semplificazione Normativa: ChetB (sintetico ed efficace, mi pare un buon viatico)

    LordLawyer a viceministro con delega alla Sanità (ovvio)

    Miranda come sottosegretario alla Cultura (ma doc’è finita??)

    PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA DEGLI ILLEGALI: Bruno Molla Tutto GATTAI (mitticco direbbe qualcun altro)

    MESSAGGI DI SERVIZIO:

    a) dove cacchio è finita la parola? State facendo il vs dovere (molto poco) onerevoli colleghi o pensate solo a divertirvi in privato??

    b) c’è qualcuno che non si è iscritti (IG su tutti) e qualcuno che è sparito…prego affacciarsi nuovamente altrimenti scatta il rimpasto d’ufficio…

    c) buona settimana a tutti…yawnnn (sbadiglio)….forse sarò poco presente causa lavoro (soprattutto next days)…comportatevi bene…

    PEL

  71. la parola era ferma a me, prima per mia colpa mia colpa mia grandissima colpa, e supplico la beata semprevergine lady windermere etc etc, poi in attesa della registrazione di nuanda, che non ha ancora proceduto.
    l’ho quindi appena trasmessa alla collègue ministre Ladygx.

    bonne semaine à tous,
    Bardamu

  72. @Carlà: ho capito ancor meno di quanto avevo capito del post di IG (che nel frattempo ho riletto e capito. Non vorrei ripetermi, ma è troppo il migliore).

    In ogni caso: leggendo LW mi sono fatto l’idea di un personaggio (non di una persona, of course) che, nonostante un protagonismo molto fastidioso, sa comportarsi (scrivere) con una certa classe e con uno stile che sicuramente e sinceramente le invidio.

    Chi legge ha senz’altro capito che LW amministra con grande oculatezza la sua femminilità, con particolare riferimento all’aspetto senz’altro più richiesto dal mercato.

    Sentirsi in dovere di specificare che non è una facile, anzi, è una che se la tira, mi è sembrata un po’ una caduta di stile, dato che sia la tesi che l’antitesi non avevano bisogno di essere confermate.

    Aiutami a riflettere 😉
    ____________
    FQN

  73. cari tutti,

    dopo una settimana di vacanza… oggi è il mio “primo giorno di scuola” … tempo di cambiamenti

    spero di riuscire a leggere tutti i post. vi siete dati un gran da fare in mia assenza e il Duch è tornato a postare con la frequenza dei vecchi tempi.

    baci

  74. Bravo Bardamu!
    cospargiti ancora un po’ di cenere in testa e fustigati per 5 minuti con il cilicio: è l’unico modo per non perdere la poltrona ministeriale!
    ;D

  75. Bonjour a tutti!
    Da venerdi’ non mi sembra sia cambiato molto, ma almeno oggi il sole splende sul Granducato!
    @Liv: io non ho neanche mai azzardato un argomento diverso dalle fantasie Harmony oppure alcol e scarpe quadrate…
    … Sara’ per questo che non ho ancora un posto nel governo illegale?
    Bisous,
    V.

  76. Cara Valin,
    sarà che dobbiamo essere professionali tutto il giorno…a me il blog serve per sfogarmi un pò…
    Bè non saremo state inserite nel governo illegale, ma possiamo sempre proporci come look creator dei suoi componenti (a proposito di ciò direi che è necessario studiare un pò sui manuali di moda, cfr. I love shopping della Kinsella…lo so è un pò una caduta di stile, ma lo confesso li ho letti tutti!!!)
    Liv

  77. Governo Illegale

    Comunicazione ufficiale

    Si informa che alcuni nuovi (apprezzabilissimi) commentatori del blog non sono presenti nel governo illegale perchè tale governo è stato pensato (e postato) prima del loro ingresso in qualità di “blog participants”.

    Si comunica in ogni caso che , in ottemperanza a quanto annunciato sopra , ci sarà (potrà essere) un rimpasto nel prox futuro.

    Prima però occorre rispondere alla domanda classica, degna di un posto nel Governo:

    Prego descrivere il proprio personale look da spiaggia (genere di costume, tipologia, propensione alla nudità, ect). Solo dopo saranno prese in considerazione eventuali candidature.

    Grazie per l’attenzione.

    Il segretario del Sottosegretario alla Presidenza

  78. Liv,
    il bello, secondo me, sta proprio nella contraddizione tra gusti culturali avvincenti/stimolanti e il sentimento trash che ogni tanto ci prende leggendo I love Shopping &Co (letti tutti anch’io)/ Vogue/ Cosmopolitan/ Marie Clarie/ Elle e amenita’ varie… uno sfogo ogni tanto ci vuole, no?
    Sara’ per questo che poi certe fantasie come pettorali scolpiti e cavalli bianchi mi vengono cosi’ facili… 🙂
    Torno a lavorare che e’ meglio…

  79. Caro Fabiano,

    da quando hai aperto la linea diretta di psico-aiuto per gli illegali in crisi sei piu’ occupato del Mago Otelma nelle notti di plenilunio: mi risolvo pertanto a scriverti, nella speranza che funzioni la corsia preferenziale per quelle che, prima che primarie pazienti, son tue affezionate amiche.

    A proposito di pazienti in pole: ho finalmente ricevuto notizie dall’amica Bee.

    Come temevi, e’andata di nuovo a ritrovar se stessa, ma almeno non e’finita in Colombia come l’ultima volta: per tua opportuna informazione, questa la missiva pervenutami stanotte alle ore 4.23 (il titolo e’ “The Bee is alive”):

    “Dear Lady Daboliu, ti scrivo dal Rif, una catena montuosa di circa 1000 metri di altezza che si staglia a ridosso della prospiciente costa marocchina tra Ceuta e Melilla, nota anche per la tolleranza 1000 verso la coltivazione del kif e, soprattutto, per la preparazione ed il consumo dei suoi derivati.
    Considerato ciò che ho fatto e visto, per dirla mutuando tue espressioni, e riducendo tutto ad un’equazione affermo che:
    Maometto : Cristiana F. = Mecca : Rif
    Laddove ti ho svelato l’incognita X = Rif.”

    Senti Fabi, pur lasciando al tuo prudente apprezzamento qualsivoglia diagnosi in merito, il mio umile parere e’ che uno di noi due dovrebbe imbarcarsi sul primo volo disponibile e riportarla a casa prima che sia troppo tardi: laddove qui mi pare che l’unica incognita sia se la ritroveremo ancora viva.

    Avrei bisogno di parlarti anche di mia Cugina She: non mi ricordo se ti ho gia’ detto che lei e Max Pelliccia si sono lasciati.

    Sai, lui ultimamente era troppo concentrato sul lavoro: oltre ad apparire nel calendario “Fotomodelli 2008” alla pagina di dicembre con uno slip rosso a cavallo di una renna, sembra che lo prendano per fare “La Talpa” la prossima stagione e quando uno ha simili impegni a pressarlo, mi spieghi come puo’ trovare il tempo per l’amore?

    Comunque, seppur comprensibilmente disperata per si’ grave perdita, ieri la Cugina She e’ passata a prendermi con un suo nuovo amico, un certo Michael modello di Vogue che, per non disattendere la tradizione familiare, ho tosto ribattezzato Mike Fur.

    Ti faccio presente che Mike Fur non e’semplicemente bello: Mike Fur e’un dio.

    Per cercare di rendere vagamente l’idea, ti faccio notare che quando siamo entrate nel nostro solito posto per il brunch si e’voltato tutto il locale, compatto come un campo di girasoli al sole di mezzogiorno.

    Appena ci siam seduti abbiamo implorato Mike Fur di riabbottonarsi la camicia, ma cio’non e’servito a distogliere l’attenzione del circondario, anzi uno degli avventori ci ha chiesto se fosse di carne e ossa oppure un ologramma.

    A un certo punto Mike Fur si e’provato i Ray Ban azzurri della Cugina She: innanzi a siffatta visione e’calato un silenzio attonito, a me e’andato di traverso il Nescafe’ e le quattro tipe al tavolo accanto hanno esclamato, all’unisono, un sonoro “Minchia!”.

    La Cugina She, a furor di popolo, gli ha regalato gli occhiali.

    Ci ha raggiunti nel frattempo Effe, un nostro giovane amico che studia alla Bocconi: mi da’ soddisfazioni perche’ lo metti al tavolo con dei bankers iper carrieristi o con un dio greco muto come Mike Fur e sa sempre comportarsi. In ispecie, quando ha visto Mike Fur che si trastullava spargendo tutte le bustine di zucchero sul tavolo, pressandolo e dividendolo in tante striscioline regolari, gli ha allungato una bancanota arrotolata per farlo giocare meglio (questo credo l’abbia imparato dai bankers).

    Piu’tardi abbiamo accompagnato Mike Fur a tartarugarsi in palestra e ho convinto l’inconsolabile Cugina She, che non ha mai visto nulla di teatro sperimentale, a seguire me ed Effe al CRT.

    Ero certa che dessero “Che fine ha fatto Baby Jane”, ma avevo letto il Corriere troppo di fretta: quello lo davano in realta’ al Teatro Studio, mentre in Triennale era di scena “‘Nzularchia”, spettacolo di due ore ambientato in un armadio e recitato interamente non gia’ in semplice napoletano, ma in comprensibilissimo dialetto flegreo.

    Non esattamente un battesimo facile.

    Non ho avuto il coraggio di voltarmi verso la Cugina She sino a che’ si e’chiuso il sipario: ero certa si fosse addormentata, invece l’ho trovata in lacrime che si spellava le mani a forza di applaudire, spiegandomi tra i singhiozzi:
    “Perche’ questa e’gente che fa una vita di merda in nome di un’ideale!Loro, Lady, ci mettono passione, ci credono veramente, come Max Pelliccia quando ha fatto il casting per la pubblicita’ di Viks Vaporub!”.

