DECONSTRUCTING DUCHESNE

L’anno scorso, dopo aver ricevuto questa telefonata, mi sono messo immediatamente al lavoro sul libro e, dopo molte stesure, ripensamenti, revisioni, ho spedito il manoscritto speranzoso e mi sono messo in impaziente attesa. Così, dopo un paio di settimane, ho ricevuto quest’altra telefonata.

– “Duchesne”, ha detto la stessa voce squillante della prima volta.
– “Eccomi.”
– “Ma che diavolo di nome, Duchesne.”
– “Sì, ma con la c dolce. Ducesne.”
– “No, no, altro che c dolce. Dukesne, aggressivo, duro.”
– “…”
– “Comunque Duke – ho visto che ti chiamano anche Duke, sapore di jazz, anni venti – ho appena finito il manoscritto. Te lo dico, Duke – bello anche Duke, in effetti – io me lo aspettavo un certo sapore, una bella storia piena di – come dire – condimento. Eh, ma qui altro che sugo, qui abbiamo proprio un bel polpettone. Ma non nel senso di noia, oh, Duke, mi raccomando, intendo nel senso di prelibatezza, di golosità – come dire – succulenza. Non mi fraintendere, suc-cu-len-za, che io da quello che leggo lo vedo che tu sei un pochino così – come dire – incazzoso e ti offendi subito. No, qui abbiamo un polpettone di grossa sostanza. Guarda, Duchesnone, io mica me l’aspettavo, che sei sempre lì mogio, tutto perbenino, e sto bene e sto male, lo ammetto, io non me l’aspettavo. E invece devo dirlo: bravo, bravo il Duchesne che mi ha fatto il romanzo. Come dice Giuseppe? Il mio prezioso collaboratore. Ecco, a proposito, forse sei stato un po’ – come dire – addosso al personaggio di questo giovane avvocato, un po’ sbilanciato in suo favore. E Giuseppe me l’hai un po’ – come dire – strapazzato, povero il mio Giuseppe. Ma va bene così, gioventù, ribellione, ritorno al sessantotto.”
– “…”
– “Duke, ma ci sei?”
– “Sì.”
– “Wow.”

Annunci

253 Pensieri su &Idquo;DECONSTRUCTING DUCHESNE

  1. C’è poco da invidiare, per chi scirve già così bene corregere le bozze è molto difficile.
    Doloroso perfino direi.
    Ma il “talento” prima di tutto: quindi il libro ne uscirà poco perfettibile.

  2. Qualora necessario, preciso che, ovviamente, non si trattava di invidia per la “correzione delle bozze”, ma per quanto ci fosse prima di quello e successivamente a quello.

  3. Caro Duke (così, dunque)
    pensavo a certe opere dei Grandi Maestri in cui amici, conoscenti e soprattutto sponsors sono in qualche modo rappresentati. L’architetto Tizio che dà, alle statue che ornano il teatro a lui commissionato, le sembianze dei notabili della città. Il pittore Caio che, nell’affresco del Giudizio Universale, dà ai beati il volto di amici, familiari e generosi contributori.
    Mi chiedevo se tu al momento stia ricevendo pressioni da chi frequenta questo blog: l’utente LuceDelSole che ti suggerisce di dare il suo nome al personaggio della ragazza conosciuta al mare, Prof. Siciliano che ritiene il suo profilo in linea con quello di Giuseppe (e Giuseppe, a pensarci bene, non è un nome così incisivo)…
    Io spero proprio di no, spero che gli utenti di questo blog non si abbassino a tanto. Sarebbe come se io pretendessi che tu, l’Autore, in fase di correzione di bozze inserissi un personaggio Giongion – ad esempio, il prestigioso cliente CFO della Società Alfa. O anche l’uomo delle pulizie, o l’addetto della macchina del caffè. Qualunque cosa, insomma, purchè il nome Giongion appaia in qualche modo. Non sia mai, Duke, questo sarebbe veramente troppo.

