LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI A NOI CI FA RIDERE

Scendo dalla carrozza e mi ritrovo sulla banchina della stazione di Treviso Centrale. Sono solo, non fosse per un cucciolo di westie che mi ringhia addosso da dietro una cancellata. Gli mostro i denti in un’espressione da squilibrato e l’animale impazzisce di rabbia. Mi allontano continuando a fissarlo e a mostrargli i denti nello stesso ghigno da pazzo.

– “Non ha niente di meglio da fare?”, mi domanda una signora mimetizzata ad un lampione.

Mi faccio serio. Sto per dire qualcosa tipo “ha cominciato lui”. Scelgo di dileguarmi in silenzio.
E’ quasi l’una di notte.
Mi sento spossato. Il proposito di studiare le carte durante il viaggio, in vista dell’incontro di domani, è stato frustrato dalla compagnia di un signore raggrinzito seduto di fronte a me, desideroso di farmi avere notizie della figlia.

– “Una ragazza molto, molto in gamba, un chirurgo affermato, attenzione si dice chirurgo anche se lei è una donna, e che donna, bella, di carattere, non ci vediamo da quattro anni, da quando è morta la madre, non mi vuole più vedere, chissà per che colpe poi, rivangare il passato non ha senso, certe storie sono chiuse. O no?”
– “Mi spiace, mi spiace davvero”, ho detto sovrappensiero e, nel tentativo di troncare lì la conversazione, ho aggiunto: “La vita alle volte…”

Cosa fa la vita alle volte?

– “Sa essere crudele”, ha terminato l’anziano, fissandomi nel riflesso del finestrino.
– “Crudele. Esatto”, ho ripetuto, ricambiando lo sguardo.

Mi sono sentito inquieto. Alzandomeli all’altezza degli occhi, sono tornato ai miei fogli.

– “Però è in gamba, sa, un chirurgo, trentacinque anni e già opera, tutto, pance schiene facce, il cuore non si può, ci vogliono le specializzazioni particolari.”
– “Gliel’ho detto. La vita alle volte sa essere crudele”, ho provato di nuovo a chiosare.

Crudele. Guardo il vecchio che ora scruta incuriosito una goccia di condensa sul soffitto dello scompartimento, mugugnando qualcosa. Guardo i miei vestiti completamente spiegazzati. Guardo i fogli del fascicolo, sempre più offuscati ai miei occhi.
Crudele.
All’altezza di Montecchio Maggiore, stremato da racconti di oscure colpe passate, ho deciso che tanto valesse cercare di riposare. Ho chiuso gli occhi nel tentativo di mettere a tacere il vecchio e, dopo una ventina di minuti trascorsi sforzandomi di non aprirli, devo essermi assopito davvero. Così suppongo, non tanto per il fatto che mi sono svegliato riposato – tutt’altro – quanto perché, al mio risveglio, sul risvolto sinistro della giacca ho notato un rivolo di saliva in fase di allargamento. Mi sono passato una manica sulla bocca e mi sono guardato intorno imbarazzato. Ma ero rimasto solo. Il viaggio è proseguito tranquillo. Nessun anziano, nessun chirurgo, nessun documento da analizzare. Solo io e la mia saliva che andava seccandosi sulla giacca.

La stazione di Treviso è un’oasi ferroviaria. Tranquilla, piccola, in centro città.
Da lì, mi dirigo a piedi verso l’albergo, un modesto tre stelle, scelto per non caricare il cliente di troppe spese. Non ci faccio molto caso di solito. Nelle trasferte lascio da parte ogni pudore: chiedo alla segretaria di selezionare i migliori alberghi, nelle zone più esclusive, e prenotare quello con il nome più lungo. A Parigi ho alloggiato al Best Western Etoile Saint Honorè Hotel. A Londra all’Hyatt Regency London The Churchill Hotel. A Roma all’Aleph A Boscolo Luxury Hotel. Ma qui a Treviso non me la sono sentita. Di nomi lunghi non ne abbiamo trovati.

– “Duchesne”, esordisco. “Ci dovrebbe essere una stanza prenotata a mio nome.”

Una graziosa signorina intorno ai trent’anni mi accoglie alla reception, mostrandomi con uno sbadiglio, trattenuto senza convinzione, una certa impazienza per il mio arrivo. Dietro di lei, in bilico sopra ad un ripiano, penzola un’aquila imbalsamata nella posa di chi in fondo se l’aspettava.

– “La stavamo aspettando”, dice guardando l’orologio. “Un po’ prima, magari.”
– “I treni. I soliti ritardi”, provo a giustificarmi.
– “Ha un documento con sé?”

Glielo porgo.

– “Non faccia caso alla foto”, dico appoggiando un gomito sul banco. “Quel giorno mi ero svegliato da poco e non le dico la sera prima, altri tempi quelli, pensi che…”

Ma la signorina mi restituisce la carta d’identità senza nemmeno aprirla e i miei tentativi di mostrarmi brillante naufragano sulla frase: “La colazione viene servita dalle 8 alle 10”. E’ stato il nostro unico scambio di battute. Il giorno dopo, al check-out, avrei trovato ad attendermi un obeso con la barba a chiazze e il dialogo non sarebbe andato molto più in là di:

– “Frigo bar?”
– “Le noccioline”.

Salgo al primo piano, apro la porta e mi lascio cadere a corpo morto sul letto. Rimango alcuni minuti immobile, guardando gli ornamenti sul soffitto, poi mi rialzo a fatica e, lentamente, comincio a spogliarmi. Con i calzini ancora addosso e la camicia sbottonata per metà, mi accomodo sul gabinetto per orinare, tenendo tra le mani una bustina di arachidi tostate, troppo stanco per farlo in piedi, troppo affamato per aspettare di mangiare. Sgranocchio le noccioline e sento la nostalgia di Milano impossessarsi di me. Un uomo sul gabinetto di un albergo che rosicchia noccioline è un uomo molto solo, penso. L’influenza di Giuseppe partorisce risultati.
Nel giro di pochi minuti ho lavato i denti, ho infilato una maglia e sono sotto le lenzuola cercando di dimenticare che non ho letto ancora nulla dei documenti che dovrei conoscere per la riunione di domani. Agguanto il telecomando e accendo la televisione. Digito il numero 125 – codice della stanza – seleziono tra le diverse opzioni e il film ha inizio. In un aeroporto, un ragazzo ben vestito, con ventiquattrore e giornale, attende all’uscita 13 che si proceda all’imbarco. L’imprevisto è dietro l’angolo. Un’addetta alle pulizie gli si avvicina. L’uomo la invita in uno sgabuzzino. La ragazza gli mette la mano sui pantaloni. Lui le lecca il collo. Intanto che l’uomo dai genitali innaturalmente glabri sfila le mutande alla ragazza che fino a pochi minuti fa era una semplice addetta alle pulizie dell’aeroporto ed ora è piegata in una posizione che – così a prima vista – non mi sembra naturale, la mia testa si fa pesante, mi appoggio su una guancia e prendo sonno serenamente.

Annunci

300 Pensieri su &Idquo;LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI A NOI CI FA RIDERE

  1. questo post riassume le due cose che mi intristiscono di più: viaggiare da sola e dormire da sola.

    almeno c’erano le noccioline!

    ciao, Muccaviolaoriginal

  2. Duch,

    che dire…mi ricorda tante delle mie giornate in questi ultimi 5 anni (da quando mi sono trasferito in Italia).

    Forse starò male anche io ma almeno vivo nella speranza di tornare un dì nella mia isola dove il tempo è una variabile non fatturabile.

    Ciao Duch e buona giornata!

    Il Professionista Cubano

  3. Ho vissuto in hotel per 3 mesi, cambiando stanza, e spesso hotel ogni settimana, ma non cambiavo mai la città.. alla fine mi svegliavo di notte e non sapevo mai dove mi trovassi…accidenti…

  4. i pornazzi in trasferta sono un classico! finiscono nel conto come “altre spese”! 😛
    ti fanno sentire meno lontano da casa..lol

  5. @Duc… oddio, la parte più gelidamente squallida è quella in cui mangi le noccioline mentre fai pipì seduto sul gabinetto….
    Oddio, non riesco a riprendermi dallo sconforto….
    Questo è un brano di letteratura!
    Oddio……….
    Carlà

  6. un po’ di amara solitudine, ma quando si viaggia per lavoro è quasi sempre così…

    il viaggio in treno, l’albergo, la ragazza della reception… la tristezza che aleggia e la sensazione di trovarsi in un posto che non ti appartiene mi fa tornare alla mente l’inizio di uno strano film di Jim Jarmush in bianco e nero …

    ben tornato, duchesne

  7. @Carlà, mi rendo conto che l’immagine di un uomo seduto che fa pipì e mangia noccioline crei sconforto ma, forse questo vale per noi maschietti, in molti casi è la realtà…pensa a volte si va anche oltre la pipì. Secondo me quello la riflessione che tutti noi dovremmo fare è:ha senso tutto ciò? Perchè ci siamo ridotti così? Belle macchine? Spesso andiamo in taxi. Begli abiti? Spesso solo i nostri clienti li vedono. Belle case? Beh lavorando regolarmente fino alle 23.00 a volte anche nei w/e casa mia la vede più la signora che mi fa le pulizie.
    Più leggo il Duch e più penso che un giorno quando avrò un discreto gruzzolo mollerò questo lavoro, le giacche, le cravatte e i nostri amati clienti del cazzo e aprirò un bar al mare…ho già individuato la location…..Adesso vi lascio, devo studiare dei documenti da discutere con un cliente…
    Besos
    El Professionista Cubano

  8. ma che c’entrano i numeri primi?? voi l’avete letta “la solitudine dei numeri primi”? che ve ne pare??

  9. NON so se sia copiato (almeno l’incipit) ma lo reputo un gra pezzo di letteratira.

    Duch, il jhon fante italiano…

    P.S

    comunicazione di servizio: chi mi sa dire quanto pende un PQ2 di DLA?

  10. Ma solo a me ha fatto un po’ schifo questo post? la saliva, l’urinare, il pornazzo? cosa c’era di interessante? se voleva essere pulp, secondo me è stato solo volgare!

    G.

  11. il post di duchesne trasuda stanchezza, amarezza, solitudine. sembrano lontani i tempi in cui le nottate insonni del nostro davanti ad un espiei era accompagnata dal tocco lieve dell’ironia. prima il sorriso (suo e nostro) era liberatorio, ora solo la brutta imitazione di un ghigno.

  12. Bravo Professionista, hai compreso lo spirito del blog.
    Del resto già lo dissi un po’ di post fa, duchesne non ha aperto questo blog per ridere un po’, ma perchè ultimamente non sta bene e forse ci sta dicendo che la vita da illegale, tanto osannata sul blog, è un po’ una vita di merda (mi si corregga se sbaglio)
    – Il Capotreno –

  13. eh già…
    Forse ha ragione Capotreno, ma tant’è… forse tutti siamo un pò Duchesne, forse si fa finta che sia tutto eccitante, adrenalinico, scoppiettante. Ed in fondo, quando si può, ci si ferma a pensare che in fondo, ma in fondo, beh, meno male che suona il telefono.
    JtR

  14. Vado controcorrente,

    questo post è noioso, stantìo, scontato e grigio,

    ormai questo blog appartiene, e mi duole molto constatarlo, a quella egogentrica di LW, non + al Duca.

    GP

  15. “Tanto osannata nel blog….”

    Ma, Capotreno, ma dico, ma stai bene? Ma chi ha mai osannato la vita dell’illegale in questo blog (a parte, forse, ma non ne sono nemmeno troppo sicuro, LW?)

  16. Comunque sempre bravo il nostro Duchesne. Questo post mi ricorda certe descrizioni di Simenon, personaggi in viaggio persi nelle nebbie di una certa provincia francese…Comunque a me Treviso è sempre piaciuta per:

    i. straordinaria bellezza della città;
    ii. elevata concentrazione di splendide donne;
    iii. cucina spettacolare

  17. con questo post duch è tornato il leone che conoscevamo, con tanto di citazione!!!
    a presto
    -Billy Pilgrim-

  18. Duch, sono quasi certa che nel lontano 2001 alloggiai anche io nello stesso hotel di Treviso…sempre per motivi di lavoro…
    quanto è piccolo sto mondo ….

    Bond Girl

  19. Cubano,
    se volevi sollevarmi lo spirito…. ti comunico che non ci sei riuscito. Inoltre, ora ho davanti l’immagine di “voi maschietti” che fate altro e non riesco a liberarmene.
    Miaaaaaaaaa dove sei?
    Carlà

  20. Bel post: bel post; bel post.
    Lo spaesamento indotto è acuito dalla presenza di numerosissimi nuovi commentatori registrati. Davvero strano. Strano come scoprire che l’interruttore della luce del bagno si è spostato, dall’ultima volta (sai che si è spostato, e che non è la memoria ad ingannarti, solo se hai letto PKD).
    Infine: Treviso. E’ un po’ che voglio visitarla, penso che ci andrò nei prossimi giorni, cogliendo balzo e palla. Farò il giro degli Hotelz fino a scovare l’aquila.