    Insomma Fabi, cerchero’ di portartela presto, anche perche’minaccia di organizzare un week-end “Models on the beach” a casa della Nonna con Mike Fur e i suoi amici e, capirai, ho il terrore che alla Nonna le prenda un coccolone.

    Io nel frattempo sto seguendo alla lettera le tue prescrizioni e mi sto concentrando nella scelta di qualcuno che abbia la mia stessa maturita’: sto pensando difatti di fidanzarmi con il giovane Effe.

    Gia’ mi vedo alla prossima cena di Studio:
    “Avvocato Windermere, cosa fa il suo fidanzato?”
    “La Bocconi”.
    “Ah, insegna?”
    “No, e’al secondo anno: sta preparando matematica finanziaria”.

    Lo vedi che sto facendo progressi?

    Lady Windermere

  80. Va bhe lo ammetto la Kinsella l’ho letta pure io… e tutti… e più di una volta … Sono recidiva, che ci posso fare?

    Esigo, pretendo e voglio il principe azzurro …

    e fu così che morì aspettando, aspettando e aspettando ancora …

  81. Bel post caro Duchesne. Come al solito.
    Un’idea che mi colpisce:
    ma chi diamine l’ha mai detto che i legali, legali o meno, debbano essere dei maschi alfa ?
    Secondo me, il 51% dei legali ha iniziato la professione perchè:
    (a) secchioni; ovvero
    (b) ripetutamente picchiati a scuola; ovvero
    (c) “figli d’arte” (uahahahahahah); ovvero
    (d) per l’appunto, desiderosi di ottenere mille rivincite sulla loro squallida esistenza.
    Ah ! Eppoi ci sono quell delusi (cioè che pensavano di potere realmente incidere nella vita).
    Ah ! Ancora, gli eterni romantici (quelli che continuano a credere).
    Voi in quale categoria ?
    Baci (solo per dare fastidio all’autore di qualche post fa).
    🙂

  82. Egregio segretario del Sottosegretario alla Presidenza, nonche cavaliere temerario, eroe da romanzo, Heathcliff de noantri,
    PEL in breve,

    e’ con estremo piacere che rispondo all’importantissima domanda sul look balneare (Liv, pensaci anche tu bene) ben consapevole del fatto che questo tipo di istanze rivestono primissima importanza nei piani del Governo della Galassia Illegale.
    Saro’ breve: bikini a triangolino con laccetti forever, ne ho di diversi colori (prefersco i toni sul blu e l’azzurro pero’), e sopra… ho da poco comprato certe tunichette in lino una bianca , una ecru, una nera… ciabattina in pelle o infradito rigorsamente rasoterra.
    Topless solo in privato, che so, unacalletta con due amiche o un fidato amante, ma non sono per lo sfoggio della nudita’, anche se devo dire che il cosiddetto bagno a (perdonate, cosi’ lo chiamavano i miei amici uomini) “palle sciolte” e’ la cosa piu’ bella del mondo… ma solo dalla barca in mezzo al mare….

    Spero di essere stata esauriente…

    LW, che dire, l’uomo piu’ giovane come il tuo Effe ha notevoli vantaggi, secondo me non hai che da provare…

  83. Cara Valin e caro Pel…a proposito del look da spiaggia…(anche se in questo momento il tempo fa schifo e sono vestita come una commessa di Zara: tailleur nero, t-shirt bianca e rigorose ballerine nere, unica nota un pò sbarazzina i pantoloni alla caviglia)…è il seguente: anche io costume a triangolo, nero con vita bassa, pareo e infradito rasoterra (stile un pò gitano, un pò disordinato), capelli rigorosamente sciolti e alla faccia del parrucchiere “schiariti dal sole”. Il punto più problematico è che ho un mese e mezzo per dimagrire 2 o 3 Kg e ritornare in forma e tonica!!
    Ce la farò?
    Liv

  84. @ Samoano. Questa storia dei maschi alfa io non l’ho capita, chi l’ha iniziata? Comunque io preferisco uscire con uomini, non con semplici maschi (alfa o omega che siano). Ricordate le “braccia forti” evocate da Mia? Però mi pare che secondo te il 51% degli illegali sia un pò sfigato, o sbaglio?
    Baci
    Carlà
    PS Ho apprezzato la maschia precisazione sui saluti “baci”

  85. Il Segretario del Sottosegretario alla Presidenza, a nome di tutto il Governo, prende atto e ringrazia, trasmettendo i documenti a chi di competenza per la decisione finale. A titolo personale, mi permetterò di caldeggiare un rimpasto.
    Il termine “fidato amante” lo trovo impareggiabile come termine, anche più del “vezzo” amato dalla Mia cara Mia. Anche perchè al plurale rende molto bene, a differenza dell’altra parola.

    Il segretario

    Le altre risposte nel post a seguire

  86. Look da spiaggia. Piede pinnato Cressi Sub già scendendo dal motorino (Carnielli 50 cc stile consegne di Armandola) ma con rigoroso calzino corto bianco, costumone ascellare a rigone bianche e blu, canotta beigiolina in materiale sintetico pezzata di crema di bombolone, cappello floscio puro pescatore con esca artificiale da luccio, occhialino da piscina Decathlon con ancora attacata l’etichetta del prezzo, borsello di finta pelle color cuoio con fibbiame color bronzo, lettino pieghevole da spiaggia, ombrellone doppio, megavaligione-freezer dimensioni container Maersk piena di salumi/caciotte/birrozzi/sottaceti/etc…borsa-cesto in finta paglia ricolma di riviste da spieggia (Chi, Novella 200o, Tronista Oggi, etc..)….e un’inguaribile voglia di cuccare…!

  87. Ritorno nella mie “consuete vesti” (ovverosia a petto nudo sul cavallo), per ringraziare le Kinsella Girls delle loro esternazioni.

    Confesso che conosco molte “giovani” donne che amano frequentare ragazzi imberbi ma sicuramente dolci e (“sessualmente”)appetibili, ma non riesco a trovare fino in fondo il significato pieno di un simile comportamento se non in un “egocentrismo adolescenziale” estremo. Anche perchè, se si desidera regredire, direi che un qualsiasi 35-40 Client/Banker di oggi batte 10-0 qualsiasi Nerd.

    Oddio, sono sicuro che un Nerd ha il suo perchè, non lo nego (romaticismo, dolcezza, desiderio sessuale irrefrenabile, allegria), ma alla fine non è Lui il problema, perchè Lui sta vivendo i suoi Anni e la sua Età. Alla lunga una relazione del genere rischia di minare le proprie certezze interiori e di sembrare una vecchia ereditiera fuori di testa piuttosto che una Demi Moore del continente europeo.

    Di Principi c’è pieno il mondo. Basta sentirsi delle Principesse e non delle Regine.

    Fabiano vado bene?

    Perchè ho fatto l’avvocato..perchè, per parafrasare il Duca, non mi sentivo molto bene…e adesso sto anche peggio..

    PEL

  88. Sempre@Pel: guarda è inutile che fai il “loffio” (tu mi capisci Trinity), quanto avevi promesso a qualcuna del Lux, se non ricordo male, non contemplava l’andare a cavallo solo “a petto nudo”!
    Carlà

  89. Non fossi in “gara” anch’io voterei io stessa per Alieno, un look come il suo farebbe sfigurare chiunque…

    @PEL
    Il fatto che a volte ci senta attratte da ragazzi piu’ giovani secondo me rimane comunque piu’ una fantasia che altro… “e daje con le fantasie” dirai tu, come darti torto…
    Ma se le mie consorelle Kinselliane vedessero lo stagista che bazzica da noi in questi mesi (irlandese, vent’anni, capelli neri, occhi blu, fisico scolpito, direi “cesellato”, praticamente un altro pianeta) credo concordebbero nel dire che, a volte, sognare e’ bello…
    Ma poi, ‘sti ragazzini, o Nerd come li chiami tu, quanti anni hanno meno della loro attempata compagna? 5-10-15-…20? Io personalmente non sono mai scesa sotto i -4 e gia’ mi sentivo una mantide!
    (molto poco religiosa)
    V.

  90. Look da spiaggia 2.0. Innanzitutto lascio il Baltic 66′ blu notte, placidamente ormeggiato nella caletta, a bordo del tenderino bianco. Atterro da solo in spiaggia indossando una normale camicia bianca perfettamente inamidata, shorts sportivi blu, piedi nudi, capelli umidi e spettinati. Unico vezzo una pipa di schiuma bianca che fumo con grande lentezza. Sistemo con un certo fastidio il tender sulla battigia e mi dirigo cupo verso il ciringuito, dove dozzine di scalmanati e scalmanate ballano cotti da diecimila watt di technohouse. Ho sbagliato posto. Ordino un rum invecchiato liscio, il meno peggio che hanno, pago, ne bevo due sorsi e scuoto la testa. Abbandono il bicchiere e torno al tender, lo metto in acqua persorro nuovamente il breve tratto che mi separa dalla barca. Tre stragnocche mi seguono su un gommoncino. Pretendono di salire a bordo, vogliono vedere la barca. Mi spiace mie care, si è alzato un ponentino che non posso perdere. Carico la pipa con un gentile omaggio dell’amica Bee. Salpo, spiego randa e fiocco e le lascio lì, sul gommoncino.

  91. Loffio, io?? Ma de che!!

    BARZA

    Vabbene, visto che siamo in tema Roma, racconto una barza/episodio realmente accaduto…

    Centro storico…estate…caldo, anzi de più…

    Traffico mostruoso…gente in auto sempre più incazzata….