  4. Duchesne, ma fra lavoro e libro trovi ancora il tempo per dormire? O per andare in bagno?
    Come fai?

    Te lo sto domandando seriamente…

  5. Se Duchesne non fosse bravo, forse non lo leggerei costantemente….. O forse sì, chi lo sa…. :))))
    Ciò nonostante, credo che rientri nei sogni di molti blogger (e non solo di quelli di fuoco) essere contattati da una casa editrice ed avere la possibilità di scrivere un libro.
    Fortunatamente, non tutti sono bravi come Duchesne, altrimenti saremmo sommersi da libri di ogni genere….
    E comunque la mia è ammirazione vera e l’intenzione era quella di complimentarmi con Duchesne per il suo successo.
    Un sorriso… 🙂

  6. Sorriso anche a te, mia carissima creatura.
    Più che vere le tue riflessioni, anche perché “i ladri, gli assassini e i tipi strani”… sono tutt’intorno.

  7. Complimenti “Duke”!
    Il Reame non vede l’ora di assaggiare il polpettone, ma febbraio è ancora lontaniiiiissimo…

    Buona giornata a tutti.

    BP ♥

  8. Però… i polpettoni,above all fritti alla napoletana, come piacciono a me con funghi, provola e mortadella (per esagerare ci vedrei anche una minima di pistacchio di Bronte che non t’aspetti) possono essere difficili da ingerire.

  9. Mi guardo intorno….non vedo altre possibilità….mah :))))

    “Mia carissima creatura” sarei io? :DDD

    Spero che non sia solo sarcasmo…eheheh :)))

    Un sorrisone 🙂

  10. Beh, poteva essere un bel polpettone natalizio! Il libro di Natale. Ecco, avrei qualcosa da ridire sulla strategia di marketing del lancio adottata dalla Marsilio. Pazienza, sarà il libro di Carnevale, mio caro Duchesnone! (e qui ci vorrebbe l’emoticon di skype che sogghigna con la manina davanti alla bocca)

    Cmq devi sapere che ho grandi attese quantitative sul tuo libro, tipo un tomo non inferiore a 600 pagine che mi assicuri almeno un paio di settimane di lettura. Sulla qualità ovviamente non ho dubbi. Che poi lo so cosa succederà. Sarò colpita da una grave forma di “lettura compulsiva” e andrò avanti ad oltranza fino a quando non sarò arrivata all’ultima pagina per poi soffrire d’astinenza forzata!
    Hai già pensato a Studio Illegale 2? ^_^

    lgx

    PS
    un grande attore sostiene:
    “Il mio datore di lavoro? I miei fan…” altro che Giuseppe!

  11. Mi associo a Giongion.
    Duc, ma a me sembra che che tra la voce squillante (divina? una sorta di “chiamata”?) e Giuseppe ci sia, come dire, quasi una sovrapposizione…. coazione a ripetere?
    Un bacione
    Carlà

  12. Tre sono le possibili vie per soddisfare le esigenti esigenze di noi (più di 25) lettori.

    1)Il tomo dev’essere ampio abbastanza, come dice ladygx, da contenere giorni se non settimane di lettura.

    2)Oppure, al contrario, ha da essere smilzo, ma di quella magrezza essenziale e perfetta che troviamo, ad esempio, in Borges o, sempre per rimanere bassi, in “Una questione privata” di Fenoglio, volumetto che non smette di sorprendermi e commuovermi anche alla centesima lettura.

    3)L’ultima possibilità sarebbe quella di combinare le caratteristiche della prima e seconda opzione, un po’ come in Moby Dick, solo per citare il primo esempio che mi viene in mente.

    4)Quartum non datur, caro Duke.