  21. Mah, guarda 28, io questo blog lo seguo dall’inizio, dal primo post. E ti cito solo la diatriba tra la vita del legale e quella dell’illegale (così come vi definite). Comunque sì grazie, sto molto bene. Anzi, mi scuso col Duca per il ritardo del suo treno.
    – Il Capotreno –

  22. Neanche la forza per una sega…grande amarezza, Duca, grande amarezza.

    Dicevamo le lasagne rosse per definizione, giusto?

    Minosse

  23. Caro LS, dimmi cosa ci fai tu col post di BV che parla di “amaro sapore in bocca che sa di realismo verghiano” a commento del post del Duke che si guardava un pornazzo?
    eh?
    COSA CI FAI?

  24. @Carlà: la cosa bella del post del Duch è che riesce a dare un’immagine del mondo reale in maniera schietta e senza finte ipocrisie…La realtà che lui descrive molti di noi la vivono, la hanno vissuto e la vivranno…that’s it!
    Ma passiamo ad argomenti più faceti….il tempo sembra stia muovendosi verso la cacca (per restare in tema..) mi spiegate cosa fanno i milanesi and/or i lombardi quando quando il w/e piove? Ovviamente mi riferisco ai non illegali visto che questi ultimi normalmente lavorano…Insomma che fanno sti milanesi? Stanno a casa? Vanno al cinema? Trombano? Io sono 3 anni che ormai sono fisso a Milano e vi giuro che non l’ho mai capito!
    Io solitamente con il tempo di mierda mi dedico alla cucina e mi gusto un buon sigaro rileggendo i discorsi del Che e sorseggiando Ron…Ovviamente quando non mi devo fare il culo nei w/e per soddisfare le richieste di un qualsiasi cazzo di cliente/partner/altro che non è proprio soddisfatto dell’ultima clausola del suo contratto….

    Hasta lluego

    El professionista Cubano

  25. Secondo me giocherà da solo….
    (asserendo poi che il trastullarsi è un’arte è un modo sublime anzichenò di trovare piacere che a noi volgari e bassi individui che amano la congiunzione carnale non potremo mai provare)
    Besos
    Sandy

  26. LW: “Pronto Fabi, ti disturbo?”

    Fabiano: “No. Stavo leggendo l’ultimo post del Duca. Penso che dovresti lasciargli il mio numero di telefono”

    LW: “Non ci penso nemmeno. Homo faber fortunae suae: che si arrangi. E non farmi perdere tempo che ho i minuti contati e questa storia della bidimensionalita’ va risolta quanto prima.”

    Fabiano: “Ma dove sei? C’e’ un fruscio di vento che disturba la conversazione.”

    LW: “Sulla Terrazza Martini, mi sono asserragliata vicino all’antenna parabolica. Te lo ricordi lo spot? “L’amaro di chi vive e lavora, l’amaro della vita, di una giornata che non e’ mai finita. Questa Milano da vivere, da sognare, da godere. Questa Milano da bere”. Ecco, l’hanno girato quassu’. Adesso pero’ questo posto apre solo per special events. Stasera sono arrivata al seguito dell’Uomo Sublime e della surfista, sai quella avantissima che scrive per Velvet? Loro son passati sventolando il tesserino dell’Ordine dei Giornalisti, io dietro con la Fidaty Card dell’Esselunga. Coi lobotomizzati fuori e’andata bene, al secondo sbarramento davanti all’ascensore mi e’toccato tirar fuori il tesserino dell’Ordine degli Avvocati, schermando la parola Avvocati con l’indice. BTW tutte le volte che estraggo il tesserino dalla borsa mi devo trattenere, perche’ mi verrebbe da urlare “Fermi tutti! FBI!”

    Fabiano: “Beh mi sembra una bella serata, almeno non sei andata al Cavalli in mezzo ai bamba-inomani. Perche’mi chiami?”

    LW: “Perche’ho capito una cosa stasera. Vedi, quando esco con i miei amici giornalisti o musicisti o comunque creativi, mi sembra di uscire dal mio mondo: mi sorprendo positivamente tutte le volte che per qualcuno la parola “Basilea” non evoca i requisiti patrimoniali delle banche, ma i padiglioni di Art Basel. In realta’, anche in questo tempio del radical chicchismo, anche se non vedo gemelli o cravatte all’orizzonte, sono sempre appoggiata su una distesa di sassolini. Come il veliero dentro la bottiglia evocato da qualcuno. Poi, diciamoci la verita’, anche questi intellettuali dicono una marea di cazzate, tali e quali gli avvocati d’affari. Sono che questi ultimi ne sono consapevoli e vivono nel bluff, come i giocatori di poker, gli altri ci credono veramente. Figurati che uno prima ha sentenziato che il personaggio di Nemo, il pesce, hai presente? sarebbe violento e diseducativo e pertanto si e’incazzato con le maestre dell’asilo che l’han fatto vedere a sua figlia. Nessuno ha reagito, io gli ho fatto notare che anche se non ho perso una puntata de l’Uomo Tigre, non significa che infili due dita negli occhi della controparte al primo alterco in negoziazione, magari rimbalzando sul ring per prendere velocita’. Insomma Fabi mi sto annoiando. Non ne posso piu’ di sentir parlare dell’ultima performance della Beecroft a Palermo, oramai mi fa l’effetto di un confidentiality agreement trito e ritrito: sai cosa ti dico? Adesso scendo dall’antenna e me ne vado”

    Fabiano: “Lady ma cosa ti sta succedendo? E dove pensi di andare, da sola, in piena notte??”

    LW: “Alla ricerca di Nemo.”

    Lady Windermere

  27. Concordo, la lasagna classica è rossa…assolutamente rossa. E poi chi l’ha detto che non sono adatte alla stagione? Ieri sera ho gustato una squisita pernice in una nota trattoria sulla Paullese…

  28. @LW: Lady, Lady, Lady e ancora Lady…ogni commento al tuo post potrebbe essere futile, superfluo, fuori luogo….magari stai bluffando, magari dici la verità, magari hai solo voglia di partire per le vacanze, poltrire all’ombra di una palma e bella abbronzata e tirata con la tua area da femme fatale trascorrere una serata in qualche bar all’aperto con vista mare oppure magari ci prendi per il culo tutti e sei un maschione con panza, barba e peli sul petto!

    A me tutto ciò non interessa, i tuoi post sono interessanti e quando arrivano me li godo…BTW questa sera brinderò alla tua salute con il mio solito Ron, quel cazzone del mio cliente si è preso un’allergia, quindi sto w/e non si lavora.

    Un bacio e a preso..(penso di essere il primo a inviarti un bacio virtuale in questo blog).

    El Professionista Cubano

  29. Sandy ma quando vai in vacanza al mare??

    Io mi sto letteralmente trascinando verso il giorno in cui le mie brevi ma intense ferie inizieranno.

    Sei giovane, ti sei appena laureata, è estate, fa caldo, che ci fai ancora in mezzo a noi poveri dimenticati da Dio?

    Per i romani: da noi domani il tempo è buono, al mare ci possiamo andare.

    Minosse

  30. LW carissima-
    E’ singolare come l’imprinting ricevuto in età prescolare e scolare – ma di primissima scolarità- possa poi condizionare il resto.
    Mi spiego: anch’io, da picciriddu, fui un grande fan dell’Uomo Tigre – che ancora considero uno dei migliori cartoni animati in assoluto. Penso che anche Carlà, da futurista, non potrà che assentire, visto il tasso di violenza velocità estetica.
    Ora, mi chiedevo: può essere che la simpatia che provo per te sia dovuta alla comune passione per l’Uomo Tigre? può essere che la colleganza, come si dice nell’italiesco amato dai lawyers, non abbia niente a che fare con la vicinanza di spirito: nè che c’entri qualcosa l’aver letto Baudelaire, o PKD, o Catullo; e che persino il gusto nel vestiario, la cotta per il biondo del Parini, le Terrazza Martini, la scelta del professionista Fabiano, tutto ciò e molto altro sia determinato, per te, dall’aver visto l’Uomo Tigre.
    Se trovo interessante una donna, il fascinum magari non è dovuto, come penso io, al fatto che ella discetti con uguale passione e competenza del De Rerum Natura e di pecore elettriche, passando con disinvoltura dal francese al tedesco, dal persiano al greco antico. Magari la scintilla è dovuta ai pomeriggi passati davanti all’Uomo Tigre, senza che nè io nè lei sospettiamo nulla.
    Chiudo qui, e vado a cercare l’Uomo Tigre su youtube.

  31. Minosse caro, in tema di birre ti dico che anche io prediligo la Corona.
    Per il mare invece devo aspettare agosto, tuttavia qualche week end ligure me lo sono concessa. Comunque la Milano estiva ha un suo fascino…
    Besos
    Sandy

  32. Talmente abituata a cercare nei testi le informazioni di cui necessito, non mi ero soffermata sul titolo del post.

    Oltre all’apprezzatissimo riferimento al libro, chissà se quel pronome riflessivo è dedicato a noi, tuoi umili seguaci, compartecipi di questo senso di umana frustrazione scaturente da una vita legata a bozze e conference call …

    E pensare che il cielo è pieno di stelle.

  33. Oggi spodesto Minosse (che spero mi perdonerà) per offrirvi una ricetta da preparare per il fine settimana. In Sicilia fanno qualcosa di simile che chiamano sarde a beccafico, da noi a Cuba si chiamano:

    INVOLTINI DI PESCADO

    Ingredienti x 4 persone:

    – 1 Kg di pesce azzurro (sarde ovvero sgombri) filettati
    – 400 g di pan grattato
    – Mezza cipolla
    – Pomodoro fresco (spellato e schiacciato a mano) ca. 350gr
    – Mandorle tritate (a piacere)
    – Noci tritate (a piacere)
    – Peperoncino q.b
    – Sale q.b

    Lavare il pesce e farlo asciugare.

    In abbondante olio, rosolare la cipolla, quando diventa dorata versare il pomodoro e subito dopo il pangrattato, il peperoncino e il sale. Fare rosolare il tutto per circa 15 minuti. Spegnere, versare noci tritate e mandorle tritate mescolare il tutto e fare raffreddare.

    Appena il composto è freddo fare degli involtini con il pesce crudo e il composto preparato e chiuderli singolarmente con degli stuzzicadenti.

    Disporre gli involtini su una teglia dove si è provveduto a stendere un foglio di carta forno.

    Far cuocere a 180 – 200 ° per circa 10-15 minuti (dipende dal pesce). Servire tiepido.

    Consiglio come contorno un’insalatina fatta con arancia, cetriolo, lattughina e pachino.

    Innaffiare il tutto con del bianco…io da buon sudamericano, sponsorizzo un discreto vino cileno, il Tarapaca ma comunque in Italia ci sono degli ottimi vini.

    Saludos y besos

    El Professionista Cubano

  34. @ prof cubano,

    non male, non male, provo domenica (lo sgombro si trova facile) che domani sono al mare tutta la giornata.

    Comunque in assoluto, non so voi, ma il pesce che io amo di piu’ è la “Rana Pescatrice” o alternativamente “Coda di Rospo”: è ottima anche solo sfilettata e arrostita sulla piastra con olio e alloro, ma a breve vi forniro’ un ricetta per un primo simplex e gustoserrimo!

    Minosse

  35. @Alieno,

    Lo so lo so è complicato, e pensa che sono tra quei pazzi che il pesce in generale se lo pulisce sempre da solo, che come lo puliscono loro sembra che lo lavano con la candeggina.

    So di destare qualche storcimento di bocca, ma il pesce và lavato il minimo indispensabile per non lavar via il sapore del mare.

    Usa la forbice per purlirla, invece del coltello: viene piu’ comodo e – non sia mai iddio – non farti togliere la pelle dal dorso della pescatrice che è una leccornia.

    Io mi incazzo sempre con la signora del bancone del pesce che in automatico, senza chiedere, toglie la pelle. Dico io, chiedi no?
    La pelle il Sig. Minosse cacacazzo la vuole??

    Alla fine finisce che appunto le dico di incatarmelo senza purlirlo!!

    Minosse

  36. Uff, ecco lo sapevo!

    I miei tre chef preferiti hanno iniziato a darsi pacche sulla spalle tra di loro e nessuno vuol far mangiare le lasagne alla Bimba!!!