    Un signore, anzi il classico burino romano……tiene per mano suo filgio..

    semaforo verde…attraversa…

    HIIIIIIIIIIIIIIIIHEEEEEEEEEEEHIIIIIIIII (inchiodata di un automobilista)

    il signore non fa una piega…si gira verso l’automobilista che ha inchiodato..alza il braccio con il figlio ancora attaccato alla sua mano e fa (da leggersi con tono di voce rauco/gracchiante):

    “AO’, SI NUN ERA MI FIJO TE LO TIRAVO”….

    chapeau…

    PEL

    PS vado a comprare le ciabatte della Ciampion (le imitazioni), quelle di gomma , per quest’estate..così cor costume aderente nero a mezza coscia staranno da Dio…

  92. Il msg di prima è stato scritto per dimostrare quanto la classe non sia acqua..così il nostro amico anonimo con le emorroidi non si sente solo…

    PEL

  93. PEL, però perchè l’uomo può stare con la giovane e la matura non può stare col giovane?
    Rivendichiamo i nostri diritti di toyboy!
    Per noi ragazzi scoparci la “donna vecchia ma figa” è una gran conquista!!!

  94. Studentboy, tocchi un tema invero interessante per cui chiederei l’opinione delle esimie colleghe. Secondo voi un 40enne single che “range” di età si dovrebbe/potrebbe dare in linea di massima? Premetto che non credo alla cazzata per cui l’amore non ha età…

  95. Stud(ent),

    assolutamente d’accordo con te. però svegliamo a queste “megere” un po’ di mentalità maschile, che alcuni concetti di base sfuggono mi sa.

    Come hai detto benissimo tu, “la “donna vecchia ma figa” è una gran conquista “…direi che basta questo per abbassare le voglie di qualsiasi donna…donna vecchia…donna vecchia..donna vecchia…rimbomberanno per un bel po’ queste parole… grazie per il contributo!

    PEL

    PS all’epoca ero anche io della stessa filo(sofia) caro stud, ergo ti capisco e ti incoraggio…

  96. Io credo che se ci si piace non ci debbano essere limiti di età! (Se non quelli imposti dalla legge e dalla decenza, i pedofili x es devono morire bastardi)

  97. Una cosa mi piacerebbe tanto sapere: che lavoro fanno i genitori di lady W. perchè se è vero, come dice, di aver fatto il liceo classico a milano, di aver preso la laurea in tempo in legge col massimo dei voti, di essere stata all’estero per LLM, immagino che i suoi non sono proprio “figli del popolo” e quindi non capisco quale sia stato il link tra lei e l’illegalità…

    200 e.l.

  98. @AlienoIllegale: ci piacevi di più prima, ora sembri comprato alla Rinascente e pronto per conquistare una LW qualsiasi. Assicurati di imparare qualcosa sui venti se vuoi sfumacchiare la pipa a vela…, guarda che il ponentino è una brezza solo romana che arriva lieve dal mare e rinfresca le serate in città, ora, pensi di poter andare a vela così….?
    Baci
    Carlà

  99. Non preoccuparti RR, la nostra nave scuola sono state le compagne di classe al liceo che ci hanno svezzato come se fossero espertissime donne navigate!
    ;D

  100. Si vabbè, lo Swan…

    vi saluto dal mio Sangermani …. ahahahahah

    Il tema delle giovani pulzelle non mi appassiona. Ho bisogno di un minimo di conversazione e di “memoria condivisa”. Se no quando parlo di Haran Benjo e di Riu mi si risponde “No, io Nigiri Maguro ” …

    PEL

  101. A 40 anni e ancora single… hmmm, mi sa che concordo piu’ con RR: come mai? Si’ e vero, con i tempi che corrono la risposta piu’ comune puo’ essere che magari e’ divorziato, ma c’e’ ancora un gruppetto di quarantenni o giu’ di li’ che il matrimonio non l’hanno mai sperimentato…
    E si divertono fin troppo a fare gli scapoli. Allora, forse li’ qualche problemino c’e’…

    PEL: come al solito hai centrato la questione… sono quelle due paroline, “donna vecchia”… fanno male, non c’e niente da fare.
    Spero, un giorno, di essere “vecchia” assieme ad un “vecchio” come me.
    V.

  102. Caro Duch,
    che che ci delizierai a breve con un altro post.
    Questi commenti non si possono più leggere! Che tristezza questi finti illegali…a parte LW.

    From W&C

  103. per quanto mi riguarda ho sempre preferito i miei coetanei. la nave scuola non l’ho mai fatta, neanche ai tempi del liceo… nè mi sono mai fatta sedurre da uomini più vecchi di me… mi piace condividere le stesse esperienze e andare avanti

  104. Meravigliose amiche,
    ma non è sempre stato (giustamente) oggetto del biasimo femminile il professionista quarantenne che esce con la dottoressa neolaureata?
    O forse l’emancipazione femminile deve per forza passare attraverso l’assunzione dei peggiori comportamente maschili.
    Mah…
    Legale
    (che non ha punto voglia di loggarsi)

  105. se è single a 40 perchè è divorziato scatta d’ufficio la richiesta di indagini supplementari per appurare a cosa sia ascrivibile il fallimento del precedente legame.

    se, invece, risulta che non abbia mai provato l’esperienza mistica:
    – o l’ha fatto per scelta (ergo se ne deduce che è un po’ allergico agli impegni)
    – o non gli è stato possibile sperimentare l’ebbrezza dell’anello al dito. E sulle possibili motivazioni si aprirebbe un capitolo troppo lungo per l’ora che s’è fatta e per il tempo a mia disposizione.

    ;D

  106. Tutti i 40enni che scrivono da utenti registrati su questo sito son sicuro che non “abbisognano” di alcuna indagine, ni preliminare ni supplementare….

    Io li proporrei come “navi (al maschile) scuola”, una sorta di Amerigo Vespucci di noi illegali…

    Sulle navi al femminile, non sia mai che una giovane fanciulla possa essere additata come bave scuola…già quand’ero io giovincello (l’altro ieri) non ce n’erano più. Adesso si chiamano veline…

    PEL

  107. Io avevo inteso che si volesse parlare delle donne 40enni … pensa un pò. Quelle vecchiacce sono off limits?
    Allora direi così: come mai un 40enne che esce con una 27-30enne è un figo ed una quarantenne in analoghe situazioni è nave-scuola e vecchia?
    Eppoi, care tutte le mie ladies e tutti i miei student boys o meno, avete un sacco di idee predefinite che potrebbero crollare come un castello di carte al primo soffio di ponentino. Beata gioventù… Posso ben dirlo dall’alto delle mie settantadue primavere!
    Baci
    Carlà

  108. Di come Bardamu ripercorse – ratto da un filo di emozione, si direbbe – alcune delle sue esperienze giovanili e, pentendosi del sentimentalismo cui si era abbandonato, tornò a parlare di argomenti seri ed impegnativi, atteggiandosi a cinico per poi concludere con una controprova della sincerità del Duchesne.

    Per mia fortuna e per motivi che ancora non mi sono granché chiari, sono sempre piaciuto alle donne più grandi di me. Dalla mia prima volta, alla storia più lunga della mia vita, dalla prima vera amante ai tempi dell’università, a qualche avventuretta fra corso como e viale umbria, tante volte sono finito a condividere le lenzuola con una signora più grande di me. Con grande e sottile piacere, lo ammetto: per un ragazzo, infatti, la donna più agée è sempre un bel trofeo e, al contempo, l’occasione per esplorare nuovi mondi e diversi sistemi di vita. Nulla da dire.
    Ah, abbandonarsi fra mani già un po’ segnate, baciare seni che – a differenza dei boccioli marmorei delle coetanee – cadono già un po’, lasciare che sia lei a pagare a ristorante perché lavora, farsi venire a prendere in università dopo l’esame di diritto del lavoro per festeggiare insieme con la sua macchina…
    Se qualche volta sono stato felice nella mia vita, è anche grazie alle belle signore che si sono lasciate prendere dal desiderio di insegnarmi qualcosa o di mettermi a parte dei segreti della vita adulta.

    Come biasimare quindi la Lady-Mimì? Questa volta solo lusinghe e niente pallonate, ma chère: fai bene a ricorrere al ragazzino, altroché! E se critiche te ne verranno, saranno parole dettate da invidia e nulla più.
    Piuttosto, fossi in te sarei indeciso su quale sentiero imboccare fra i due che tradizionalmente l’avventura col ventenne propone: il giovane sensibile, tendenzialmente emo, lettore, dolce ed insicuro, da introdurre ai piaceri del sesso majale e dello sport all’aria aperta? O piuttosto il giovin martello muscoloso e prestante, da cacciar via con una scusa ogni volta che si vuole riaccendere il cervello?
    Per conto mio, non posso che parlarti in base alle mie esperienze: la trojetta ventenne e tettuta mi è sempre garbata e può dare grandi soddisfazioni, ma solo se tenuta nel recinto dell’usa e rimanda a casa in fretta; allo stesso modo, la giovincella nevrotica e sensibile, se non si sta attenti, rischia di farci intenerire il cuore e forse addirittura innamorare – questo il motivo per cui va trattata con modi bruschi e canzonatori e sfiancata a suon di sesso quasi acrobatico, feroce e turpiloquente, fino al momento prima in cui si lascerebbe prendere davvero dalle ondate folli del sentimento, innamorandosi.
    Suum cuique tribuere, insomma, e poi via! via! via! – prima che il sentimento rovini tutto.
    En tout cas, affrettati: la scuola è appena finita, fra non molto partiranno tutti per le vacanze e a te rimarranno i soliti universitari, che in questo periodo si spremono sino alla morte per la sessione estiva. Sarebbe un cattivo affare.