    (bada che qui si scherza: sono sicuro che ci stupirai con il quartum)

  13. Piccolo consiglio (non richiesto, lo ammetto) per Duchesne…. 😉

    Diplomaticamente tranquillizza i lettori (più di 25) sul soddisfacimento dei vari punti richiesti.

    Poi, scrivi come ti pare, quanto ti pare e di cosa ti pare….
    I libri scritti “su commissione” a me piacciono poco, perdendo della spontaneità necessaria a stimolare la curiosità dei lettori (magari più di centinaia…) :)))))

  14. caro Duch,
    non pensi di essere un pò troppo autoreferenziale ultimamente?
    ormai scrivi solo di ‘sto libro. Tanto vale che il blog lo chiudi, o almeno dai le password a LW…
    Se continui così il libro invece di comprarlo lo fotocopio!

    PA

  15. OT (visto che qui non ci sono magistrati o penalisti): ma l’avete visto cos’è successo a Salerno??
    Cioè questi devono ordinare una perquisizione nei confronti di colleghi (avevano chiesto degli atti a quelli di catanzaro un anno fa e questi continuavano a far finta di niente). Siccome, lo si capisce, la cosa è un pò, come dire, scottante scrivono un’ordinanza di 1700 pagine, così anche per pararsi il culo, penso io che non sono tanto del mestiere, ma un pò i tribunali li conosco! Avranno pensato: ” se qualcuno, tipo il CSM, ha qualcosa da ridire almeno vedranno che un pò di motivazioni le abbiamo e comunque prima di massacrarci si dovranno leggere la bellezza di 1700 pagine”…
    E invece? il CSM, nella persona del suo Presidente supremo, chiede l’ordinanza e in 24 ore la legge (ovvio che l’hanno letta, sennò mica potevano prendere decisioni così drastiche) e dispone il trasferimento del procuratore capo!

    ma a voi la cosa non vi preoccupa?

  16. pa il tuo commento è veramente gratuito, visto che questo è solo il secondo post sull’argomento, scritto comunque in maniera ironica e autoironica, come sempre.. è ‘na brutta cosa l’invidia

  17. #27

    Se vuoi posso insegnarti come smettere di preoccuparti ed amare la politica italiana.

    -Il dottor Angelino Stranamore-

  18. CIAO, trovo il tuo sito veramente interessante, riesci a focalizzare e descrivere quelli che sono i veri risvolti negativi della nostra vita professionale anchese conditi con sarcasmo.
    Avrei una domanda per te,e per chiunque potrà rispondere, dovrei prendere un neo avvocato che proviene dallo studio pirolapennutozei, ha tutto in regola,l’ultimo dubbio che ho è riguardo a tale studio,siccome non ci ho mai lavorato vorrei sapere se qualcuno pui darmi delle informazioni al riguardo, di qualsiasi genere, (i.e. reputazione, qualità delle operazioni, tipo di clienti, avvocati che vi lavorano).
    ciao e grazie

  19. @30 e a chiunque voglia rispondere alla sua richiesta di informazioni: art.29 del codice deontologico: “L’avvocato deve astenersi dall’esprimere apprezzamenti denigratori sull’attività professionale di un collega”.

    Tanto vale che chiami direttamente i colleghi dello studio indicato.

    PA

    PS: robe da pazzi!

  20. Nessun sarcasmo… io da piccola adoravo i fuochi fatui di Ende… e quindi il fuoco sa esser buono.
    Alternative ce ne sono sempre ma non per se stessi.
    @Carlà: mi sembri quasi irriconoscibile… ci vedo lo zampino (il cotechino di DurAlex). e ricordiamoci che Duke è anche Duca.

  21. Oddio è vero!!!

    Ho appena segnalato a Giuggioli e Danovi che questo blog costituisce una palese violazione dell’art. 29 del Codice Deontologico.

    Gli interessati hanno preannunciato atroci sanzioni disciplinari.

    Possa Dio pedonarci.