    (Come direbbe Isde, modalità vittima ON)

  37. punto primo, nel giro di una cinquantina di commenti questo blog si trasforma in una succursale di una trasmissione di antonella clerici. vergogna!!!

    punto secondo, dire “in sicilia fanno una cosa simile che chiamano sarde alla beccafico” è come dire “a bologna fanno qualcosa di simile che chiamano tortellino” o “a napoli fanno qualcosa di simile che chiamano la pizza”…….la sarda a beccafico E’ L’involtino di pesce per eccellenza!!!

    punto terzo, se vi state chidendo come mai per ogni nuovo post compaiono commentatori sconosciuti mai visti prima, il motivo è semplice: sono blogger che usano il feed/rss. in questo modo, ogni volta che duchesne fa un nuovo post, c’è un sistema automatico che glielo notifica. ecco perchè sono così veloci. ed ecco perché poi scopmaiono.

    punto quarto, visto che si parla di bocca amara e film porno, ne approfitto per ricordare che lo sperma è ricco di fruttosio. al che parte la domanda per il dibattito: post blow job, bacio sì o bacio no? rispondete numerosi…

    punto quinto, lw mi ricorda molto tommaso labranca. e se non sapete chi sia cercatevelo su google. il suo “andywharolerauncoatto” è pure liberamente scaricabile

    punto sesto, per quattro giorni di fila a milano c’era il sole e un cielo azzurrissimo, ma quei due sfigati (in senso affettuoso, ndr) di carlà e del cubano continuavano a ripetere …”e che schifo il cielo di milano…e che grigio il cielo di milano….” se solo fossero usciti dalle loro stanzettine! ergo: oggi c’è un cielo di merda! siete dei gufi!

    punto settimo, l’appoggio al commento di cui sopra: duchesne,….manco la forza per una sega….preoccupante :). e poi in albergo è sempre bello….si può liberamente schizzare sulle lenzuola 😉

    punto ottavo, a proposito del settimo: caro lettore segaiolo, mi pregio di aver introdotto il tema dell’autoerotismo (a proposito di una tetta fuoriuscita a lw in palestra) quando ancora nei commenti di questo blog si parlava di diritto 🙂

    è tutto. questo è il mio verbo diffuso tra voi.

    also spracht il redivivo lulordlawyer, che abbandonato il mondo illegale divenne copywriter

    salutz

    ps: istruzione al lettore. quanto sopra è da leggersi in tono affettuoso, senza alcuna aggressività. faccina 🙂

  38. @lulordlawyer

    Dipende, non sempre mi viene di baciare.

    Se è la tua ragazza certo cha la baci, anzi è il minimo. Se non lo è, ripeto, dipende da come ti senti in quel momento.

    T’immagini che la tua ragazza si presta per il tuo personale godimento, fa per baciarti e la respingi?? Non mi sembrerebbe “normale” una scena del genere.

    Non si puo’ esprimere una opinione a priori.

    Chissa LW cosa pensa a proposito?

    Sono disposto a giocarmi una cena che a breve rispondera a tale sollecito!

    Minosse

  39. ehm…sì beh…temo di non essermi spiegato bene. in effetti ho tralasciato un dettaglio fondamentale….

    vabbè, ne riparliamo intorno al commento millecinquecento quando il livello sarà infimo…..ora non me la sento di involgarire la discussione 😉

  40. comunque, professionista cubano, quando tu parli di terrazze con cubane e riferisci di te mentre sorseggi un ron assaporando un buon sigaro e rileggendo i discorsi del Che (hai dimenticato solo il sottofondo di Compay Segundo), fai lo stesso effetto che potrei fare io ad un americano dicendogli che cucino i miei spaghetti e, mentre aspetto, bacio la punta delle dita unite dicendo “mamma mia!” per apprezzare il mio ragù e di tanto in tanto mi liscio i baffoni ascoltando “o sole mio” suonata al mandolino.
    forse è quello che un americano si aspetterebbe di sentirsi dare da me. forse addirittura VORREBBE sentirselo dire. ma confesso che, se anche fossi veramente così, non glielo direi mai per timore di sembrare un terribile stereotipo.
    tralasciando poi i cieli grigi di milano, le assolate giornate della capitale e la tua verdeggiante e solare isola – che è un po’ come dire che non ci sono più le mezze stagioni – non ti senti, più che un luogo comune, proprio uno spot pubblicitario?

  41. lulordlawyer: mi ricorda il solito ritornello sullo sperma nutriente che a bologna si suole propinare.

  42. Lulordlawyer, quale involgarimento, il tema da te introdotto è così alto da provocare una vertigine.
    Ergo, nessuna censura, sarà sempre meglio dell’angolo del cuoco.

  43. Che tristezza…

    Il pensiero che dovrò passarci anch’io mi induce a riconsiderare le mie posizioni sulla vita al tempo della globalizzazione…

  44. Divina Carlà (meravigliosa invero è ancora poco), poiché in questo luogo ameno ciascuno è libero d’introdurre dibattiti, esternare opinioni, vergare reprimende, sottoporre questioni di natura varia, il mio quesito introduce il tema (che sarà surclassato dal dibattito dell’ottimo LLL, questo già lo so) in ordine alla incredibile quantità di faccende che voi, stupende Colleghe, riuscite a svolgere nell’arco della giornata, nel mentre noi maschietti, salvo rare eccezioni, riusciamo ad essere decisamente meno efficenti. Tuttavia, me ne rendo conto, la prossimità del mio post a quello di LLL illumina il quesito di una luce del tutto imprevista. A te dunque, se lo vorrai, scegliere se e a cosa rispondere.
    Abbimi tuo.

  45. Meraviglioso Legale…. cosa ti è successo oggi? Hai visto una collega lanciarsi fuori del tribunale con cellulare incastrato tra spalla e orecchio, entrare in un supermarket ed uscirne con 4 sporte di spesa per la famiglia mentre partecipava ad una conference call in inglese??
    Raccontaci.
    Baci
    Carlà

  46. Meraviglioso Legale…. cosa ti è successo oggi? Hai visto una collega lanciarsi fuori del tribunale con cellulare incastrato tra spalla e orecchio, entrare in un supermarket ed uscirne con 4 sporte di spesa per la famiglia mentre partecipava ad una conference call in inglese??
    Raccontaci.
    Baci
    Carlà

  47. …qualche attimo prima aveva istruito la colf sul da farsi, surclassato un collega di studio e “dato buca” ad un amante. E in tutto questo, probabilmente, stava pensando ad altro.

  48. Stasera Bluvertigo..sguscio via.

    Buon week end a tutti!

    Minosse

    Ps: ciao a te Legale, sempre cordialerrimo (!), anche se devo ammettere che la Carlà te le tira a volte!

  49. LA SETTA DEGLI AVVOCATI ESTINTI

    La realtà supera la fantasia. Ma no dico, non so voi. Ma a me piace vivere a tavoletta e ogni tanto fermarmi all’improvviso e guardarmi intorno. Con distacco. Assoluto. E’ un’esperienza alle volte molto divertente. Fatelo adesso. Per 1 minuto. Analizzate la situazione.

    Siamo in internet. In un blog di un tizio. Un avvocato d’affari-scrittore geniale mezzo schizzato. Ha una cravatto rossa ma non è nè Barak nè McCain. Si chiama Duchesne.
    Il suo ultimo post è di stanotte. Alle 3 del mattino. Forse perchè soffre di insonnia. O forse perchè ha finito a quell’ora di ri-draftare un offering circular. O forse aveva appena finito di fare l’amore con una ragazza.
    Il post descrive un viaggio di lavoro. Non è dato sapere di cosa si tratti. Il tema di fondo è un altro. Apparentemente la solitudine. Il vecchio, il cesso, le noccioline…il film hard (Ndr: mai digitato il numero della camera in un 3 stelle per comprare un film in pay per view) … il titolo del post però fa riflettere.
    Il libro a cui si riferisce non parla proprio di solitudine. E’ un inno al solipsismo. Al solipsismo karmiko, si potrebbe dire in qualche modo cercando di fare l’intellettuale un po’ radical chic che tanto piace a noi Illegali.
    Io ci vedo anche delle citazioni indirette. Mi par di cogliere un riferimento alle velleità intellettuali dei GPM (giovani professionisti imberbi) e alla tendenze onanistiche che hanno pervaso i commenti dell’ultimo post.
    L’autore ci guarda, ci osserva. E ci cita. Una volta era lo studio Illegale ad essere l’oggetto del blog e dei nostri commenti. Adesso è il Blog. Che si auto-alimenta. Noi e Il duca. Il Duca è Noi.
    Siamo una confraternita.
    Manca solo il nome:
    LA SETTA DEGLI AVVOCATI ESTINTI

    “andai nei boschi perchè volevo vivere con saggezza e in profondità, succhiando tutto il midollo della vita; per sbaragliare tutto ciò che non era vita, e scoprire in punto di morte che non ero vissuto”

    Buon we a tutti.

    John PEL Keating

  50. Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un’enciclopedia cinese che s’intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in:
    (a) appartenenti all’Imperatore,
    (b) imbalsamati,
    (c) ammaestrati
    (d) lattonzoli,
    (e) sirene,
    (f) favolosi,
    (g) cani randagi,
    (h) inclusi in questa classificazione
    (i) che s’agitano come pazzi,
    (j) innumerevoli,
    (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello,
    (l) eccetera,
    (m) che hanno rotto il vaso,
    (n) che da lontano sembrano mosche.

    J.L. Borges

  51. ecco un post di livello.

    magari è anche scopiazzato da American Psyco, ma…leggendo ho provato piacere.

    Un po’ come il tizio nello sgabuzzino.

    Anzi no, per lui è lavoro.

    Anche lui è un professionista serio.

    Chissà come si sente…
    __________
    FQN

  52. …io penso che le creazioni migliori provengano da persone che a volte si escludono dalla normalità, abbiano qualche gene della scala a chiocciola che rasenta la pazzia, siano sotto pressione (Leonardo e Michelangelo, quando, erano “stressati”, magari il termine non si addice molto,hanno dato il meglio)…
    e non è un caso se…io personalmente preferisco la gente insana di mente…ovvero…mi piace pensare che la persona più normale, più routinaria del mondo, più pigra, che magari non fa nessun tipo sport estremo…abbia qualcosa di eccentrico
    Liv

  53. Good Morning averybody,

    rispondo un po a tutti: per quanto concerne le sarde a beccafico il mio “fanno qualcosa di simile” non era per nulla offensivo ma intendevo solo dire che esistono ricette simili…in fondo se io dovessi parlare dei ravioli alla carne potrei dire che c’è un piatto simile che si chiama tortellino…

    Per quanto riguarda il fatto che io sia uno stereotipo, ricordo al nostro caro anonimo che in fondo in questo post ogniuno scrive il cazzo che vuole…non ti è nemmeno passato per l’anticamera del cervelletto che quello che scrivo è in realtà quello che mi piacerebbe fare? Invece per tutto il w/e ho lavorato come un mulo perchè tra 2 settimane vado via e quindi non posso lasciare nessuna pratica in sospeso?

    Per gli amanti del cielo di Milano…nè io nè Carlà portiamo sfiga…che il cielo di Milano sia spesso grigio è un dato di fatto che non può essere influenzato da nessun commento nè da presunti portatori di sfiga.

    Detto ciò auguro a tutti buona giornata.

    BTW un commento sul post blow job. Io mi trovo daccordo con Minosse….se la tua ragazza ti fà un blow job e si avvicina per darti un bacio…solo un pezzo di mierda girerebbe la faccia (purtroppo ce ne sono)….se invece si tratta di sesso occasionale…Beh credo che il post blow job non esista!

    Hasta lluego

    El professionista Cubano

  54. Come è giusto per ogni -avvocato- impiegato-, weekend brutto, lunedì sole…

    Io non bacio proprio nessuno dopo un BJ. vorrei vedere loro baciarti dopo un cunnilingus…

  55. Toc toc…

    smith: “ciao LW! Finalmente, erano settimane che non passavi!”
    Lady Windermere: “ma se mi hai chiamato tu?!”
    s: “beh sono sorpreso lo stesso, sei ogni giorno più bella.”
    LW: “e tu sempre il solito pirla, anche se galante.”
    s: “dai entra, ho dell’erbetta buonissima…tra poco dovrebbero arrivare anche Chet Baker e Alex. hai sentito qualcuno?”
    LW: “macchè. da quando hanno smembrato la sezione, ci siamo persi di vista un po’ tutti…tu con chi sei capitato in classe?”
    s: “gente strana…uno non fa che leggere e spararsi seghe, un’altra si autodefinisce modella ma tutti la chiamano cozza…un altro ancora è cubano, ha in mente solo la cucina e ogni giorno si scambia ricette con l’alienoillegale, come quando da piccoli ci si scambiava gli exogini. strani, ma simpatici, buoni ragazzi.”
    LW: “anche io ho compagni nuovi, ma me ne sbatto”
    s: “eh sì, che cazzo te ne frega, tu c’hai fabiano…”
    LW: “cosa vorresti dire con questo?!”
    s: “ma dai niente…una battuta…ah lo sai che mi trasferisco per un po’ in america?”
    LW: “eh?!?! E me lo dici così?! E cosa vai a fare, la groupie per il tour negli USA di little tony?”
    s: “no, ma mi mancheranno le tue battute.”
    LW: “quanto stai via?”
    s: “poco…”
    LW: “new york?”
    s: “san francisco. west coast…surf and…”
    LW: “ho capito, ho capito…ecco, maledetto…e io con chi studio? con chi fumo le canne? eh? eh?”
    s: “è per questo che vengono Chet B. e Alex, ti istruiranno loro, in mia assenza.”
    LW: “mi scriverai?”
    s: “ma che cazzo non sono il biondo del parini io…”
    LW: “mica mi devi dedicare poesie, come fa lui, ah che uomo…pensa che una volta…”
    s: “sì va bene ti scrivo, ma niente storielle please.”
    LW: “ma se ti piacciono sempre!”
    s: “c’è il tempo per la storiella, e il tempo per una cannetta e un po’ di musica…”

    All the leaves are brown
    And the sky is gray.
    I’ve been for a walk
    On a winter’s day.