    Per una volta, dissento dalla parola della fragile e fortissima Mia: mia imprescindibile regola di vita – ma questo lo sapete bene dal Voyage – è mescolare i vizi fra loro, facendoli convivere in armonia e felicità. Quindi confesso che non ho nulla con la contestualità fra sigarette buffe, vino, farinella, whisky, sesso, papaverino e chi più ne ha più ne metta. Sino a che avremo le phisique du role

    Giunto alla fine del mio prolisso intervento, non posso che sorridere al nostro Duchesne, che si è dimostrato sincero ed onesto: la giornalista che lo ha intervistato ha confermato che tutto si è svolto via mail e in modo anonimo, e di aver fedelmente trascritto. Vezzo singolare per una giornalista: ogni volta che hanno intervistato me, hanno scritto alla fine ciò che interessava a loro di dire, travisando ciò che avevo detto io. Rien d’autre.

    Votre nostalgique et bien sur vicieux,
    Bardamu

  109. Car(là),

    per principio transitivo le 40enni con i 30enni sono anche le 35enni con i 25enni, le 30ennni con i 20enni e poi il codice penale mi impedisce di proseguire….

    Student,

    conferma alla ns amica che dalla tua ottica di (spero) 19/20enne già una 28enne può essere considerata una nave scuola?

    Qui manca l’ABC della psicologia maschile, tze…

    PEL

  110. j’adore gli “intellettuali” che mostrano il loro lato rouge-noir (inteso come erotico-oscuro)…. la “trojetta ventenne e tettuta” però non credo incontrerà i favori del pubblico femminile…ma la sincerità è sempre da apprezzare, ricordatelo donne…

    PEL

  111. @ Bardamu: esperienze multiple con donne di tutte le età, veline da usare o sfiancare, giornalisti che travisano sempre le tue dichiarazioni…. Ma lo sai che mi ricordi tanto qualcuno??? Non è che la magistratura ti perseguita pure (opssss!!)???
    Bacetti
    Carlà

  112. Non bevevo Jägermeister.

    Perché?

    Perché…

    Perché?!

    Non so il perché…

    Non so perché.

    Perché?

    Adesso lo so perché…

    Sono fatti miei.

    [Mia]

  113. Di come i cliche’ siano oltremodo noiosi.

    Ci sono ventenni che non aspettano che tu li vada a prendere, ma sono sempre loro a farlo.

    Ci sono ventenni che non hanno bisogno di farsi offrire un bel nulla, giovin signori dall’educazione perfetta.

    Ci sono ventenni che ti accompagnano a vedere “Lo scafandro e la farfalla” per niente scoraggiati dalla presenza di sole altre 8 persone in sala (di cui 2 che abbandonano dopo il primo quarto d’ora di proiezione).

    Ci sono ventenni che, pur sapendoti a una cena un po’formale, ti chiedono di uscire un attimo dal ristorante e sono li’, una gamba fuori dalla portiera aperta, solo per salutarti (e ti chiedono perche’, quando esci con loro, non ti metti quel vestito giallo che riservi ai tuoi coetanei).

    Ci sono ventenni che sbatti fuori di casa un pomeriggio di tempesta ed incazzo e, non paga e non doma, ricopri di insulti via messaggio e il giorno dopo, signorilmente, fanno pacatamente finta di nulla.

    Ci sono ventenni che ti stanno aspettando per andare a vedere la partita a casa della Cugina She.

    E non e’bello farli aspettare.

    Lady Windermere

  114. Ci sono 20enni che hanno il testosterone a mille, e che sopportano tutto stoicamente in vista della vittoria finale (che non è il matrimonio e neanche la proliferazione della specie). Ci chiamavano e ci continuano a chiamare Nerd.
    W l’Italia.
    PEL

  115. DISCLAIMER

    il mio intervento non vuole assolutamente “castrare” avventure amorose e/o di altro genere. Sia tra ragazzi/ragazze, uomini/donne, donne/donne, uomini/uomini e tutti gli accoppiamenti che si vuole fare.

    Il mio intervento è finalizzato a chiamare le cose col proprio nome.

    Al bando l’ipocrisia.

    Firmato,

    Movimento di liberazione dei Nerd

  116. Giongion, mi hai tolto le parole di bocca. Però stasera i miei amici mi hanno guardato un po’ preoccupati quando l’ho detto…

    Carlà, ma ci credi che in questi giorni di euforia romana per la sconfitta delle strisce blu (tanto abbiamo vinto una battaglia, non la guerra), ancora non ho provato l’ebbrezza di parcheggiare senza esporre con la consueta mestizia il malefico biglietto?

    Vedo che si discute di età e di rapporti. Io temo di essere afflitta da una strana sindrome, l’uomo deve essere più grande di me, anche di un solo giorno, altrimenti mi prende a male. Sarà anche colpa della sorte, ma poi tutti quelli più giovani di me che ho conosciuto erano irrimediabilmente anche dei coglioni.

    (Le ultime parole famose. Si fidanzò con un maturando imberbe 3 giorni dopo).

    Trinity

  117. @Trinity, io penso di avere la sindrome opposta, anche se ho avuto anche (pochissimi) fidanzati più grandi. I nipii però non mi attirano, imberbi non sono molto appealing.
    Baci
    Carlà

  118. mi sorprendete…come non sapere che in realtà Paperino è un nipote adottivo!!!!!!
    Fu trovato una notte di pioggia, ancora per metà dentro il suo nuovo ed in mezzo ad una strada da Zio Paperone e Nonna Papera.
    A questo punto, però, mi sorge un dubbio: Qui, Quo e Qua come fanno ad essere i figli della sorella di Paperino se lui è un trovatello????????????????????????

  119. Sì ho 20 anni Pel. (anche se sto per arrivare ai 21…)
    RIngrazio LW per aver difeso la categoria, non siamo tutti degli assatanati pieni di testosterone (anche perchè il testosterone lo indiriziamo verso le maturande o quelle di quarta, più in giù è reato… almeno credo) siamo anche capaci di grandi gesti.
    😉
    Bye bye

  120. secondo me alla fine è una questione di “ottica di investimento”. se si punta al breve periodo (se una si vuole divertire senza troppi pensieri e paranoie), che ben venga il più tenero, scolpito, energico ventenne, se invece si vuole investire nel lungo periodo (innamorarsi, dare-ricevere, e tutto quello che ne potrebbe conseguire), direi di guardare dai coetanei in su. non riesco invece a comprendere le donne che stanno con uomini più vecchi anche di 20 anni (e non sono critica, giuro!) … ma visto che avviene così spesso non vedo perché stupirsi se 20 anni in più ce li ha la donna!

  121. Stud,
    Non sono del tutto sicura se “grandi gesti” sia il termine appropriato, credo invece che tra una marea di ventenni ce ne sia davvero qualcuno degno di nota e magari LW si e’ imbattuta in uno di loro… personalmente non ho avuto questa fortuna, la maggior parte sono comunque dei bambinetti, anche se bellissimi come il mio stagista-gentiluomo…
    E sono ancor piu’ rari quelli che non ti fanno sentire una “donna vecchia”, ahime’, parole tue, per quanto “figa”…

  122. “Ci sono ventenni che sbatti fuori di casa un pomeriggio di tempesta ed incazzo e, non paga e non doma, ricopri di insulti via messaggio e il giorno dopo, signorilmente, fanno pacatamente finta di nulla.”

    Lady Windermere, suoni un po’ contraddittoria: pretendi di comportarti da nevrotica cafona e di ricevere in cambio… “signorilità”.
    Se hai esagerato, ti stavano bene due schiaffoni (morali, dialettici o fisici che siano); se avevi le tue ragioni, allora il diverbio si ricompone chiarendosi. Questa “signorilità” a me pare più che altro mancanza di spina dorsale – tipica fra l’altro del ragazzo al cospetto della donna più grande di lui (e parlo prestando un orecchio alle voci interiori che mi ricordano la mia “signorilità” d’antan…).
    Ma comunque.
    La scena della mia trentenne che prende un giorno di vacanza (era illegale anche lei, ahimè…) per farsi trovare in largo Gemelli in splendida forma al volante del suo spiderino è semplicemente un ricordo delizioso, che non ha nulla a che fare con la cavalleria. Anzi.
    Chère Lady, pensa un po’: quando il maschietto è un vero cavaliere, scambiarsi i ruoli per una volta è divertente davvero. Ma per farlo a cuor leggero, sorriso entusiasta e abiti sul pavimento bisogna avere una capacità di non prendere le cose (e prendersi) troppo sul serio, che non mi sembra abbondare dalle parti di Carlton House Terrace…

    Quanto a Carlà, ammetto che, rileggendomi, mi sono trovato insopportabilmente supponente. La mia notazione sui giornalisti era in realtà intenzionata a dire che, il paio di volte che sono stato intervistato, quando ho letto l’articolo ci ho trovato non quello che avevo detto, ma quello che il/la giornalista voleva sentirsi dire già prima di fare l’intervista, e che non corrispondeva affatto al mio pensiero.
    E le tante storie… beh, avere avuto tante storie significa che per lungo tempo non si è avuta la fortuna di incontrare qualcuno con cui valesse la pena fermarsi, ne c’est pas?

    Mia, chérie, hai già bevuto un bicchiere di vino bianco tutto d’un fiato? E’ uno dei migliori rimedi post sbronza che esistano. Ci ho fatto l’intera stagione di closing 2006 bevendone uno quasi ogni mattina.