  22. Ciao sono l’Avv. decuius, nobile e travolgente avvocato, in gamba e brizzolato, che legge da poco questo c.d. blog. Lo trovo interessante, pieno di spunti, ironico, bello una cifra e molto trendy, che parla della nostra vita dura senza paura. Eh raga? siete “d’acco” anche voi, non è ilclassico blog che asciuga no? allora, vi sottopongo il quesito de quo: devo assumere un giovane avvocato con la palese faccia da pirla che viene dallo studio Bep e& Prot, mi sta veramente sugli zebedei, veste cheap, ha una brutta cinta, unghie tagliate col tronchesino, sopracciglia folte, mascella volitiva, capelli spumosi, nodo grosso della cravatta e alito ai limiti del codice penale. Asco raga!! qualcuno può dirmi quale è la reputazione dello studio da cui viene questo mattacchione per levarmelo dai maroni senza addurre altre motivazioni?
    Grazie neh, colgo l’occasione per porgervi i più sentiti ringraziamenti.

    Avv. de cuius

  23. Qualche commento su Giliberti Pappalettera Triscornia?
    (mi raccomando: nei limiti dell’art.29 codice deontologico)
    -Morris-

  24. Attenzione!! Secondo il CNF, Boutique può essere considerato un appellativo denigratorio.

    Il #51 è già stato identificato tramite l’IP e gli emissari dell’Ordine degli Avvocati sono già partiti per incenerirlo.

    Fahrenheit 451

  25. Fahrenheit, hai detto una cosa imprecisa.
    L’appellativo “boutique” non è da solo sufficiente a configurare violazione dell’Art.29 C.D.
    E’ stato invece chiarito (Causa CNF v. Roe&Wade) che far precedere a “boutique” il participio composto “cosiddetto” è sicura violazione, tale da determinare l’immediata cancellazione del professionista dall’albo e l’impossibilità di far precedere il proprio nome e cognome dal titolo “Avv.” (anche per esteso). Nei casi più gravi, il reo è stato obbligato ad assumere il titolo “giurista d’impresa”.

    Giongion [slog(g)ato]

  26. L’autoironia è una dota fondamentale…basta che a prendere in giro non siano gli altri, che sennò mi inkaxxo….

    Duca, appari e dunque sei un precisetto?

    In effetti, a pensarci bene….

    PEL

  27. Che mi dite invece di Lovells? Sono curioso anche perchè in uno degli ultimi post Duchesne ha ammesso di averci fatto un colloquio.

  28. @BrettSinclair 55: sì, hai ragione.
    Ma io mi riferivo – in questo caso – a quanti bloggers potrebbero pubblicare un proprio libro, se solo venisse loro offerta l’opportunità….
    Saremmo travolti! 🙂
    E, comunque, era per dire che – a Duchesne – è stata offerta questa possibilità in quanto è molto bravo…

  29. il problema cari Brett e focosa creatura, non sono solo i blogger son i libri e i film in genere.
    C’è robaccia che a noi può solo far perdere tempo ad altri non saprei metter strane idee in testa, fallaci talvolta dannose, talaltre.
    Chiaro che non è questo il caso assolutamente.
    Però direi agli ani “venuti dal vento o da spiagge assolate” di non dar pressioni, scrivere mica e facile!

  30. Lo ammetto: a volte leggere LaLaureata mi richiede impegno.
    e questo non solo perchè proprio mal la sopporto, ma soprattutto perchè spesso il suo pensiero è incomprensibile
    Ma sicuramente è LEI ad esser ad un livello superiore al mio.
    voi che siete tutti laureati come lei, la capite o avete le mie stesse difficoltà?