    I’d be safe and warm
    if I was in L.A.
    California dreamin’ on such a winter’s day.

    Stopped in to a church I passed along the way.
    Well I got down on my knees
    And I pretend to pray.
    You know the preacher likes the cold.
    He knows I’m gonna stay.
    California dreamin’ on such a winter’s day.

    Mamas and Papas, California dreamin’

    ……smith…….

  56. !!!!!
    Alieno!!!! Non sai cosa sono gli exogini??? ahi ahi ahi!!! Questa tua domanda mette in luce che forse non sei così giovane da come poteva sembrare nei tuoi precedenti post…

  57. anonimo 94,

    ti voglio bene.

    ho ricordato gli sgorbions proprio l’altro giorno con un paio di amici, ci siamo quasi commossi.
    abbiamo visto che su ebay si possono comprare album e figurine.

    lo dico anche per il caro alieno, in caso volesse rivivere i bei momenti dell’infanzia di molti di noi.

    per chi ne volesse sapere di più:

    http://www.exogini.com/tutti.html

    http://www.dimenticatoio.it/index.php?title=Figurine_Sgorbions

    Se colpa de so mama che se na bea dona
    so pare anca lu col ghe la vede al dise bona
    dopo na bea serata dopo anca i biciarini
    e una e do e tre’, po’ vien vanti i fantuini
    picinin, vogio tornar picinin
    de dormir in pase desso ti ga finio
    tuta la note in pie a sentir che pianse el fio
    ogni ocasion se bona par far casin
    e se el fio se lagna no te digo el me vissin…
    che co gero picinin no vardavo el taquin
    coi tempi che coreva gero neto de bain
    perche’ co sincue franchi me compravo le figurine
    co diese franchi l’intero album de stampine
    co vinti franchi ma magnavo un stic
    co trenta franchi me compravo na Bic
    co mie franchi, che gera un tesoro,
    compravo tre’ grami de libano oro…
    e spachite i buei par meter via i schei
    e adesso che son grande mi toca lavorare
    tute le matine alzarsi e andare a faticare
    con un milione me pago l’afito
    con do milioni me pago il vito
    con tre’ milioni mi compro il cellulare
    con cuatro milioni, le bolete da pagare
    co vinti milioni che se un ano de lavoro
    ghe pago la vacanse al Ministro del Tesoro.

    Pitura Freska, Picinin

    un bacio alla mia Lady preferita

    ……smith……

  58. Io giocavo coi Masters!

    Il Castello di GreySkull era meraviglioso!

    Un giorno ritornai a casa dall’asilo con He-man senza una gamba. Ovviamente pieno di tristezza, rammarico nel cuore, ma sopratutto arrabbiato col mio compagnuccio che con un brusco movimento seziono’ la detta gamba all’altezza dell’inguine del malcapitato eroe.

    Alla vista del mio labbro inferiore tutto tremante e dei miei occhi verdi dalle sgorgande lacrime, al ritorno a casa, mamma spense, anzi tronco’ di netto ogni velleità di condividere con lei un pianto liberatorio dicendomi con fare confidente: “pensa che l’ha persa in una battaglia all’ultimo sangue dalla quale ne è uscito vincitore!”.

    Mi diressi verso tavola con un sorriso non troppo convinto, le polpette erano pronte.

    Minosse

  59. LW: “Smith, adesso ti faccio ascoltare questa. Ma tu promettimi che quando sarai a Sausalito a guardare il tramonto mi penserai!”

    Smith: “Arridaje. Scusa Lady se sono brutale, ma un po’ cominci a sfavarmi con le tue manfrine romantiche.”

    Sittin’ on the dock of the bay Sittin’ in the morning sun I’ll be sittin’ when the evening comes Watching the ships roll in Then I watch them roll away again, yeah…

    LW: “Scusa e’che quando ripenso a Frisco….Ah, una cosa: stai all’occhio col fumo, anche se pensi di esserci abituato, che li’ci dan dentro di brutto. Sai che non usano tabacco, no? Io una volta a Yosemite con due tiri mi son trovata a rincorrere per ore nel parco una lucina, che poi era la luce della pila che avevo in mano. Quando ho visto apparire un ranger a cavallo, vestito proprio come il ranger Smith, mi e’sembrato di veder passargli dietro Yoghi e Bubu con due cestini da picnic…”

    Smith: “Guarda che quelli erano a Yellowstone”.

    I’m sittin’ on the dock of the bay Watchin’ the tide roll away, ooh I’m just sittin’ on the dock of the bay Wastin’ time….

    LW: “…E non puoi non andare al Tahoe Lake, dove e’stato ammazzato Fred Corleone, non so se ti ricordi la scena. Pensa che quel lago ha un colore talmente particolare, che nella scala cromatica negli States esiste proprio il colore Blu Tahoe…”

    I left my home in Georgia Headed for the Frisco Bay Cuz I’ve had nothing to live for And look like nothing’s gonna come my way…

    Smith: “Niente, il silenzio qui e’un’utopia. Comunque hai messo su un gran pezzo. Decisamente. Pensi di passarmi quel porro o vuoi fumartelo da sola per entrare nella terza dimensione?”.

    So, I’m just gonna sit on the dock of the bay Watchin’ the tide roll away, ooh I’m sittin’ on the dock of the bay Wastin’ time…..

    LW: “PORRO?! Hai detto porro?? Tu habla espanol?!

    “Smith: “Cazzo Lady. Ci mancava solo la tua passione per il cubano adesso”

    LW: “il cubano? Vorrai dire Il (maiuscolo) Cubano (capital c)! Ma l’hai visto quando durante la partita di pallavolo si e’tolto la maglietta? Cazzo Smith! Come puoi restare insensibile, e’da sindrome di Stendhal! E’un’opera d’arte! E poi e’l’ultimo romantico, ieri mi ha letto Garcia Lorca in spagnolo. Non ho capito granche’, ma come la pronunciava: “Mi beso era una granada, profunda y abierta; tu boca era rosa de papel.” E quegli occhi di brace… Ah, Smith!”

    Looks like nothing’s gonna change Everything still remains the same I can’t do what ten people tell me to do So I guess I’ll remain the same…..

    Smith: “Senti ci diamo un taglio? Eccheccazzo. Ho un orgoglio maschio anche io. E poi guarda che il vero romantico qui dentro e’ il segaiuolo”

    LW: “Chi? Quello che si sente ululare da dietro la porta tutte le volte che la prof. mi interroga in filosofia?”

    Smith: “Esatto. E’un incompreso, ma ha un’anima poetica come pochi. Anzi, secondo me, Lord Byron gli fa una pippa.”

    LW: “Mi sembra pertinente. Scusa ma adesso ho da fare, me ne vado”

    Smith: “Ma dove vai, che ho appena tirato su un altro botto?!”

    LW: “A bermi un cuba libre in terrazzo. Mis manos eran hierros para los yunques; tu cuerpo era el ocaso de una campanada…”

    [SBAM!]

    Lady Windermere

  60. @LW: i miei complimenti per il post. Una pregunta: “Il Cubano” citato sarei io? In caso affermativo mi piacerebbe sapere come mai conosci un particolare che riguarda il mio aspetto fisico….Deduzione (per via dei miei trascorsi sposrtivi citati qualche post fa), presa per i fondelli (che accetterei con indulgenza) oppure ci siamo incontranti da qualche parte a Milano (magari sorseggiando Ron..)?
    In ogni caso, qualunque sia la verità ti rinnovo i miei complimenti per il post.

    Besos & Hasta lluego
    Il Professionista Cubano

  61. giornata fiacca o vi state scrivendo in PVT?
    questo blog è morto il giorno in cui avete deciso di registrarvi in massa

  62. Il post mi ha lanciato in una folle corsa a ritroso nel tempo.

    Sono tornato a sbattere per un attimo contro il muro dei fantasmi della mia prima giovinezza.

    Un muro interiore edificato dai timori dell’adoloscente e dalla lettura di J.P. Sartre.

    Ho avuto un brivido lungo la schiena… tra le righe del post ritrovavo un tenore, un filo rosso, un’alchimia, il tenore dell’esistenzialismo più sincero, il filo rosso della nausea che cementifica il succedersi delle esperienze, l’alchimia della vertigine prodotta dalla libertà senza progetti, dalle alternative senza orizzonti.

    Ho chiuso gli occhi, un sapore amaro…pagina altissima.

    E poi ho legato quel tempo al mio presente scandito troppo spesso da alberghi con la pay tv e cene solitarie, con la testa imballata dall’ultima riforma sugli appalti pubblici e dal sorriso della ragazza che ti passa accanto, che sorride, è vero, ma non a me.

    Il sapore amaro del passato si è fuso con la fredda percezione del presente in un ballo lento, senza luci e con un solo spettatore:

    Io.

  63. cubano, LW il ron lo mette in frigo, come disse una volta. difficilmente potresti vederla in giro per milano a bere ron, a meno che non sia havana club miscelato in un cuba libre.

  64. va bene che funziona oramai come un forum, ma è pur sempre un BLOG. analfabeti informatici.

  65. @115: mi sorprendo sempre quando uno “spara” commenti come il tuo. Ma non ti rendi conto che sei una grande testa di cazzo? Nonchè verme schifoso incapace nemmeno di mettere la firma (anche virtuale) in un cazzo di blog? Ribadisco una mia assumption, chi si comporta come te in un mondo virtuale nella vita reale deve essere proprio una maerda secca, probabilmente impotente ovvero slave che sogna di essere dominato da una mistress come LW.
    Solo per evitare equivoci, io non prendo le difese di LW e di nessun altro ma mi fa veramente girare i coglioni aprire il blog la mattina e trovare delle grandissime teste di cazzo che scrivono cagate di questo tipo.
    Mio caro anonimo 115, se sei un frustrato, se il tuo capo utilizza la bocca come urinatoio, se a scuola eri la barzelletta dell’istituto, se sei solo un mediocre che nella vita crede di essere sempre stato sottovalutato non ti sfogare scrivendo queste nefandezze….
    Deto ciò, mi scuso per lo sfogo con le persone civili che popolano questo blog e aspetto con ansia che si ripopoli di gente seria.

    @Minosse: ho visto ieri notte il film con Giannini e la Melato…adesso capisco cosa intendevi con il termine “bottana socialdemocratica”.

    @Carlà/Motorumorista: ‘ndo stai? Stai già in ferie?

    @111: il Ron in frigo è una figata…purchè non si metta in frigo quello che viene denominato Ron Vejo.

    Hasta lluego
    Il Professionista Cubano

  66. @115: la meschinità dell’uomo non ha limiti! Ma ti rendi conto di essere un emerito coglione? Non ti firmi, non dici niente di costruttivo e spari merda su altre persone. La mia sarà pure una wrong assumption ma ritengo che chi non si firma in un blog (anche con una firma virtuale) è semplicemente una testa di cazzo che nella vita reale probabilmente è una merda….guarda ti immagino in tuta da slave mentre lecchi i piedi a qualcuno.
    Mio caro 115 se quando eri piccolo sei stato lo zimbello dei tuoi compagni, se il tuo capo utilizza la tua bocca come urinatoio, se sei un mediocre che pensa che nella vita nessuno ha capito quanto valessi, se hai il pisello piccolo…non sfogarti con gli altri…forse è solo colpa della tua testina di cazzo che sei così!

    Detto ciò mi scuso con i frequentatori “seri” di questo blog per la scurrilità di cui sopra.

    @Minosse: ho visto il film con Melato & Giannini…capisco cosa intendevi con “bottana socialdemocratica”.

    @Carlà/motorumorista: ma che fine hai fatto? Mi piaceva quando commentavi le mie prese di posizione su Cuba vs Italia

    @111: il Ron in frigo è una figata. ATTENZIONE: forbidden Ron Vejo in frigo!

    Hasta lluego
    Il Professionista Cubano

  67. # 115,

    stamattina ti sei proprio alzato con l’irrefrenabile necessità di sottoporci questa fantastica perla??