    Votre rémedieur,
    Bardamu

  123. @Bardamu, beh, in effetti, se rileggi la descrizione che dai delle ventenni veline non mi stupisce nè che tu abbia avuto “molte donne”, nè che tu non abbia trovato quella di cui innamorarti (a quanto dici…). Quando si va a caccia si selziona l’ambiente per trovare la selvaggina corrispondente, eppoi si pùò “sparare” a pallettoni o a pallini. Ecco, io, per esempio, se vedo uno che spara a pallini nemmeno lo considero. Penso che altre donne si comportino come me.
    Comunque dai, levati il cappelletto da cuore solitario, ma alla ricerca dell’amore, e goditi il tuo successo! Uno che rilascia svariate interviste ai giornali (e viene frainteso) è una persona di un certo “cual” livello ed importanza. Almeno nel lavoro sarai soddisfatto, no?
    Bacetti
    Carlà

  124. ma no, ma no! parlavo del passato. un passato che si è prolungato sino a qualche anno fa. dopo ci sono state tre storie vere e belle (l’ultima delle quali ancora felicemente in corso). certo, fra una storia e l’altra, padre, ho commesso peccato. mea culpa.

    Per parlare seriamente della caccia, della selvaggina e delle munizioni con cui si sceglie di sparare… credo che esistano diverse “stagioni di caccia” e che – per dirla con lo zio Oscar – “Felice è l’uomo che sa vivere la sua età”. Non ero serioso a vent’anni, a trenta ho iniziato ad essere serio. Felice, sempre.

    Quanto al lavoro… questo blog dimostra inconfutabilmente che del lavoro di illegale non si può – direi ontologicamente – essere soddisfatti.

    Et voilà.

  125. siete tutti così fighi, così di successo, così felici, così belli, così pieni d’occasioni, così senza rimpianti, così sapienti, così fini, così fortunati

  126. …ciao ragazzi…oggi non ho lasciato nemmeno un post…sono un pò depressa…tanto lavoro e nemmeno un pò di volgia di farlo…
    Liv

  127. Ma no ma no Liv, non essere depressa, io e’ da stamattina che sto scrivendo due procedure (mi hanno detto che faccio bene la maestrina…) e non ne vengo fuori… Ho scritto di piu’ sul blog che su word oggi!
    Chepppppalle sta giornata, per fortuna ho una bella seratina in prospettiva… naturlamente mi fanno cucinare, ma tra me e gli inglesi decisamente preferisco essere io quella che fa la carbonara…
    Baci a tutti,
    v.

  128. Monsieur… BARDAMU? Mi sfuggono i motivi del ritratto alcolico entro cui mi sono trovata immortalata quest’oggi. Io: sbronza?! È successo mentre purtroppo non me ne accorgevo? Tuttavia, contemplo come valido suggerimento l’immagine di me mattiniera alle prese col cicchetto di bianco che immediata dà la vertigine… Se invece si alludeva al mio spot-post di ieri, era per me l’unico modo possibile di dare un contributo a un dibattito dai toni, a mio avviso, tendenzialmente limitanti. [Nonché un omaggio a uno splendido quarantenne per il quale – potendo – io baratterei un bastimento carico carico di ventenni stivati in sacchi di cellophane.]

    Considerando che oggi la tematica anagrafica pare non essere esaurita, dal canto del mio complesso edipico sconclusionato e della discreta giovinezza che ancora mi caratterizza, posso dire delle mie preferenze, che oscillano peggio di certi titoli in Borsa… anche o soprattutto in base ai fidanzamenti del mio Signor Papà. Che, per inciso, con buona pace di tutti e non senza un lieve imbarazzo della sottoscritta, è uno di quelli che dai “vent’anni mentali” non si è mai affrancato, motocicletta e [sic!] culto dell’abbronzatura compresi. E se, come nel momento storico presente, la sua Signorina ha cinque anni più di me e ventidue meno di lui, quando poi ritrovo sovente la mattina nella mia cucina [uno per volta, of course] certi signori un po’ scontrosi e brizzolati ma che sanno decisamente come rimettere in riga la Mia irrisoluta persona: avrò i miei bei motivi.
    Sui Ventenni si è detto già tutto e anche troppo. Posologia: piccole dosi e possibilmente non troppo alla luce del sole, disdicevole – secondo me – l’effetto Predatrice col suo bel Fagiano Impagliato.

    And here’s to you, Mrs. Robinson…

    Mia

  129. ALIENO. Va detto per dovere di cronaca, il Vecchio, pardon, il Giovane anzi il Supergiovane è l’anti-mito fattosi uomo. Ma così è, così me lo tengo, che ci posso fare? L’ultima spiaggia è riderci su.

    Mia

  130. io penso che la maggior parte di illegali su questo sito non siano junior o praticanti in quanto ci sono interventi che – per farli- richiedono almeno 30 minuti (mi riferisco a quelli scritti in grassetto o in corsivo) e questo tempo francamente uno schiavo non ce l’ha…

  131. Scusate, un annuncio di servizio.

    Poichè ai fatti, alle sfide a duello dietro il convento delle carmelitane scalze, alle minacce ed alle sfide non sono seguiti i fatti (le chiacchiere stanno a zero..) vi significo che i mitici biglietti per il concerto dei RH non sono più disponibili.
    Grazie
    Baci
    Carlà

  132. esiste, cari illegali, una roba più incivile, schifosa, avvilente delle data room virtuali? che si fottano, loro, chi le ha inventate, e chi le organizza. trattasi, sino ad oggi, della più evidente forma organizzata e gestita di mala fede precontrattuale, il casino organizzato delle informazioni, il sistema più misleading che esista per qualsiasi compratore in buona fede. fanculo.

    [grobbelaar]

  133. dedicato a……..te. Sì esatto, proprio a te.

    I primi minuti
    di tutte le mie giornate
    li passo a ricordare te
    Vivendo di fretta
    dimentico sempre tutto
    ma non di ricordare te

    Per sempre per sempre
    ti porto con me
    e ricordandoti
    per sempre per sempre
    che il tempo lo dedico a te

    I primi momenti
    ormai quotidianamente
    li passo a ricordare te
    Se anche va male
    almeno comincio bene
    i giorni ricordando te

    Per sempre per sempre
    ti serbo con me
    e ricordandoti
    per sempre per sempre
    che il tempo lo dedico a te

    Non sto esagerando
    sei l’unica al mondo
    per me

    Marita, I primi minuti (I say a little prayer), musicata da Burt Bacharach

    …….smith………

  134. commento (del cliente) nel Q&A di una data room virtuale: “It’s very difficult to read all the present contracts in basic date without stamping them”…. adoro l’inglese maccheronico

  135. Un po’ come l’ormai proverbiale direttore di produzione che si rivolgeva sul set di “Giù la testa” a James Coburn dicendogli “You must stay on the bell with me!” nonché “Where do you go, for the roofs?”

  136. @203: sai che ho dovuto riflettere un attimo per capire cosa volesse dire il cliente?

    Non è inglese maccheronico, è un’altra lingua….

    ________
    FQN

  137. oggi si fa doppietta, come i piloti più abili.

    A white house, a white room
    the program of today
    lights on, switch on
    your eyes are far away

    The map represents you
    and the tape is your voice
    follow all along you
    till you recognize the choice

    I take pictures
    photographic pictures

    Bright light, dark room

    I said I’d write a letter
    but I never got the time
    and looking to the day
    I mesmerize the light

    The years I spend just thinking
    of a moment we both knew
    a second boss looking into
    it seems it can’t be true

    I take pictures
    photographic pictures

    Bright light, dark room

    Depeche Mode, Photographic

    …….smith…….

  138. ma dico, un advisor delle banche secondo te fa gli interessi degli investitori?

    non stai molto bene duchesne

  139. Sondaggio per maschietti:
    ALTEZZA ED ILLEGALITA’

    acete notato come di solito gli illegali con più successo nella vita sono anche i più alti?

    convenite?

  140. Quindi red, hai notato anche tu qusta strana coincidenza? (altezza, oltr 185 cm, e successo).

  141. Fammi capire. Quanto sei alto? Stai cercando di crearti un mantra per augurarti successo professionale o per darti una spiegazione del fatto che sei uno dei tanti pesci nell’acquario di uno Studio Illegale qualunque?
    ;D

    comunque poichè domandare è lecito e rispondere cortesia ti tolgo la curiosità: a dirti la verità non ritengo la statura direttamente proporzionale al successo professionale.

  142. Se la legge della L non inganna mai, sono messo malissimo (o benissimo, a seconda dei casi).

    Ma torniamo ad argomenti seri, sennò tra poco arriva la pubblicità dell’amaro Ramazzotti e poi si arriva all’Olio Cuore (sempre voluto saltare la staccionata così).

    Visto che
    a) siamo in tema di auto-analisi per alcuni ovvero
    b) in cerca di gruppi di sostegno, per altri o anche
    c) nell’angolo de “L’esperto risponde”, e che
    d) ci sono frequentatori esperti che desiderano trasmettere la loro esperienza e giovani imberbi desiderosi di consigli,

    riprendo quello che è il mio ultimo post per chiedere:

    “Ma voi, che tipo di NERD siete (stati)?” (sia la maschile che al femminile)

    Io trovo molto poco divertente la cultura machista (vale anche per le donne), che regna sovrana anche (e soprattutto) negli Studi Illegali.

    Liberiamo il NERD che è in noi.