    LaDiplomataDiBelleSperanze

  31. Di primo acchito direi che ha dei problemi irrisolti con la punteggiatura.
    Ma è solo uno dei suoi problemi

  32. beh, in effetti, pur avendola più volte difesa, devo dire che la sua scrittura, oltre ad avere problemi con la punteggiatura (che possono almeno in parte essere addebitati alla informalità del mezzo), appare un pochino involuta
    ma d’altronde, come diceva quel tizio: siate oscuri, vi crederanno profondi

  33. Ingenui,non avete capito nulla. La Laureata è un genio che ci prende costantemente in giro facendoci la supercazzola come il Conte Mascetti…

  34. Ah la diplomata… Devo ammettere che ho sempre avuto un debole per le ragazze che si affacciano ai 20 anni… (forse perchè nel cervello sono rimasto un immaturo post adolescente)

    LS che ne dici?

  35. @ TUTTI: scusate, da quando in qua la laurea sigilla e certifica il livello culturale e linguistico delle persone? Conosco gente che di lauree ne ha 2, ma gli unici libri che ha letto sono i testi necessari a conseguire i pezzi di carta (oltre che i libri di bilancio ovvio).
    E che dire dei signori laureati che si puliscono i denti con le dita mentre mangiano??
    DISGUSTO!
    L: che amica dobbiamo invocare? Comunque, se lo dici tu, la invoco a scatola chiusa.
    Baci
    Carlà laureata (1 sola volta) ma non loggata

  36. E comunque, diplomata, è: “venuto dal sole o da spiagge gelate”.

    Almeno i fondamentali, diamine!

    v

  37. @ 68 e ss.

    siccome siete con la mani in mano, vi faccio un regalo:

    “Il conduttore si impegna a utilizzare e occupare l’immobile come [omissis], nonché per qualsiasi altra attività commerciale consentita dalla legge ovvero che non sia contraria al buon costume, restando tassativamente escluse, a titolo esemplificativo e non esaustivo, attività di vendita di materiale pornografico, ovvero attività quali cinema a luci rosse, “sex shops”, “lap top bar”, “peep shows”, ecc.”

    I comparenti mi dispensano.

  38. Caro LF,

    la questione che hai posto (# 64) con il tono spensierato che ti contraddistingue ha in realta’ risvolti macignosi, calcarei (si puo’ dire che una questione ha risvolti “macignosi e calcarei”? Boh non credo devo aver mangiato pesante, chiedo scusa), insomma molto piu’ profondi di quanto non sembri.

    Personalmente ritengo che la predilezione che gli uomini (specie gli over 30) hanno per le teenager (oltre ad essere attribuibile ai fin troppo noti meccanismi biologici) derivi per lo piu’ da una specie di illusione ottica. Le teenager sono immaginate dalla nostra psiche come meno esperte, meno sofisticate, piu’ spensierate (e per questo piu’ rassicuranti e forse persino maggiormente seducibili) rispetto alle ragazze o alle signore piu’ in la’ con gli anni. Ma si tratta, appunto, di un’illusione, dal momento che come sappiamo esistono teenager maliziosissime e molto esperte nell’arte della seduzione e d’altra parte 25-30-40enni sprovvedute, naif, ingenue, alle quali nemmeno un corso accelerato tenuto da Anais Nin o una storia d’amore con Henry Miller (pace all’anima loro) consentirebbe di raggiungere il livello di femminilita’ plausibile che ci aspetteremmo, che spereremmo di trovare durante il cammin di nostra vita.

    E’ anche in base a queste considerazioni che sul tema dell’eta’ ho da tempo adottato un approccio paragonabile alla teoria di economia politica (fiscale) del “veil of ignorance”: interagire con le protagoniste dei miei sogni proibiti (e del mio solitario esercizio sessuale) senza lasciarmi distrarre da fuovianti ipotesi in merito alla loro possibile eta’. La bellezza e l’intelligenza di una donna sono aspetti troppo importanti per essere macchiati da considerazioni di tipo anagrafico. In questo modo una vera Lolita (a proposito: chi ne avesse davvero incontrata una mi avvisi perche’ finora non ho mai avuto questa fortuna, se non oniricamente) o una vera Mrs Robinson potranno essere giudicate egualmente sexy da qualunque osservatore la cui mente sia stata preventivamente depurata da interferenze anagrafiche triviali, quali ad esempio talune possibili considerazioni riguardanti le rughe o la cellulite (per un’aspirante Mrs Robinson) o l’ingenuita’ o l’inesperienza (per un’aspirante Lolita).