    Il primo concetto che sentivi il bisogno di esternare alle 10 circa di stamattina è che in your honest opinion LW è una puttana di basso rango…

    Che poi, tralasciando il discorso del momento della giornata in cui sentivi la bramosia interiore di sentenziare l’appartenza di LW nella categoria di che trattasi, entrando nel merito, non sarei d’accordo affatto su tale rimprensione.

    Ponendo come assunto che LW sia una puttana, non mi pare ragionevole ricondurla alla categoria di quelle di basso rango, semmai tra quelle di alto borgo, chesso’ alla Aida Yespica che ai tempi dello scandalo di vallettopoli si leggeva su Repubblica che chiedesse 5000 euro per una serata…Magari 5000 per LW sono troppi, che non la conosce nessuno e diamo per scontato che sia una bella donna, quindi mi sentirei di consigliare un 3000 euro di stima.

    Si’, alla fine 3000 euro per LW è un prezzo onesto, se non altro per la brillante compagnia che saprebbe offrire. Acconto 1000 e 2000 a prestazione effettuata.

    Minosse

    Ps: @Lw :). Ti giuro che ero partito con l’intenzione di fare una invettiva nei confronti del tipo del 115, ma il flusso di coscienza, non so perchè e non so come, mi ha condotto a tale finale, giuro inaspettato anche per il sottoscritto!

  68. E’ la seconda volta che succede, risostengo che c’è una sorta di fake del cubano, anzi semplicemente uno che gli fa il verso!

    Minosse

  69. @Professionista Cubano… la “doppietta” è stata piuttosto convincente, concordo su tutto… ma è tipico di alcuni “maschietti” imbrattare (fammi passare il termine) i muri con frasi di questo tipo, e adesso lo fanno anche sui blog…

    @Minosse
    eri partito bene e poi … cosa è successo? Ti sei fatto prendere la mano?

  70. Non c’è nessun fake…io non utilizzo il mouse sul laptop per cui è capitato che partisse un draft del commento…
    Saluti
    Il Professionista Cubano

  71. @Ladygx: è molto triste che esistano persone così….forse è la mia educazione cubana che mi impedisce di “imbrattare i muri” ma ritengo un segno di viltà attacchi di questo tipo. Sinceramente non ne capisco il senso…

    Besos
    Il Professionista Cubano

  72. @Il Professionista Cubano

    …sinceramente neanche io, ma tant’è…

    questa la conosci? non la posto tutta perché è molto lunga…

    “Represent, Represent,
    Cuba, Orishas underground de Havana
    Represent, Represent
    Cuba, hey mi musica

    Represent, Represent
    Cuba, Orishas underground de Havana
    Represent, Represent
    Cuba, hey tu musica

    Ven que te quiero cantar de corazon asi
    La historia de mis raizes
    Rumba son y guaguanco todo mezclado
    Pa’ que lo bailes tu
    Mira, ay quien no baila en Havana

    Candidato (Uh Huh)
    Pa’ rumbiar en la cadencia
    Represento a mis ancestros toda la mezcla (Ves)
    No lo pierdas bro (Yo)
    Latino Americano deHavana te lo mando
    Con sabor mejor
    Aprenderas que en la rumba esta la esencia
    Que en mi guaguanco es sabroso y tiene buena mezcla (cudes)
    A mi vieja y linda Havana (Havana)
    un sentimiento de manana (Havana)
    todo eso representas
    Cubaaaaaa!!!”

  73. Cara Ladygx,

    ti confermo quello che ho scritto nel post scriptum di prima…non so perchè (associazioni mentali, distrazioni), ma mentre scrivevo sono partito per la tangente ed ho perso di vista l’obiettivo che mi ero prefissato!
    Anche se penso e spero che dal tono del post si capisca che era una cosa a ridere!

    Minosse

  74. questo post evidenzia che: chi scrive è fortemente esaurito e quando esploderà o imploderà i danni saranno pressochè irreparabili…
    poi, che invece dei filmetti, sarebbe meglio una donna in carne ed ossa….
    ce ne sono, sai che non vogliono complicazioni, ma che fanno l’amore per il gusto…
    e tu, come avvocato, dovresti saperlo…
    buona continuazione….

  75. @Ladygx: ma questi sono gli Orishas!!!! Sono miei “fratelli”!!!! Insieme condiviamo il suegno di una nuova Cuba…come diciamo noi di una vera Cuba Libre!!!! Pensa che li seguo dalloro primo album (dovrebbe essere intorno al 98). Sono stati miei ospiti quando vivevo in USA…sono grandi!!!
    Ladygx…sono veramente sorpreso y emozionato….
    Grazie per il regalo….

    Besos y Besos
    Il Professionista Cubano

  76. @Ladygx: se però vuoi veramente comprendere quale è il sentimento che domina il cuore di noi cubani “emigrati” è questa la canzone degli Orishas che devi ascoltare:

    A lo cubano
    Botella’e ron tabaco habano
    Chicas por doquier
    Ponche en Café Guano
    Aquí mi vida para los mareaos

    A lo cubano
    Botella’e ron tabaco habano
    Chicas por doquier
    Ponche en Café Guano
    Aquí mi vida para los mareaos

    No no no no
    A lo cubano
    Directamente de Panam
    De Paris pa ser exacto
    De Cheguan, donde están
    Los de la nueva generación son
    Y mira ponte en el fuego de la acción
    Con presión de la lírica mística suchíca
    La rumba ha comenzado con Anga Flaco Pro
    El negro Yoruba, hijo’e Eleggua candela
    Escucha como suena no hay más na
    Sonido fuerte, ardiente y pegajoso
    Si te rozo te destrozo
    Mi flow que calma sin fatiga a los nerviosos
    Con mi conexión controlando bien mi lengua
    Pegao hasta el techo quiero que lo entiendas.

    A lo cubano
    Botella’e ron tabaco habano
    Chicas por doquier
    Ponche en Café Guano
    Aquí mi vida para los mareaos

    A lo cubano
    Botella’e ron tabaco habano
    Chicas por doquier
    Ponche en Café Guano
    Aquí mi vida para los mareaos

    No hay quien me pare
    Aquí mira voy a seguir
    Yo represento ron, mulata, cuba hasta el fin
    Mi Orishas como un imperio voy a construir
    Yo te dejo mi tema como mi emblema cest fini
    No no te vayas
    Mi gente Orishas, el mundo pa la valla
    De oriente hasta occidente gritamos a la batalla
    Mi gente en talla
    Y todo el yack se te desmaya
    Y te me callas.

    Ya te lo dijo el Guerrero
    Ruzzo, Flaco Pro y Roldán
    De Panam a Kivicán
    Con un estilo rumbero
    Hay que quitarse el sombrero
    Frente a mi Orishas a hip hop
    Sal de la cueva conejo
    Que llegó tu guaguancó

    A lo cubano
    Botella’e ron tabaco habano
    Chicas por doquier
    Ponche en Café Guano
    Aquí mi vida para los mareaos

    A lo cubano
    Botella’e ron tabaco habano
    Chicas por doquier
    Ponche en Café Guano
    Aquí mi vida para los mareaos

    A la del cuello estoy
    Y vengo dando tacazos
    Ya se pa que cuerpazo el dj tira razo
    El control de tu mente rebaso, paso, doy
    Al momento preciso para los mariachis
    Que escriben pa tirarlo al precipicio
    Dejen ese oficio, te saque de quicio
    El público la amenaza poniendo pa’lante el pico
    Y ahora te lo disparo en chino

    Voy a adelantal
    La constitución
    Del quinto mandamiento dice
    En el saglado liblo de la métrica temática
    Que guarda el señor tiempo y tu centro
    Del cual yo soy honorable emperador
    Y utilizo mi lengua como un tenedor
    Para desceleblarte a ti so melón
    Miko Niko la Amenaza
    Bye bye flow.

    A lo cubano
    Botella’e ron tabaco habano
    Chicas por doquier
    Ponche en Café Guano
    Aquí mi vida para los mareaos

    Io la ascolto tutte le sere.

    Besos
    Il Professionista Cubano

  77. @Caro Il Professionista Cubano

    “Represent” suona no-stop sul mio ipod nano ormai da più di un anno, mi piace molto il ritmo – adoro il ritmo della vostra musica – e i messaggi di forte identità, di speranza e libertà che intuisco, perché non conosco la lingua…

    ma dimmi, come dovrebbe essere questa vera Cuba Libre?… da adolescenti liceali l’abbiamo sognata in tanti

    besos

    PS
    grazie per il suggerimento vado a scaricarla subito

  78. LadyWindermere ascoltavo questa canzone ed ho pensato a te …

    I could feel at the time
    There was no way of knowing
    Fallen leaves in the night
    Who can say where they´re blowing
    As free as the wind
    And hopefully learning
    Why the sea on the tide
    Has no way of turning
    More than this – there is nothing
    More than this – tell me one thing
    More than this – there is nothing
    It was fun for a while
    There was no way of knowing
    Like dream in the night
    Who can say where we´re going
    No care in the world
    Maybe i´m learning
    Why the sea on the tide
    Has no way of turning
    More than this – there is nothing
    More than this – tell me one thing
    More than this – there is nothing

    Mario Rossi

  79. segaiolo/onanismo sono parole il cui significante non rende giustizia al significato. suona piccolo e sfigato mentre invece son fondamentali. per esempio, se proprio una sera devi uscire a flirtare perchè non ce la fai a trattenerti e il tuo significant other è lontano con il corpo e con la mente ma tu non vuoi fedifragare l’onanismo preventivo ti salva. io direi che a una cosa che riesce a salvare un rapporto bisognerebbe darli un nome che suoni meglio.

    amicheonline-oooo

  80. P.Cubano… Evocata… appaio… prima notizia: sono viva. Ma non ho molto da dire al momento.
    Consentimi (anche gli altri) una riflessione: se ogni volta che qualche anonimo insulta qualcuno tutti gli altri lo insultano per giorni alla fine ha vinto lui.
    Ad LW è stato detto in passato anche di peggio. E’ una ragazza forte che si difende da sola continuando a scrivere come sempre, ed in questo è un esempio, secondo me. Ecco, ora forza, dai con il solito anonimo che dice che sono pesante…. dove sei caro?
    Baci
    Carlà

  81. @amicheonline

    Correggimi se devio dal retta via del tuo ragionamento.

    Quindi tu dici che una sega fatta per non tradire non sia peccato?

    Il criterio teleologico aiuta ad interpretare appunto il fine della sega e non qualificarlo di conseguenza come peccato?

    Oppure si applica un giudizio di bilanciamento tra i due peccati (infedeltà e commissione di atti impuri) e quindi si propende per il male minore?

    Minosse

    Interessante teoria.

  82. caro minosse (il cui giudizio terrei in alta considerazione e al quale sarei grato di indicarmi quanto avvinghia), niente teleologia e nemmeno teologia, piuttosto una somma di esperinza e anastesia mentale personale. molto più facile dimenticarsi una pippa che un cornino (anche solo fatto). e se non te lo ricordi non c’è stao e non devi fare finta che non ci sia stato perchè in effetti è così.

    amicheonline (MH)

  83. BV grazie per avermi ricordata 😀

    lordL. : presente! (…e chi m’ ammazza?!)

    Belli della casa, loro!

    Ho letto anche io il post di Duch!
    Tutto!

    …giuro!

    Ha detto così tante cose, che non sose parlare della scenetta del cane, del nonnino che vuole appioppargli la figlia, della receptionist (o quello che era) acida, o del fatto che anche io faccio la bava quando dormo.

    Però, secondo me, questa è la conferma del fatto che Duch sia proprio un bell’ uomo.
    Quanto meno piace, una persona normale non avrebbe pavoneggiato così la propria bavetta.

    (MODE: Isde”SignoraInGiallo”DeiMieiStivali-pernondirealtro- /OFF)

    Ihihihihih… quanto mi diverto!

    Era un po’ che non entravo!
    Sono arrivati nuovi illegali!
    Minosse! Gira voce tu sappia sfrittellare!

    …bene….

    ECCELLENTE, direi…

    ti terrò da conto!

    Un abbraccio a tutti i miei e le mie illegali. Al solito: i più belli e ricchi, vicino alla Isde!

  84. A proposito di rhum (mi scuserete se uso la dicitura *generica*) non posso che dire la mia: il rhum freddo per me mai. Sicuramente per l’invecchiato sarebbe un delitto atroce, ma non ne metterei mai in frigo nemmeno uno giovane. Del resto lo prendo sempre e solo liscio.

    Mi si illuminano gli occhi quando penso al rhum..
    sarà grave?

  85. Caro Amicheonline,

    “e se non te lo ricordi non c’è stato e non devi fare finta che non ci sia stato perchè in effetti è così”… questa è stata piu’ triste e amara del post del duca.

    Altro che seghino strategico da qualcuno propugnato, qui siamo all’allotamento preventivo da potenziali relazioni sociali e sentimentali…qui si sottintende la volontà di non esporsi piu’.