    PEL

  143. Red, nè l’uno nè l’altro visto che sono alto solo 182 cm.

    Quando incontro illegali, noto spesso che – soprattutto se 30enni – sono molto più alti di me.

    la mia osservazione è stata comunque studiata anche in in inghilterra dove hanno constatato che il quarto della popolazione più alta guadagnava in media di più del quarto della popolazione più bassa.

    dalle mie parti si dice poi:”altezza meta bellezza” e quindi io aggiungerei anche “metà ricchezza”…

  144. Pel,
    il nerd di solito è presente negli studi illegali perchè sono i più bravi a scuola e questa è una condicio essenziale per poter entrare nel mondo dell’illegalità. poi, una volta entrati, si inizia a guadagnare bene ed allor a si tende a spendere per quello che è sempre manccato: la forma fisica. così ci si uccide in palestre e con diete e cibi particolari. l’illegale, ricordatelo, deve sempre dimostrare di essere completo a 360 gradi.

  145. #220,

    ma no, che visione degli Studi Illegali. Escludo tassativamente che ne facciano parte (in gran parte) i migliori a scuola. Proprio no.

    Ma capiamoci sulla definizione di NERD. Per te NERD può essere quello che a scuola (al liceo immagino) studiava un casino, aveva l’acne, indossava la tuta della Best Company rossa a 18 anni con elastico stretto alle caviglie e scarpetta e calza bianca, scarsissime esperienze sessuali ma tante tante fantasie, etc. Rifletti. Potresti capire che forse in quel periodo è successo qualcosa che ha influenzato la visio
    ne che hai di te.

    NERD vuol dire tante cose diverse. Noi siamo (stati) NERD. Tutti. Magari non sempre. Ma lo siamo (stati).

    Asta la NERDAGGINE siempre.

    PEL

  146. anche se interesserà pochi, pare sia imminente a milano la pubblicazione degli esiti dell’esame…

    zeta acosta

  147. I veri illegali se ne fottono degli esiti degli scritti, loro sanno già che sono passati, infatti si stanno già preparando per il preappello.

    (quelli di diu fanno esami scritti ed orali tutti nella stessa settimana)

  148. beh, anche se nel mondo illegale la solidarietà è rara, confesso che io provo sempre un po’ di emozione quando arriva questo periodo ed incomincio a vedere gli occhi sgranati ed ansiosi dei praticanti che aspettano i cartelloni!
    ;D
    forza e coraggio!

  149. Buon appetito illegali…ovviamente per chi ha tempo di mangiare!!!…oggi io ho trovato un minuto ed il menù è stato il seguente: insalatina con carote, pomodorini e tonno (rigorosamente preparata a casa), un pezzetto di crescente alle olive (rigorosamente comprata in panetteria!!!) ed infine per iniziare il pomeriggio più dolcemente Kinder Bueno bontà a cuor leggero!!!
    Bè, caro Pel, a proposito di Nerd (che suppongo voglia dire ragazzo dai 20 ai 25-26 anni max)…ho un pò di malinconia per quel perido, soprattutto dell’Università!!!
    Che ti posso dire io i primi anni di Università ero una vera secchia: studiavo sempre, mentre gli ultimi due mi sono veramente divartita!!!
    All’amica Valin, com’è andata la carbonara?!
    Ciao a tutti
    Liv

  150. comunicazione di servizio:

    da legance c’è una ragazza alta e bellissima coi capelli alla francese che quando sorride c’è sempre il sole e una brezzolina lieve

    unbelievable

  151. …grazie chetbaker…ora è tutto più chiaro (a proposito, magari lo sai già, è un’affermazione inutile e stupida, qui c’è un pub con il tuo nome!!! Visto che era un musicita magari ce ne sono migliaia!!!)…
    Meglio che mi rimetta al lavoro!!!
    Liv
    P.S.: comunque, modestamente, non sono più nerd, ma non mi allontano poi tantissimo da quell’età e ciò mi consola molto!!!

  152. @223: a proposito di Dewey & LeBoeuf, se non sai neanche di cosa stai parlando, non è meglio se teviti commenti fuori luogo?

    ricorda che é meglio stare zitti dando l’impressione di essere stupidi che parlare togliendo ogni dubbio.

    I praticanti di diui, quando accendono per la prima volta il BB in dotazione, trovano due messaggi: uno dice che il loro account BB è stato attivato, l’altro gli comunica che sono già avvocati.

  153. Ma caspita che visioni.

    La NERDAGGINE non è un modo d’essere che appartiene solo all’adolescenza/età giovanile. E’ un qualcosa che si porta dietro sempre. Lo si nasconde, ma c’è. Si vede che siete giovani (beata te Liv). Suvvia, un po’ di coraggio. Sennò aveva ragione il ns amico anonimo numero pincopallino (ci sei ancora?) che diceva che il fatto di avere un nik avrebbe limitato la capicità di espressione (e di outing).

    ESEMPI di NERDAGGINE

    Ma voi pensate davvero che:

    a) Mia non abbia mai messo le All Star fuori dalla finestra dopo averle indossate per un giorno intero (magari dopo essere uscita con un fiero e austero 40enne)

    b) Smith non abbia mai dimenticato il testo di una canzone, o magari abbia citato una canzone che alla lei di turno facesse “cagare”, con ciò pregiudiucando ogni speranza doi “cattura”

    c) Bardamu non abbia mai visto un film dei fratelli Vanzina ridendo e facendosi beccare all’uscita dal cinema dalla sua insegnante di francese mentre parlava con un chiaro accento romanesco

    d) la Windermere non abbia mai indossato un vestitino tutto d’oro per andare al Gold, cercando di ri-incontrare un tale banker che le aveva dato un passaggio in auto una volta, e che non l’ha “cagata di pezza” per tutta la sera, con ciò facendo poi dirottare i suoi gusti su “pischelli” tanto dolci e carini

    e per finire che

    il sottoscritto, guardandosi bene bene allo specchio tutte le mattine, non afferri in maniera limpida del perchè le tartarughe siano una specie protetta e in via d’estinzione…

    IMPORTANT NOTICE
    Ogni riferimento a fatti, persone e episodi eventualmente menzionati è puramente (non?) immaginario e/o casuale

  154. Insomma, una cerca di rilassarsi dopo una giornata lavorativa al fulmicotone e raggiunge qualche caro amico all’Osteria dei Binari, ameno ristorante in Via Tortona (o Bigcake come dice qualcuno che mi manca assai: Fake, where the hell are you?).

    Serata perfetta: la pioggia ci risparmia, nel giardino una temperatura ideale, chiacchere, distintivi e una bottiglia di Bollinger che occhieggia dal suo cestello.

    Perche’, io mi chiedo, se a qualcuno viene in mente che c’e’ un evento nelle vicinanze, alla parola “FESTA” le pupille di annoiati professionisti si devono accendere come lampadine, come gli occhi di Iris l’Egiziano, il mago ipnotizzatore de “Le 12 fatiche di Asterix”?

    Non so darmi una risposta.

    Siccome nella mia rubrica detengo – eredita’ dei miei trascorsi di viveuraggine – i numeri di tutto il cartello dei P.R. che si spartiscono gli appalti delle serate nella Milano da bere, vengo obbligata dai presenti a scoprire chi organizza l’evento e, most of all, procurare un ingresso preferenziale, perche’ l’unico fattore che potrebbe scoraggiare i personaggi ivi descritti e’sintetizzabile nel motto: “Se dobbiamo fare 5 minuti di una qualsiasi coda andiamo a casa diretti”.

    Questo lo scambio, fedelmente riprodotto, di sms che e’seguito:

    LW: “Chicco, passo al T35 con 4 amici: come funziona con gli ingressi? Ti trovo fuori?”

    C: “Ciao stella dammi i nomi che vi metto in lista.”

    LW: “Io, Andrea Sperelli, Elena Muti, Mattia Pascal e Zeno Cosini”.

    C. “OK. Mi raccomando abbigliamento elegante perche’ facciamo selezione all’ingresso”.

    LW: “Come no: ci vestiremo da red carpet per l’occasione”.

    La festa e’ il solito disordinato ritrovo, intorno a un free bar, di cazzari, modellame sparso, avvocati/revisori in completo ma con la cravatta in tasca.

    Vista la banalita’, non intendo pertanto soffermarmi sulla descrizione della serata: diciamo che l’unico momento degno di nota si e’verificato quando, esattamente venti minuti dopo l’ingresso, me ne stavo andando.

    Sono scesa dalla lunga scalinata che unisce i due piani del locale e mi son trovata davanti, impalato come uno stoccafisso, un mio ex collega (in completo ma con cravatta in tasca):

    “Ti ho visto scendere le scale. Mi sei sembrata..:”

    LW: “Moira Orfei?”

    “…Una, una…principessa…”

    LW: “Si’, degli elefanti. Mi sa che nel nuovo Studio ti stanno impallinando, eh?”.

    “Eh…Ma…vai gia’via?”

    LW: “Si’, la festa e’ bella finche’ dura poco. Se vedemo”

    “…Ciao…Lady”.

    (La mia corteggiamentite congenita mi lascia intendere che ci sara’un seguito).

    E, per concludere, un appunto allo sponsor della serata:

    Senta Signor Absolut Vodka, a me le sue nuove linee Pears e Ruby Red non sono dispiaciute, anche se continuero’ ovviamente, come tutti gli avventori a scrocco della sua festa, a ordinare Tanqueray Lemon ogniqualvolta mi dovessi trovare al bancone di un bar.

    Penso pero’ che un evento che debba celebrare l’immissione nel mercato di simili avvenieristiche bevande, debba osare un qualcosa di piu’ in termini di animazione.

    Non dico che debba eguagliare il Signor John Richmond che a una serata invito’ Dita Von Teese a nuotare desnuda in un’enorme coppa di Martini, ma quegli pseudo ballerini in calzamaglia bianca, con quel voile raffazzonato addosso rosso o verde (Pears o Ruby Red?) e quelle scrause mascherine carnevalizie nei medesimi colori, ecco: quelli in my opinion se li poteva agevolmente risparmiare.