    Indossare un mio personale “veil of ignorance” in relazione all’eta’ delle protagoniste di questo blog mi aiuta, per esempio, (i) a godere maggiormente della indimenticata LW notturna in quel di Bologna, (ii) a perdonare Queen Camilla per l’astio dimostrato inizialmente per la Laureata (aperta lunga parentesi: che una femmina mostri astio pubblicamente nei confronti di un’altra femmina purtroppo fa pollaio, non e’ sexy, e puzza immancabilmente di invidia nei confronti del bersaglio degli insulti percepito come piu’ attraente e quindi piu’ pericoloso: brava e’ stata la Queen a comprenderlo, a smettere di bistrattare la Laureata, e ad aderire entusiasticamente all’appello di Baronessa P affinche’ io descriva piu’ accuratamente le mie mani. Cio’ ha dimostrato intelligenza e ritrovata femminilita’. Spero che anche la neo arrivata Diplomata abbia le unghie celebrali sufficientemente affilate per comprendere l’ingenuita’ che caratterizza questo tipo di errore, tanto diffuso quanto deprecabile / chiusa lunga parentesi), (iii) a deliziarmi con le descrizioni di ozio decadente e percio’ intriso di lussuria offerte da Baronessa P, e (iv) a sorridere bonariamente persino degli intrighi e dei bisticci concettuali e lessicali della “mia” Laureata, sperando che si trasformino da un momento all’altro in serene e gioiose scorpacciate dei sensi che il mio intuito mi suggerisce che questa donna e’ in grado di dare.

    E il mio seme non sara’ dunque disperso in vano.

    Il Lettore Segaiolo

  39. se conti su carlà e le altre galline acide del pollaio il tuo seme non sarà disperso in vano, ma in bilocale

  40. Oddio essere addirittura argomento di conversazione mi perplime.
    @Carlà se è lei: la nostra amica sarda e non sorda.
    @L.S.: lusingata davvero dalle Loro parole.
    @Creatura di fuoco: lei mi confonde spero non con un’altra.
    @ano casuale sì Faber è un fondamentalissimo. Mi scuso per l’errore.

  41. Dal sito dell’ordine di Mi:

    “Studio legale associato cerca neolaureato o praticante con poca esperienza, da formare nella pratica soprattutto in ambito penale. Si richiede impegno PART time, buona volontà, capacità di ascolto, buon carattere, e soprattutto la reale intenzione di intraprendere la professione forense. ASSOLUTAMENTE NO fumatori/trici incalliti/e, soggetti con ego “debordante” e soggetti già in possesso del titolo. Non costituisce titolo preferenziale il voto di laurea, ma quanto sopra si. E’ previsto rimborso spese da subito. Contattare personalmente, al n. [omissis], l’Avv. [omissis], anche sabato e domenica”

    Gli omissis sono miei, il resto è tutto genuino.

    -Lisia-

  42. @-Lisia-: l’Avv.[omissis] ha utilizzato un’ elegante circonlocuzione per dire “Cazzo ci serve un galoppino (con una buona propensione alle Figure di Merda)!”.

    A proposito di “cose trovate sui siti”: sul sito di UBS hanno pure una pingue sezione “lessico bancario UBS”. Che carini…
    ___________
    FQN

  43. Io ricordo ancora uno Studio Legale di Milano che cercava una praticante pregando le “aspiranti Ally McBeal” di astenersi dall’inviare il cv……
    appello geniale, ma il problema è che un’Ally McBeal mica sa di esserlo, ci è e basta.
    😀

    PS Caro Duch, mi unisco al coro: come sempre è un piacere leggerti

  44. Che poi io un’aspirante Ally ce la vorrei nel mio studio… anche se non è che mi ci identifichi più di tanto, forse solo perché non mi piacciono gli uomini sposati!
    quel telefim era un amore peccato per la fine.