    Minosse

  86. caro Minox, il giudizio sul livello di tristezza e amarezza lo lascio a te (che giudichi e comandi da molto tempo e quindi sarai diventato bravo a questo punto).

    però non parlerei di allontanamento preventivo, direi piuttosto che fai come Ulisse con le Sirene (anche Ulisse ad Ulisse la solitudine dei numeri primi faceva ridere o se preferisci faceva una pippa)

  87. ah, Dukenes (come lo ho sentito pronunciare nel bagno di uno degli studi legali + blasonati d’Italia) lo vedo molto Ulisse dopo i primi 5 anni di viaggio da troia (e ad altri 4/5 dalla sua petrosa isola).

  88. Bella Isde..

    ti ringrazio per avere declassato la mia propensione per la CULinARIA ad uno “sfrittellio”di uova….magari con po’ di parmigiano grattugiato, sale e pepe nero, un goccio di latte, speck, brie ed arrotolata a mo’ di cannellone con cura!

    Minosse

  89. è vero. gli insulti anonimi sono proprio insopportabili e di cattivo gusto. concordo – in questo caso – col professionista cubano.

    che tuttavia continuo a ritenere sia un gran coglione, testa di cazzo, emerito stronzo, tritapalle come pochi, rottinculo e pompinaro.

  90. Tornando al post: Ma se uno rivalutasse il caro vecchio vagone letto? Parti la sera dopo il lavoro, dormi, arrivi la mattina pronto per lavorare. E ti risparmi albergo anonimo, receptionist acido, porno solitario etc., etc., etc.
    Per esempio da Roma a Treviso ce un notturno fantastico che ho usato più volte, con ritorno il pomeriggio presto (dopo lauto pranzo) con pendolino via Venezia. Tragitto da sfruttare per scrivere un atto o farsi una pennica, a seconda degli impegni…

  91. Certo, perchè non prendere seriamente in cosiderazione l’idea della “cuccetta” cosi’ arrivi fresco riposato e pulito piu’ che mai alla riunione dek giorno dopo…LW tu che ne dici?!!!?

    Che poi io la cuccetta non l’ho mai presa, eppure ho fatto interrail, campeggi, ho dormito in spiaggia, mi è capitoto di fare viaggi nel treno di notte all’inpiedi per adolescente disorganizzazione e indisponibilità economica..ma la fottuta cuccetta non l’ho sempre aborrita!

    Minosse

  92. noo, vagone letto noo, una volta usato per andare a zurigo ed è stato un disastro. molto più stancante di passare la notte in bianco.

    amicheonline – oooo

  93. @brettsinclair

    invece devo ammettere che viaggiare di notte su un vagone letto ha il suo fascino, ovviamente singolo. Non mi è mai capitato per lavoro, però dà molto più l’idea di viaggio, riflessione e meditazione, non lo escluderei a priori.

  94. Non trovate vi sia una straordinaria somiglianza tra Lapo ed Enrico Beruschi?
    Perché ve la prendete tanto con Cubano? E’ sempre così simpatico e misurato nei suoi interventi.
    E’ così carino quando si piega a 90° per compiacere LW…

  95. Guarda la foto a corredo dell’articolo sulle imprese del Nostro ri-pubblicato nelle pagine di Dagospia qualche ora fa e poi dimmi.

  96. O il gioco proposto tempo addietro da PEL non ha avuto successo e la parolina maggggggica non è giunta a Duch (cosa molto probabile) o il nostro Ospite non ha ritenuto di partecipare all’iniziativa (cosa poco auspicabile)

    mah….

  97. 163+165
    che c’azzecca?
    anche io con la giusta inquadratura e la luce favorevole posso assomigliare a Brad Pitt
    164

  98. Ma è un complimento, Beruschi è un comico straordinario ed anche un uomo di un certo fascino, avete visto che moglie ha?
    Ricettina: sbucciate mezzo chilo di fave, che farete sbollentare in acqua già salata; predisponete in una ciotola della ricotta fresca con un goccio d’olio ed un pattuto di pinoli e noci; unite le fave al preparato; con il preparato farcite dei cannelloni che avrete già preparato a parte e passate in forno con una spolverata di pecorino romano.

  99. ..aaapperò, @165, ho appena letto dell’ennesima impresa del Lapo Nazionale…complimenti vivissimi al nobile rampollo. Sarà stato strafatto come al solito, rmai non c’è foto pubblicata in cui abbia gli occhi normali.

  100. @161: ma grazie, troppo buono/a… cercherò di essere all’altezza!

    @ladygx: sono d’accordo, si riconquista un pò di tempo e ritmo umano. Ma se non è per lavoro, un pò di compagnia con cui condividere la meta non la disdegnerei! 🙂

  101. @BrettSinclair

    come darti torto… l’importante è che sia una buona e piacevole compagnia!

    ladygx

  102. #170,

    questa puRRRRtroppAmentE non la posso mangiare che senno’ muio (!) …le fave sono il mio punto debole!

    Minosse

  103. eh, ma non sai cosa ti perdi però.
    Di più: la ricetta non ha un nome e quindi la si puo’ presentare con l’appellativo che più si confà alla serata.

  104. Le Signore del blog apprezzerebbero senz’altro (ladygx, mia, carlà, isde, lw, tutte invitate!!!!)

  105. …stile “la solitudine dei numeri primi a noi ci fa una pippa”
    (che è quella che mi son fatto prima di premere il tasto invia

  106. 178 grazie!!! Acceto, accetto!

    A Roma si dice: “Basta che se magna!”

    Ladygx e Alieno …ghghgh grazie del bentornata! (Alieno me l’ ha detto a modo suo, ma so che voleva dire quello. —-> Alie’ però il fumo non ce l’ ho! M’ adotti lo stesso?!)

    Minosse: lo so, lo so: ho detto “sfrittellare”. C’ è da portar pazienza con la Isde! Te ne accorgerai presto! Caffè?!

    Belli, belli tutti.

    Io di più.

    Duch che sbauscia ovunque, ancora di più stando alla mia teoria…uhm…

    Buona serata illegali! A me aspettano crepes ricotta e cannella!

  107. @ anonimo: innanzitutto ringrazio l’utente anonimo che continua a citarmi un post sì e l’altro pure. Mi fai sentire veramente importante…mi dispiace però per te che nella vita non hai altro da fare…Sei proprio uno sfigato.

    @Ladygx: ti rispondo con un giorno di ritardo perchè sono in trasferta a Monaco di Baviera….la tua domanda richiederebbe una risposta molto lunga. Quando io dico Cuba Libre intendo la possibilità per ogni cubano di esprimere il proprio talento e di avere un riconoscimento (anche economico) per questo. Fidel ha fatto una grande cosa con lasua rivoluzione perchè è riuscito ad estirpare da Cuba quello che io chiamo il cancro sudamericano ossia: pochissimi ricchissimi (scusa i due superlativi) e moltissimi poverissimi…il problema è che far diventare tutti uguali non è secondo me e secondo molti la soluzione e Raul ha capito questo…Vediamo gli sviluppi!

    Saludos y besos
    Il Professionista Cubano

  108. scusate, ma leggendo certi interventi mi è giunto un dubbio linguistico: quando dite “pippa” cosa intendete?

  109. Ciao Cuban, solo 1 domanda: sei proprio sicuro che a Cuba non ci siano più pochi ricchissimi e molti poverissimi? No, perchè risulterebbe che Castro stesso non faccia proprio la fame e, come lui, tutto il suo clan…. Se poi l’uguaglianza viene intesa come un appiattimento generale verso il basso, magari ci riusciamo in breve anche qui in Italia…. Un bel vantaggio! Che ne dici?
    Qualcuno ha mai letto “la liberazione politica” di Romano?
    178: accetto l’invito se ti sveli: chi sarai mai?
    Baci
    Carlà

  110. @Carlà: hai colto nel segno…è innegabile che chi governi abbia qualche privilegio…in Italia ci stiamo “sudamericanizzando”. Quello che io (e altri come me) chiedono e vogliono è avere la speranza di costruire qualcosa con le proprie forze..è veramente incredibile pensare che nel mio paese professionisti percepiscano stipendi di 400 USD/anno…..cosa ha generato questo? Gente che scappa dall’isola, ricerca spasmodica della mancia, prostituzione etc…Per lasciare l’isola ho dovuto eccellere nello studio e nello sport (il volley) e posso garantirti che non è stato facile…ma adesso molti cubani vivono all’estero e qui in Italia avete diversi atleti cubani che sono diventati “italiani” con buona pace dei signori leghisti….Ma questa è un’altra storia.

    Hola
    Il Professionista Cubano

  111. @Carlà: …quasi dimenticavo, se vuoi posso invitarti anche io…sono un discreto cuoco e (mi dicono) non sono poi così male in compagnia….

    Ciao
    Il Professionista Cubano

  112. Comunque la ricetta era inventata al momento, nel mentre digitavo, ma chissà, forse non è male davvero.

  113. @caro Il Professionista Cubano

    ho paura che il concetto di uguaglianza poco si sposi con la nostra natura e spesso è stato causa della mortificazione stessa della persona in quanto tale (vengo dalla scuola di Kundera e di Bulgakov), riducendosi ad una devastante condizione di uguaglianza solo in termini di ignoranza e povertà. Cuba è un caso a parte, è vero. Però se la rivoluzione, come dici tu, è riuscita ad estirpare il cancro sudamericano, è anche vero che poi nel tempo non ha mantenuto le promesse di libertà e di democrazia. Grande cultura quella cubana, e spero davvero riusciate ad ottenere il riconoscimento di cui parli… e una Cuba davvero Libre

    Besos
    Lgx

    PS
    A me le fave non piacciono, c’è un’ alternativa?

  114. Cubano, non dirmi che sei un pallavolista…. davvero? Allora potrei avere qualche idea sulla tua identità: sono una grande fan del volley e conosco l’ambiente… un pò.
    Non ho capito se giochi ancora (penso di no), ma la tua adorata isola sforna grandi talenti, io personalmente ammiro molto Osvaldo. Poi c’è l’ovvio giovane Marshall e gli ultimi 2 che sono stati ospitati dalla MROMA…
    Vabbè, lasciamo perdere, il volley è il mio sport preferito mentre io mi devo concentrare.
    Per l’invito a cena…. ti ringrazio infinitamente, ma non stai invitando un pò troppe persone? Poi io sulla terrazza con cubane e sudamericane varie…. pensando ad LS che scruta tra le fratte….. Non sono molto convinta…
    Baci
    Carlà

  115. Carla’, quanti inviti..oddio che ne accettassi uno!

    Mi chiedo il perchè di tale civetteria e tracotanza nella fase pre-invito e poi tale sistematico e fulmineo defilarsi, a mo’ di “ritirata spagnola”, al momento della conclusione…cosa c’è sotto?

    Non voglio assolutamente pensare che sia vergogna di sè stessi..assolutamente.

    Minosse

  116. No, Minosse, è che finché scrivi “sè stessi” non puoi sperare che i tuoi inviti vengano raccolti, né da Carlà, né da nessun’altra. E comunque io penso che alla fine Carlà cederà alle lusinghe del cubano, quello del volley è stato un vero asso nella manica.
    Noi spettatori seguiremo trepidanti l’evoluzione delle vicenda.

  117. … ovviamente non faremo domande (chè non ce lo possiamo permettere), ci limiteremo a seguire il posteggiò (carteggio non si può dire).

  118. @Minosse, Oddio oddio, che vorrà mai dire questo tuo strale?
    A parte il fatto che ho accettato ed accetto inviti, ma mi domando, innanzitutto, a te cosa te ne cale?
    Punto secondo, non vedo perchè parli di civetteria e, addirittura, di “tracotanza”. Ma conosci il significato di questa parola?
    Eppoi, avrò ben il dritto di avere qualche rassicurazione da uno che invita cubane e sudmaericane (non escort), mentre l’altro (molto allettante) invito corale al buio mi ha incuriosita, quindi volevo individuare un pò meglio il personaggio.
    Ecco, hai bisogno di altre (peraltro ovvie) spiegazioni?
    Sulla ritirata spagnola e vergogna di se stessi… beh, davvero non saprei cosa dirti, non ci avevo mai pensato. Tu, evidentemente, si.
    Ma se ti sto tanto antipatica, guarda che puoi evitare di leggermi, lo dico per il bene dei tuoi sbalzi di pressione cui, mi pare, sei soggetto quando si tratta di me.
    Sempre con affetto.
    Baci
    Carlà
    Hai bisogno di al

  119. @Carlà: non credo di aver invitato molte persone che popolano il blog a casa mia…per quanto riguarda le sudamericane mie amiche (tra cui qualche pallavolista che tu dovresti conoscere…) sono tranquille….ti prego non essere stereotipata. La mia battuta sulla “terrazza” era solo una provocazione per LS ma mi rendo conto che ha generato equivoci….that’s all.
    Mi chiedi se gioco a pallavolo…ho 36 anni, sono un professionista serio ma ovviamente non ho abbandonato lo sport. Due anni fa ho avuto un problema alla spalla mentre giocavo a volley (in una squadra milanese delle serie inferiori) e da allora mi dedico al beach volley…Cmq nonostante il lavoro provo a mantenermi in forma (tipo jogging alle 23.00 e cose del genere)…Ciao e magari qualche sera si parla di volley davanti un aperitivo..così non ci saranno equivoci sulle terrazze.