    Non discuto che cio’ sia stato frutto di ore e ore di brainstorming tra pubblicitari ed esperti di marketing, ma Le faccio notare che alla recita dell’asilo di mia nipote i bambini in costume da pecorella, albero e nuvola, al confronto dei Suoi pseudo ballerini, sembravano vestiti dai costumisti del teatro La Scala.

    Lady Windermere

  155. …quando leggo il post di LW mi sembra di rileggere le pagine della Kinsella (spero che non si offenda nessuno, visto che negli ultimi mesi è stata la lettura da me più quotata!!!)…ironica, fresca, ma anche un pò vissuta e con un pizzico di malizia…
    per Pel, ora non ho molto tempo per riflettere sull’essere Nerd, ma penso che a volte guardare il Sab. Pom. Amici con mia sorella più piccola sia un sintomo (e con questo mi sarò guadagnata la Vostra Commiserazione!!!)…e se vi dico che a volte li imitiamo? (questo è veramente troppo!!!)
    …mangiare le merendine è nerd?!
    Liv

  156. Liv,

    non ti far irretire, piccola NERD (si mangiare le merendine è NERD, guardare la De Filippi..no comment). Windermer sembra la Kinsella ma poi assomoglia alla Strega di Biancaneve. Occhio alle mele.

    PEL

  157. …se pensi che non sappiamo chi è l volte la sua vita sembra un pò un romanzo stile Kinsella, no?…
    Dal blog ho evinto che noi legali-illegale siamo pieni di contraddizioni?!…

  158. ehi duch,
    oggi da G.B. c’era la mortazza!!!
    con ratatouille di verdure (irrinunciabile), ma pur sempre mortazza…..

  159. ebbi a sostenere che la isde fosse la versione a-sofisticata della mia
    la liv è la versione a-sofisticata della isde
    di questo passo, dove andremo a finire?
    (senza offese, liv, che la semplicità è un pregio e comunque meriti rispetto perché hai il nome di quell’entità astratta che ballava da sola e si innamorava di jeremy irons ma giaceva col nerd riccioluto sui colli senesi. e va bene così…)

  160. …certo è difficile trovare persone che sono sempre lineari o meglio sempre coerenti…però mi fa sorridere pensare a Bardamu che va a vedere Vanzina, oppure un illegale incravattato che si ingozza di merendine e così via…

  161. Difendo Liv a oltranza.
    Giudicare è sempre molto facile. Non voglio scendere nel volgare per descrivere attività “anonimamente NERD”, ma l’onanismo solipsistico in una salle de bain davanti allo specchio (che notoriamente ingrossa) può forse rendere in maniera sfocata il mio pensiero.

    PEL

  162. …grazie Pel…
    direi più che complessa…contorta…
    e lo stile del blog è quello per cui mentre si scrive anche l’illegale più illegale si scioglie il nodo della cravatta oppure anche la illegale più illegale si toglie per un’attimo la scarpa tacco 14…
    Dai le ultime discussioni hanno riguardato look da spiaggia, alcolici ecc…ecc…verrà anche il tempo delle discussioni più serie, ma non mi sembra che sia oggi…

  163. Non mi toccate la Liv eh?
    PS: cara, la carbonara e’ andata benissimo ieri sera, ci ho messo l’anima! Davvero a volte mi ci vuole cosi’ poco per distrarmi…

    Vediamo invece… a riguardo del tema nerdiano…
    1. Ho posseduto per anni dei pantaloni di una tuta da ginnastica grigia con l’elastico sulle caviglie! …ma vestita cosi’ mi ha visto solo mia migliore amica…
    Ah! l’ho detto, ora mi sento meglio…
    2. Appena posso mi compro ancora i Giambonetti (avete presente?)
    3. Nei momenti di bisogno leggo romanzetti scipiti (che la Kinsella a paragone e’ Gertrude Stein), da qui probabilmente la mia fervida immaginazione riguardo cavalli bianchi etc etc…
    Il resto mi verra’ in mente.
    Besos a todos,
    V.

  164. Liv,

    il gestore di quel locale deve avere ottimi gusti in fatto di musica.. 😉
    Non so quanti ce ne siano in giro.. il più nominato [su google] sembra essere quello di Bologna.

  165. @210: beh insomma è del tutto evidente che duchesne o non è un illegale, o è il più teneramente ingenuo tra gli illegali.

    (nussbaum)

  166. Io sono per alternare discussioni serie ad altre meno serie (ve prego poca politica con la pi minuscola però). I giambonetti non so proprio che cosa sono.
    E Liv, la cravatta allentata non se po’ guarda’. O non la si indossa (come il sottoscritto oggi) o la s toglie, oppure la si tiene stretta.

    In tema di scarpe, anche togliersi le scarpe quando si entra in casa per non rovinare il parquet non è male. Il tacco 12 o la suola della church’s (ma anche le Nike rompono) sul mio Iroko sono davvero da evitare.

    PEL

  167. una cosa per volta:

    @I Giambonetti sono dei salatini al sapore di prosciutto (se non sbaglio), golosissimi… li mangiavo da bambina e non li ho mai più trovati in giro… quindi cara Vali se mi dai qualche dritta su dove comprarli…

    @Salvaguardia del Parquet: fondamentalmente sul parquet si va a piedi scalzi…

    @discorsi seri: come la mettiamo con i 4 sfigati che stanno manifestando davanti alla fieramilano contro MilanoExpo? ma la gente non ha proprio nulla da fare?
    io mi sono goduta la presentazione del progetto in digitale e avevo quasi le lacrime agli occhi
    ladygx
    ministro dell’ambiente

  168. Cavolo ladygx,
    io li mangiavo al liceo, mi sento vecchia…
    Purtroppo vivendo ora nel Granducato piu’ piovoso del mondo non riesco piu’ a trovarli, ma quando torno in Italia di solito li scovo in qualche alimentare un po’ scrauso, di quelli fuori mano… ti terro’ informata…
    Rigurado al disocorso serio (MilanoExpo) riporto paro paro un vecchio detto di mia madre: “have your hair cut and get yourself a job”.

    V.

  169. Fatemi capire: la Lady ha una nipotina che va già all’asilo? Precoce il fratellino (che le rubò la scena nella sua infanzia), oppure è già nonna? :-))) Scherzo nessuno si offenda!!!!
    – Il Capotreno –

  170. Ladyna,

    no in effetti i Giambonetti mi sfuggono. A me piacciono i crostini della San Carlo (quelli che si dovrebbero mettere nel minestrone, presente?): anche questo non è molto da tartarugo, ma più da NERD. Ma tant’è.

    Il piede scalzo lo vedo bene ovunque, figurarsi sul parquet di casa mia. Lì è perfetto. Se poi si accompagna ad un bel piede femminile, tanto meglio. La nonna la lascio camminare invece con le scarpe. Meglio non avere sorprese.

    Sull’Expo, ah! Progetto digitale, visione on-line. Bene bene, speculazione (?). Per gli Illegali l’Expo rappresenterà certamente un volano di mandati. Io sono a favore. E’ una grande occasione per la Nostra Città per tornare a essere Grande. Da non sprecare.

    PEL

  171. un saluto velocissimissimo al sapore di panino GiBì aglio-rosmarino-crescenza defecata dalle mondine dell’oltrepò pavese (ps: se mai avrò una figlioletta, la chiamerò ròsmarina….con l’accento sulla prima sillaba, suona proprio bene, nevvero?)

    detto questo, l’amico del coinquilino del fratello del collega di un mio ex collega lavora da diui. lui dice che in realtà è un posto abbastanza di merda. con tutti i lati negativi degli studi illegali. e infatti sta mandando cv in giro, e usa anche me come placement contact.

    tornando alla discussione iniziata e poi abortita qualche commento fa, io concordo con ladygx. anche secondo me ‘nta la coppia è meglio essere coetanei. scoprire insieme le cose è più bello.
    …ecco…dopo sta botta di romanticismo, mi sta salendo il rigurgito di acido gastrico 😉

    carlà cara, il mio silenzio è purtroppo dovuto al fatto che il giorno del concerto non sarò a milano. vorrei esser meno vago e spiegare ben benino cosa riesce a portarmi fuori milano proprio i giorni del concerto, ma farlo consentirebbe la mia immediata identificazione nel mondo reale….ergo,taccio. mi spiace però assaje. anche perchè stai sicura che se potevo venirem, ti avrei fatto una proposta che non potevi rifiutare! 😉

    salutzi

    ps: essendo io fine esteta et artista provetto, l’akltro giorno ho visto una locandina suy una mostra di quadri di tale francesco gianni. il sottotitolo diceva “un avvocato prestato alla pittura” (o “un pittore prestato all’avvocatura”, non ricordo più bene [cit., mia ;)]). ecco, the question is: ma è lo stesso francesco gianni name partner dello studio illegale vittima degli scissionisti 🙂

    ps2: se qualcuno è intenzionato ad andare a vedere l’adattamento teatrale della kristof a milano, teatro degli elfi, non lo faccia! vi rubano i soldi, è un furto. ho scritto personalmente alla kristof, dicendole che in pratica è come se le avessero maciullato i libri

  172. @ 254/255

    io l’esame l’ho già fatto e passato e quinddi non mi tange.

    però memore della tensione di quando aspettavo i risultati, vi dico che siete due grandsissimi figli di baldracca in calore. questo è terrorismo e se vi prendo vi riempio le orecchie di brie.

    i risultati comuqnue sono usciti solo a bari e trento. a milano usciranno tra venerdì e lunedì. la percentuale è sul 60%. questo è il verbo.

    @ pel: “la Nostra Città”. la “Tua” città, prego. e dimmerda, aggiungerei io.

  173. @Vali, tranquilla, non credo tu sia più grande di me … li mangiavo da bambina, tutto qui. Al liceo non li ho mai trovati, ma probabilmente si è trattato esclusivamente di un problema di distribuzione del prodotto 🙂

  174. Lord,

    Milano è la Città Illegale by definition. Non è la mia, non è la tua, è la Nostra Città. E la Nostra Città svetterà sul Tetto del Mondo. Fanculo agli altri.
    PEL

  175. @Lord: cavolo Lord! Non me lo dire che sennò poi mi devi uccidere…. non voglio saperlo! Siamo pieni di gente importante qui: chi rilascia interviste sui giornali (non mi riferisco al Duc), chi non può parlare, chi fa cose che (addirittura!) vengono menzionate sul Sole…!!!
    Comunque, maschietti miei cari, come volevasi dimostrare si è avverata la mia profezia di solitudine.
    Tutte le ladies sanno bene che chi parla parla…. Comunque voglio crederti sull’offerta che non avrei potuto rifiutare (lo dici tu lo dici….), tanto siamo sempre nel periodo ipotetico dell’irrealtà.
    E’ solo per completezza che appare appena il caso di evidenziare come le tue confessioni siano sicuramente confessorie e le giustificazioni rese del tutto inconferenti ed irrilevanti rispetto al comportamento tenuto (il silenzio….).
    Baci
    Carlà

  176. cara Valin, come ti capisco anche a me cucinare fa bene all’anima;
    ma io non ho mai sentito quei crostini al prosciutto ed è ben strano perchè di solito su queste cibarie sono molto aggiornata secondo me hanno avuto una distribuzione limitata;
    …per pel anche io mangio i crostini san carlo…non nel minestrone!!!

  177. Car,

    è passato è passato quello stronzo col carrellino. Però mi ha detto che oggi le pillole sono andate a ruba e non ne aveva più. Sti_ca(zzi).

    Sul concerto: no, dai non ci posso credere che l’immagine degli uomini sia questa. Gente che parla parla e non combina un’acca (tanto per non essere sempre volgari). Io non ci sto. Uomini, scusate, cerchiamo di non dare adito a queste LEGGENDE.

    Ok, mi è venuto un languorino. Coca e crostini San Carlo. Mando qualcuno a comprarli.

    PEL

  178. @Pel, non tutti gli uomini si limitano a parlare, c’è anche chi non lo fa e si dà una mossa.
    Trovo FANTASTICO che tu mandi qualcuno a comprarti la merendina… da vero illegale…
    PS Si, anche la litigation rientra tra le attività degli illegali, ma solo se è litigation e non contenzioso.
    Baci
    Carlà

  179. Car,

    Guarda mi verrebbe da farti una battuta sull’illegalità. Ma soprassiedo per questa volta.

    Quanto al principio dell’azione da te evocato, concordo. Io sono old style. Ma non posso non notare che il tuo sia un mero tuzionismo difensivo per sviare il discorso dalle proprie manchevolezze.

    Bei tempi quando ero Litigator…

    Mo’ magno, scusat…

  180. @ carlà. gioia mia cara, ma chi ha mai detto che vado a fare cose importanti segretissime ecc ecc.?? ho solo detto che se scrivo qui il motivo per cui non sarò a milano quei giorni, in quattroequattr’otto il mio dirimpettaio di scrivania capisce che io sono il tizio che posta commenti col nick lordlawyer. e la cosa mi dipsiacerebbe, sopratutto perché poi verrebbe a sapere che lo considero un minus habens, e so pure che lui è in studio solo perché raccomandato-parente di un politicante della prima repubblica.

    however, mi par di capire che mi dai del quacquaraquà, o no? 🙂
    a parte che comunque i biglietti si trovano pure su e-bay…..ma allora usavi i biglietti per altri scopi extraconcertistici…eh furbettina!!! ti abbiamo sgamato!! e me lo potevi dire scusa, io mica son qua a broccolare ;))

    comuqnue dai, al mio ritorno a milano ti porto un regalino per farmi perdonare. però posso anche chiedere al fake di lw se lui vuol venire al concerto…

    @ valinlux. quanto ti invidio! a me la carbonara viene sempre una ciofeca…..non imparerò mai, temo.
    ma tu quante uova ci metti? io calcolo una per persona + una “per la pentola”….ma mi si asciuga semrpe, sigh.

  181. Buon appetito my dear PEL…

    Liv e Ladygx, io me ne vado, oggi mi hanno davvero fracassato… necessito di un bicchiere di vino (ahime’, senza Giambonetti!) e ormai sono in delirium tremens… altro che pillole mi ci vorrebbero…
    See you tomorrow,
    V.

  182. @Lord: un rosso per persona piu’ un uovo intero “per la pentola”. Trucchetto: non versare l’uovo tutto insieme ma lentamente, “a filo”, sulla pasta e contemporaneamente mescolare, cosi’ rimane fluida e non si asciuga. Provare per credere.

  183. Ladyna,

    no il praticante no, che sennò mi denunciano all’Ordine per violazione del famigerato art. 26. Solo quando c’ha fame/sete anche lui/lei/loro (è/sono asessuato/a/i) mi permetto di chiedere. Anzi mi chiedono se voglio qualcosa e concedo il permesso di libera uscita. Sono molto democratico in effetti.

    PEL

  184. Ciao Valin, io qui ho ancora un pò da fare…anche se ci vorrebbero un pò di quei crostini san carlo con un bel bicchiere ben pieno di vino bianco, fermo, freddo!!!
    …pel mi affido a te per l’ordine dell’aperitivo…

  185. PEL visto che si prevede un ritono del brutto tempo e un brusco calo delle temperature nei prox giorni ti consiglierei di approfittarne per prepararti un bel passato di verdure (la vellutata della Findus è spettacolare) poi ci schiaffi dento i tuoi crostini san carlo e un po’ di ricotta fresca: la morte loro!
    pasto rapido, completo e sano

    ;D

  186. @Lord, mamma mia come sei suscettibile (coda di paglia?)!!
    Dai che se il fake di lw ti dice SI è una figata!
    Per la precisione: mai detto o pensato di avere l’esclusiva della vendita dei biglietti.
    Comunque il senso del mio intervento precedente è che non c’era alcun bisogno che tu mi dicessi perchè non eri più interessato all’acquisto, ma solo di dirmelo però: normale cortesia.
    Quanto all’uso surrettizio della vedita dei biglietti da parte mia a fini broccoleschi…., credo che l’illazione si commenti da sola, e cioè, come diciamo a Roma, ma chi sei abituato a frequentare, scusa?
    Baci
    Carlà

  187. Pero’ a me i crostini san carlo in effetti piacciono nel minestrone/nella zuppa, mangiati da soli dopo un po’ mi stomacano…
    Aperitivo preferito?
    Io senza dubbio un Americano.
    V.

  188. @ Liv: più che cremoso, se lasci il bianco con la pasta bollente ti viene fuori una frittata. Io nemmeno metto il tuorlo a filo: direttamente in scodella con pecorino e pepe e poi si mischia velocemente, olio di gomito cari, il tutto con la pancetta soffritta….. ODDIO CHE FAMEEEE!!!
    Carlà

  189. re carbonara

    anch’io metto solo tuorli, e per la quantità vado abbastanza ad occhio. Se viene troppo asciutta si può aggiungere un altro tuorlo o al max un filo di latte, ma sarebbe meglio evitare…

  190. lord, guarda che ti confondi con quella baldr** di tua madre
    poverina, l’altro giorno era lì per l’ennesima che leccava via la ** di tuo padre dal ** di tua sorella
    (però diglielo che hanno alzato troppo i prezzi dello spettacolo)

  191. Tuorli, pecorino, pepe nero macinato fresco e, il mio tocco personale, una grattatina di noce moscata, mescolare bene in una scodella e versare a filo sulla pasta gia’ scolata e mescolata con la pancetta che e’ stata precedentemente soffritta.
    Latte solo in casi estrema arsura… ma come dice la ladygx, meglio di no…
    Raga, che fame… stavolta giuro che tra dieci muniti me ne vado sul serio, mi aspettano al bar…

  192. …altre due ricette romane che adoro sono il cacio e pepe e la gricia…favolose, per fortuna che da poco hanno aperto un ristorantino romano vicino al mio studio carinissimo dove ho assaggiato queste meraviglie….dimenticavo anche i salta in bocca sono favolosi!!!

  193. Allora Girls,

    prima il serio e poi il faceto.

    Litigator(s) de todo er monno, si dice anche TUZIONISMO e non solo TUZIORISMO, vero? Grazie per essere d’accordo con me.
    Ok, chiuso il serio si passa al faceto.

    Vedo che siete tutte delle Carbonare. E’ la ricetta base che insegnano tutte le mamme/nonne/chef dei corsi di cucina per sfamare qualcuno. Direi che le opinioni difformi non mancano. BTW faccio da cavia e mi offro volontario. c’è solo da concordare il calendario. La prox volta cucino io. Promesso.

    PEL

    Sono arrivati taralli pugliesi al posto dei crostini..ahahah…buon appetito..

  194. …se volete io posso preparare l’antipasto: prosciutto di parma all’aceto balsamico…non vi preoccupate non vi avveleno, a differenza della carbonara che non è proprio la mia specialità questo si!!!
    Far sciogliere una noce di burro in padella, versare l’aceto balsamico fino a che non evapora l’alcol dopodichè versare panna liquida, permigiano reggiano, pepe bianco, nero, un pò di sale, amalgamare il tutto ed infine versarlo su un letto di prosciutto di parma tagliato fine.
    Liv

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...