    Besos
    Il Professionista Cubano

  120. @Ladygx: ti ringrazio per la profonda riflessione…posso farti una domanda? Perchè ti piace così tanto la cultura cubana….azz…ascolti pure gli Orishas….mi incuriosisce la cosa perchè ho visto che gli italiani quando pensano a Cuba mostrano interessi “diversi” dai tuoi.

    Ciao
    Il Professionista Cubano

  121. @205: grazie per il tuo interesse ma posso garantire che i miei inviti non hanno nulla di studiato o di pre-costituito.
    Ladygx è realmente interessata alla cultura cubana.
    Carlà ama il volley.
    Io sono cubano e ex-giocatore di volley nonchè straniero sull’italico suolo…then come direbbero qui in Germania dove mi trovo in questi giorni: Wo liegt das Problem?

    Hasta lluego (e firmati)
    Il Professionista Cubano

  122. #198,

    e madonna mia, che conseguenze nefaste per un errorino di battitura…mi sembra un tantinello esagerta come conclusione.
    Puo’ capitare a tutti, e poi, di qui ad affermare che nessuna vorrà mai uscire con me perchè al commento n. 196 di un post di un blog m’è scappato un accento dove non andava, mi pare ci passi in mezzo giusto la vita e relazioni sociali, non credi!?!

    ComunqueMente, torniamo a noi mia cara Carla’.

    In primo luogo i “picchi pressori”, che malcetamente mi auguri, ancora sono lontani da venire, almeno lo spero! Tu però non tirarmeli in ogni caso plzZZz!

    In secondo luogo ti giuro (alla berlusca) sulla testa della nipotina di LW che non mi stai antipatica affatto, anzi mi diverti!

    Con immutata stima

    Minosse

  123. @Il Professionista Cubano

    L’interesse nasce sicuramente al liceo, la figura del Che, quello che Cuba rappresentava nell’immaginario di tutti. Non ci sono mai stata, ahimè, proprio per quello che hai detto tu… quello che rappresenta per la maggior parte delle popolazione maschile italiana (che mi fa molto incaxxare…). Quindi ho dovuto scegliere tra andare con i miei amici in cerca d’altro, oppure optare per altre mete, come ho fatto. La cultura cubana l’ho “respirata” un po’ dai libri, dai film e soprattutto dalla musica, dal ritmo, il calore, la gioia contagiosa, la voglia di riscatto e la forte identità… insomma, spero di averti risposto in qualche modo… besos

    @Carlà

    dai, dai svelaci di chi si tratta…

  124. Roma, 15:38
    “POLIZZIA”, SCRITTA ERRATA SULLE NUOVE DIVISE
    L’obiettivo dichiarato era quello di risparmiare. Ma, a volte, si esagera. Lo sanno bene i poliziotti italiani che nel 2007 si sono visti recapitare le divise nuove con la scritta “polizzia”. Si, proprio polizia con due “z”. Risultato: inutilizzabile tutto l’immenso stock. Cosa era successo? La pubblica amministrazione – racconta all’Agi Paolo Varesi, responsabile del coordinamento per la sicurezza dell’Ugl – aveva stabilito che per le forniture gli apparati dello Stato dovevano scegliere i contratti al massimo del ribasso. Il che aveva costretto chi si occupa della fornitura del vestiario per i poliziotti ad abbandonare la ditta italiana fornitrice e a firmare il contratto – per una quantita’ enorme di divise – con una societa’ polacca. Non e’ andata meglio con le scarpe: nelle scatole, spesso, e’ stata trovata una scarpa numero 41 e una numero 44. A volte si doveva cercare nei vari magazzini per trovare due scarpe della stessa misura e foggia.

  125. dobbiamo scovare chi ha la fissa di usare 4 puntini di sospensione…. e la punteggiatura doppia!!
    si, dai…. facciamo un po’ gli investigatori!!

  126. mi sarei allarmato/preoccupato di più se l’errore fosse stato commesso da una ditta italiana….!!

  127. @Ladygx:il giorno in cui vorraai andare a Cuba ti indicherò dei posti dove puoi vedere la “vera” vita cubana non infestata da maschi europei arrapati in cerca di avventura…ma bisogna andare lontano da Habana, Varadero etc…
    Fammi sapere se sei interessata.

    Saludos y besos.
    Il professionista Cubano

  128. @Il Professionista Cubano

    assolutamente sì, ci conto, te ne sarei grata. Qual è il periodo migliore per andare, secondo te? Farei un reportage completo di foto e video così potresti rivederla in qualche modo, Cuba. Da quanto tempo non vai?

    saludos y besos

  129. E se provassi a chiedere una consulenza telematica gratuita all’avvocato più rinomato del web avrei risposta? Domanda semplice semplice. Che valore ha una scrittura privata?

  130. @219. ti svelo un segreto per ottenere tutte le rispsote ai quesiti legali che vuoi. E’ il motore di ricerca top secret usato solo dagli illegali più illegali. Gli illegali lo utilizzano solo in caso di emergenza e per avere nel minore tempo possibile la risposta bullet proof. Uno strumento talmente potente che basta scrivere il testo della domanda che appare la risposta già firmata da BonelliEredePappalardoGianniorigoniCarpinelliMartinLipton, che poi basta formattare, controllare gli spazi e sei pronto per inviarlo al cliente. si chiama gagol ed ecco come risponde alla tua domanda: http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20070521130818AAVWT0O
    (nota che c’è pure la foto dell’avvocatessa gnocca)

  131. Te l’ho detto, ora torna e glielo chiedi. Se sei impaziente cerca il “quadrato magico”, i.e. Sator

  132. @professionista cubano

    sei 1 babbazzo

    @minosse

    ho apprezzato lo stile del tuo intervento, benchè diretto contro la mia persona

    @LW

    1 persona che si crea 1 fake virtuale nel quale si atteggia, agisce, comporta da femme fatale e snob, mi fa credere che nella vita sia tutt’altro.

    Bye mates
    115.

  133. si si si, berlusconi etc conflitto di interessi etc, già scritto/letto/sentito/non c’è altro che mr.b, sia a destra che a sx, quindi che vuoi fare? aspettiamo la scadenza naturale delle cose.
    Però, matteo arpe dove s’è cacciato? ARPE WHERE R U?

  134. [In ritardo di quei duecento commenti.]

    Leggere Duchesne è assaporare la differenza tra chi può far capire quel “quid” a cui le parole sole non arrivano e chi no.
    Grande post. [Dall’atmosfera, come dire… RAREFATTA?]

    Quanto alla vanità del resto…

    Era estate, prima che i condizionatori mettessero al muro la Mia delicata persona. Ho un mal di gola di qualità superiore e perciò, se è possibile, invece del – seppur pregiato – intruglio con le fave gentilmente offerto da #178, gradirei un bicchierino di latte e cognac tiepido o magari un tocco balsamico di Olio 31.

    CARLÀ. Considerando un poco la situazione storica attuale delle frequentazioni del blog, direi che la CONDICIO SINE QUA NON per cedere alle lusinghe di un invito a cena è che provenga proprio da uno sconosciuto!

    Mia

  135. @Mia, ci stavo giusto riflettendo… solo che lo sconosciuto insiste che per me tale non è. Se ciò è vero, in base al ragionamento che stiamo svolgendo, non dovrei accettare, però, se verrai anche tu, ho deciso che ci sarò. Quindi grazie, accetto (contento Minosse?).
    Non è fantastico: tutti questi hombres che concionano di ricette e ricettine nel blog e poi…. non ne ho mai incontrati di illegali e non che mi cucinassero qualcosina di particolare,sarà vero? oppure fanno cp con il “cucchiaio d’argento” secondo te?
    Duchesne è fantastico: un’atmosfera gelida, blu… ghiaccio e squallore…
    Bacioni, felice di avere news dalla mia compagna di banco.
    Carlà

  136. Carlo, so che mi stai leggendo… lo leggi sempre questo blog. Devi smetterla con questa gelosia, davvero.
    Quelli come te si meriterebbero davvero un bel paio di corna. Così forse la tua gelosia avrebbe senso.
    Anzi, sai che ti dico?
    Se non la smetti di controllarmi lo faccio: vado con il primo stronzo dei tuoi colleghi che mi capita a tiro.
    Chiaro?

    In qualche modo dovrai pure impararla la lezione.

    V.

  137. @Ladygx: carissima, scusa ho letto il tuo post, se vuoi delle informazioni posso girartele in pvt..penso che alla gente del post non gliene freghi una mazza di Cuba, Cuba libre etc…quindi se mi autorizzi ti invio sulla tua mail privata qualche dritta.

    Let me know.

    Besos
    Il Professionista Cubano

  138. @Motorumorista: non mi caghi piu’ e la cosa mi rattrista….certo che con quella battuta della terrazza mi sono tranciato los cocones….vabbe’ magari un giorno ti ricrederai…

    Tschuss (sono in Germania indi mi attengo al verbo locale)

    Il Professionista Cubano

  139. driiinn

    driiiiiinnnn

    DRIIIIIIIIIIIIIIIINNNNNNNN

    smith: “pronto?”
    jacqueline: “ciao smith”
    s: “ehi ciao…”
    j: “scusa dell’ora…non ero nemmeno sicura di trovarti…”
    s: “eh sì…come se non sapessi che dormo nemmeno 5 ore a notte.”
    j: “già…senti volevo solo dire che mi ha fatto piacere rivederti.”
    s: “anche a me ha fatto molto piacere. se dovessi tornare da queste parti non esitare a chiamarmi.”
    j: “…”
    s: “jacqueline mi senti?”
    j: “ehm sì…vorrei anche dirti che…cioè che il ragazzo di cui ti ho parlato…”
    s: “barabba, sì”
    j: “ecco…stiamo insieme da un pò, ma non sono innamorata.”
    s: “ah. non me lo avevi detto, mi disp…”
    j: “…e anche che dopo tanti anni che io e te…ecco che mi basterebbe una tua telefonata per lasciarlo.”

    s: ” ”

    j: “scusa per l’ora.”
    s: “…nulla. solo che jacqueline…”
    j: “lo so. mi dispiace per l’intrusione, non ne avevo il diritto, ma non sono riuscita a dirtelo di persona.”
    s: “beh ecco…”
    j: “scusa ancora, buonanotte.”
    s: “buona…”
    CLICK
    s: “buonanotte.”

    sì.

    altro che buonanotte.

    ora c’è una cosa da fare: ho bisogno del Disco…solo il lato oscuro della luna mi può dare risposte, ora.

    ……smith……

  140. Breathe
    Breathe in the air
    Don’t be afraid to care
    Leave, but don’t leave me
    Look around, choose your own ground

    ….

  141. @Il Professionista Cubano

    autorizzato. ho già coinvolto una mia cara amica… sarebbe davvero bello andare

    @Mia

    hai tutta la mia comprensione contro l’uso selvaggio dell’aria condizionata. anzi istituirei un movimento per abolirla specialmente nei ristoranti. è estate, una si mette in tiro, carina, scollata e arrivano le raffiche di vento che ti uccidono e alla fine della serata tra mal di testa e mal di gola non vedi l’ora di tornare a casa per bere una bella tisana calda.

    @smith

    … magari con questa riesci a prendere sonno la prossima volta… a me è servita tante volte

  142. @220, se autenticata da notaio io me la compro eccome!

    P.S.

    c’è pure una proposta balzana e pericolosa presentata dall’OUA che vorrebbe anche per gli avvocati la possibilità di autenticare le scritture private di compravendita immobiliare. voi che ne pensate?

  143. Caro Duch,

    Secondo me nella lista degli studi illegali manca Sutti…data la dimensione e il fatturato annuo merita di essere considerato un illegale a tutti gli effetti!

  144. @Cubano, ma non è vero: ho giusto un pò di lavoro da “smazzare” e da lunedì sarò in ferie per una settimana, quindi sono un pò impegnata… Dimentichiamo la terrazza, che era dedicata tutta al nostro LS, mi pare di capire, e grazie per l’invito ape, se si riesce a combinare.
    La settimana prossima assisterò anche a tornei di beach volley: ho diversi amici che giocano. Sarà divertente.
    Infine, non parlo nè tedesco nè francese, solo spagnolo ed inglese. Puoi salutarmi a scelta in una di queste due lingue, ma anche l’italiano mi va benissimo.
    Buon lavoro in Germania.
    Baci
    Carlà

  145. @Smith: perdono, non sono fatti miei…. ma sono perplessa: una che sta con un tipo che non le piace ed aspetta la telefonata di un altro per lasciarlo….. forse è meglio pensarci un centinaio di volte?? Altro che dark side of the Moon, mi sembra di un piattume deciso…
    Oddio, poi mica te la devi sposare, però di matti ne circolano a pacchi…. Così eh, solo una riflessione, per farti dormire più sereno le tue 5 ore.
    Con affetto
    Carlà

  146. @Ladygx: preparerò un report per te e ti invierò tutto x e-mail

    @Carlà:….meno male….allora vediamo se dopo le ferie si combina qualcosa…io vado in ferie prox settimana e starò 4 settimane a Cuba.
    Al ritorno a Settembre we will try to fix something.

    Besos
    Il Professionista Cubano (in trasferta in terra di Germania)

  147. @smith….non perdere il tuo tempo…dedicati a qualcuno che ti apprezzi veramente e con meno “pippe” mentali.

    Il mio è solo un consiglio….considera che sono in riu dalle 7.00 di stamattina e magari mi sono un po rincoglionito.

    Hasta lluego
    Il Professionista Cubano

  148. aprendo la nuova edizione del de mauro alla voce “grafomane” c’è una bella foto del cubbano
    nella scorsa edizione c’era la isde
    tout passe…

  149. @256: allavoce coglione c’è sempre la tua foto, caro anonimo del cazzo

    Con stima

    Il Professionista Cubano

  150. ladygx

    grazie, quel pezzo è molto bello.
    inserito in un gran disco.

    anche questa è indicata come ultima canzone prima del sonno

    @ tutti gli altri

    no, ragazzi qui c’è un piccolo quid pro quo.
    i miei pensieri non sono rivolti nella direzione di una eventuale nuova relazione con J…la poesia è finita molto tempo fa.
    una telefonata del genere fa comunque il suo lavoro, nella mia testa.
    io non posso che essere dispiaciuto per quello che mi ha detto: è una ragazza meravigliosa.

    mi dispiace un po’ anche per barabba: non lo conosco, ma da quanto ho potuto capire non è un coglione.

    insomma non provo che dispiacere.

    ieri dopo i pink floyd ho dormito come un angioletto ben 270 minuti.

    ……..smith…….

  151. In ritardissimo ma devo dirlo: drammatico “Un accento dove non andava”… detto a proposito di “sè stesso”…

  152. @Smith, posso comprendere che tu sia dispiaciuto. Non posso comprendere come tu la possa considerare una ragazza “meravigliosa”… Per carità: magari mi sbaglio, ma è sempre una tipa che telefona ad un tipo (con cui è già stata) per dire che se lui la chiama lei lascia il suo ragazzo…. Meraviglioso? Mi sembra il deserto dei Gobi!!!
    Povero Barabba: possibile che non se ne accorga? sarà che si chiama francesemente J.?
    Dai su Smith: guarda qui quante persone schierate a tua difesa. Stai sereno e pensa che non ti sei perso proprio nulla…. NUN CE PENSA’!
    Baci
    Carlà

  153. cubbANO, non dovevi. era solo una battuta. non dovevi.
    ma forse non ti sei ancora ripreso dall’aver visto tuo padre stuprare selvaggiamente tua sorella minorenne
    certo che potevi evitare la ripicca di inc tua madre a sangue. poveretta. che non poteva nemmeno difendersi dalla sedia a rotelle.

  154. 262: a me non interessano le vostre risse, ma voglio dirti che sei disgustoso.
    Sei uno di quelli che va in giro a provocare per sfogare le sue frustrazioni. Cercati un altro blog please.
    Carlà

  155. @262…guarda che ti sbagli, stai parlando della tua famiglia caro anonimo. Questo cmq conferma la tua pochezza…sai solo sparare merda a destra e manca…francamente mi sto convincendo che tu ami essere offeso….sei definitivamente uno slave impotente alla ricerca di master e mistress che ti trattano da cloaca….siccome non mi va più di farti godere, questa sarà la mia ultima replica alle tue cagate…se hai bisogno di godere, comprati un vibratore….mi raccomando cerca quello con le misure “cubbane” così godi di più ed evit di scrivere le tue minchiate.

    Ciao anonimo veneziano.

    Il Professionista Cubano

  156. il cubbano in realtà è nato a trecate, residente a casorate primo, ma con domicilio eletto al giambellino.

    e sdecondo me c’ha pure qualche precedente per iva non versata. vero cubbano?

    ma la cosa più allucinante sono le allocche che ci cascano!

    a cubbano, visto che stai in doicclandia, salutace anghela merkel!

    ahahaha

    la-lettrice-acuta

  157. il commento 250 è ovviamente scritto dal managing partner dello studio Sutti.

    abbello, guarda che qui mica stamo su toppligal!!

    sempre la-lettice-acuta

  158. che lettrice acuta….!!

    lgx (log out peché corro a farmi un giapponese – nel senso di sushi a pranzo)

  159. Però…che escalation di aggressività da queste parti!
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare?
    Allora arrivederci, così come sono arrivato me ne rivado, a pranzo!
    :)))

  160. da wikipedia: “La conclusione autorevole è quella dell’Accademia della Crusca: « Alcuni, quando il pronome sé è seguito da stesso e medesimo, tralasciano di indicare l’accento, perché in questo caso il se pronome non può confondersi con se congiunzione: se stesso, se medesimo. Noi, però, consigliamo di indicare l’accento anche in questo caso, e quindi di scrivere sé stesso, sé medesimo. »”

    Minosse, c’avevi raggione!!! non ti far mettere i piedi sopra la testa!!!

    la-lettrice-acuta-again

  161. fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

    fatti processare, buffone!

  162. Brett Sinclair: Mi sa che era meglio se rimanevi a pranzo invece di tornare e trovare il delirio del 272…
    Parlo anche per me, comunque…
    Saluti a tutti, ritorno nell’ombra,
    V.

  163. Carlà, a volte i tuoi giudizi sulle persone sono davvero irritanti. Ma che ne sai di J, di Smith, di quello che è stata la loro storia e dei motivi della telefonata notturna?

  164. 275: irritati pure, ma leggi bene. Non mi permetto di dire nulla infatti, era solo una considerazione sulle parole della meravigliosa ragazza, posso? Mi sembra di riportare una circostanza oggettiva: i motivi della telefonata notturna sono ivi descritti, peraltro, e non sono nemmeno l’unica che lo pensa, se sai leggere. Ora irritati pure. di solito mi dicevi che sono pesante…
    Lettrice, hai notato che sei tu che ti sei autodefinita acuta?
    Baci a tutti
    Carlà

  165. Grazie mille lettrice acuta!!!!

    Ma forse aveva raggggione il tipo, da quando ho scritto “sè stessi” nessuna mi caga piu’, la gente non vuole piu’ uscire con me e non accetta piu’ inviti…sto entrando in panico!!!

    Come devo fare? Sara’ una maledizione? Sara’ il tipo che porta jella??

    Urgono provvedimenti anti jettatori! 🙂

    @ Prof.Cubano registrato, qualche tempo fa mi rimbrottasti perchè ti avevo scritto il tuo nome con la maiuscola e ora te la sei attribuita da solo..? Come andato il fatto? Quando eri lì a pensare a come scriverlo ti sei detto:” ma sì, una maiuscolina non si nega a niuno, alla fin fine me la merito anche io!” ???

    Minosse

  166. Riemergo dall’ombra: concordo con la Carla’ (che non è presante x qunto mi riguarda) a proposito della telefonata notturna… E poi non c’è stato qualcuno di ben piu’ celebre qualche mese fa che aveva mandato un sms del tipo “Se torni annullo tutto” all’ormai ex moglie? Bella figura ha fatto quella
    volta… Brutta bestia i rimpianti…
    Torno nell’ombra. Stavolta sul serio.
    Besos a todos,
    V.

  167. Mi ha solo infastidito il fatto che Carlà dubiti che J sia una ragazza meravigliosa. E che dica a Smith che non si è perso nulla. Il tutto senza conoscere ne J, ne Smith, ne la loro storia passata. Tutto qui. Torno anche io nell’ombra (tanto più che non sono io che ho dato della pesante a Carlà in passato).

  168. Saro’ breve.

    Carla’ ha torto di default.

    Quindi non sono l’unico che pensa che Carla’ sia pesante tanto quanto la lasagna rossa d’estate accompagnata dal vino rosso della casa temperatur’ambiente (35°).

    Minosse

  169. Oh!
    ‘mbe?!
    Che è ‘sto casino?!
    Ah ragazzi’ !

    (MODE: Isdecaciaronadellapalazzinadifronte /OFF)

    Non vi posso lasciar soli, che subito vi accingete in sconvenevoli battibecchi (si scriverà così?!?)

    Dicevamo: Smith lasciale stare tutte, Carla, la Briatore, la centralinista, tutte.

    Fuggiamo io e te!
    Ritiro i panni asciutti e sono lì!

    (Mode: IsdeCenerentoladiPeriferiaallafacciadellaTatangelo:tiè! /OFF)

    Buon pomeriggio miei piccoli lavoratori!

  170. @Minosse: Oh finalmente!! Ero in pensiero: stavo aspettando il tuo immancabile salace ed arguto pensierino (una volta ancora) su di me. Bravo Minò, te lo dice una tipa che ha torto di default (sic!). Però hai aspettato un pò troppo, potevi e dovevi agire prima…. invece di aspettare di essere accompagnato. Mi hai un pò deluso, tzè.
    Baci
    Carlà

  171. @Inestimabile Carla’,

    mia rara perla dal candido animo e colorito….semplicemente non ero di fronte al pc!

    Un affettuoso e vigoroso abbraccio! :))

    Minosse

  172. carlà non è più pesante di tanti altri qui dentro.

    Fra tutti presentate il tipico difetto della categoria: l’arroganza che unita ad un po’ di aggressività crea un mix più efficace del bromuro.

    tra tutti pigliatevi un po’ meno sul serio, va!

  173. @Minosse, vabbè, prendiamo atto delle giustificazioni da assenza dal pc, infatti ho torto di default, giusto?
    Peraltro, consentimi: sai benissimo che non sono la tua candida perla ecc ecc., in altre parole: non amo essere presa per i fondelli, almeno non in modo così noioso e poco arguto.
    Se vuoi, criticami, provocami, chiedimi spiegazioni: apprezzo moltissimo li pensieri articolati e le critiche possibilmente divertenti. Le baggianate riservale a qualcun altro, se proprio devi.
    Grazie.
    Carlà

  174. Carlà porta pazienza: uno che si sceglie come nome quello di un re che si è fatto mettere le corna dalla moglie che se la faceva con un toro……quanta credibilità può avere?

  175. @287 (sei anche 289, forse?) ma lo sai che sono d’accordo con te?
    @289 Grazie! Non osavo dirlo…. per non sentir parlare di lasagne per la centesima volta.
    Carlà

  176. ricetta:

    400gr di tonno fresco
    350gr di pesce spada
    salsa di pomodoro
    Olive nere
    Cipolla q.b
    sale q.b
    peperoncino q.b
    Lasagne
    Pochissima panna da cucina

    Fare rosolare la cipolla e aggiungere il pesce tagliato a pezzetti (tipo tartare) non appena il pesce si colora aggiungere la passata di pomodoro (700 ml is OK) far cuocere per 10/15 min a fuoco alto e prima di spegnere aggiungere olive e panna.
    Fare raffreddare.
    In una teglia preparare le lasagne alternando uno strato di lasagne con uno strato di sugo. L’ultimo strato deve essere solo sugo. Infornare seguendo le indicazioni di cottura delle lasagne.

    Servire il piatto tiepido, vino: falanghina.

    Ciao
    Il Professionista Cubano

  177. è divertente…. è un po’ come fare la parte della “donna che visse due volte”, sperando in un finale meno tragico
    289

  178. @ gentile signorina del n. 289 ed @ PerlaCarla’,

    perchè, qui qualcuno, in questa sede, Duca compreso, aspira ad avere credibilità?

    Ma davvero pensate che ci sia qualcuno sano di mente che conferisce ai commenti del blog una importanza e rilevanza tali da far conseguire un attendibile giudizio sulla credibilità di chicchessia? Ma dai non prendiamoci in giro..è solo un passatempo. Ognuno scrive quel cazzo che vuole..dallo storiellume farcito di nulla della divertente LW alle filippiche del Min(chio)osse di turno, alle battutine secche degli anonimi.

    Sono tutte una marea di cazzate, ma molto divertenti e fanno passare il tempo gradevolemente.

    Sulla signorina del 289 non mi esprimo, ma tu PerlaCarla’ non smarrire il tuo noto ed invidiabile pragmatismo “vergante”.

    Minosse

  179. peccato! avrei gradito qualche tuo sferzante e illuminante commento sulla mia persona.

    del resto: non siamo qui tutti per prenderci un po’ meno sul serio e per passatempo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...