  45. Cercasi giovane praticante o neoqualificato per inserimento in prestigioso Studio Illegale “Italian Magic Circle”. Sono requisiti preferenziali: faccia di tolla, ego debordante ma non tanto da intralciare quello del Partner di riferimento, scholastic english e possibilmente scholastic chinese. Costituisce titolo preferenziale l’aver conseguito un qualunque LL.M. (ma meglio se con tuition fee superiore a € 30K) e avere esperienza all’estero. Non si considerano “estero” i territori di Stato Città del Vaticano e S.Marino.
    Inviare CV aggiornato esclusivamente via e-mail c.a. “Grande Partner figl. di putt.”. E’ perfettamente inutile cercare di contattare l’ufficio HR, in quanto la nostra attività di recruiting è gestita da Senior Partner in pausa pranzo.

  46. @Carlà
    se non sbaglio LS stava parlando di quelle che hanno capito che l’essere acide fa troppo pollaio e puzza d’invidia.
    traine le dovute conclusioni

  47. 2 pensieri

    si sta tenendo tutto il meglio per studio illegale 2

    una volta pubblicato -e identificato, per forza di cose- si dovrà liberare di questo mestiere

  48. #103

    Identificato, per forza di cose? Mai sentito parlare di cose tipo “pseudonimo”, “alias”, “alter ego”? Mai sentito parlare di autori quali Pessoa, che pubblicò volumi sotto diversi nomi, senza che nessuno riuscisse mai a risalire a lui?
    Beata gioventù
    -Lisia-

  49. ah…ah….ah….ah….ooooohhhhhh

    questo è il mess. per alcune di voi, mie dolci avvocatesse.

    Lattore Anal

  50. Siamo arrivati all’uso del blog come fosse il muro di qualche cesso pubblico, nevvero 109?
    Triste che ti senta così divertente da precipitarti a postare perfino un’errata corrige

  51. NON E’ UN PAESE PER FRESHMEN

    Chi sono i discendenti di manager e a.d. che scelgono di fare l’avvocato nelle law firm

    I figli d’arte che indossano la toga
    Scaroni e Bazoli nello studio Bonelli, Fantozzi in Chiomenti

    di Roberto Nido

    Padri e madri si sa sono sempre felici se un figlio segue le loro orme professionali. In alcuni casi però, quando il papà e il numero uno dell’Eni, come Paolo Scaroni, o lo zio il presidente di Telecom Italia come Gabriele Galateri di Genola e Suniglia, è un po’ più complicato mettersi in scia e proseguire quanto è stato seminato per anni.
    Così molti figli d’arte, alla carriera di padri e nonni in finanza o in politica, hanno preferito quella di avvocato in un grande studio legale in Italia o all’estero. Una delle law firm che tra le sue fila annovera alcuni dei rampolli del capitalismo e dell’imprenditoria italiana è sicuramente lo studio Bonelli Erede Pappalardo. Nella struttura di Sergio Erede che conta più di 300 professionisti, lavorano sia Clementina Scaroni, figlia di Paolo, ex numero uno dell’Enel e ora a capo dell’Eni, sia Chiara Bazoli, figlia del banchiere bresciano Giovanni Bazoli, presidente della più grande banca italiana, Intesa San Paolo.
    Non solo. Presso gli uffici milanesi dello studio lavora da poco più di un anno anche Cristina Paolucci, figlia di Umberto, vice president di Microsoft corporation. A Roma, invece, nella nuovissima sede di Villa Ada, ha trovato un posto da partner Claudio Tesauro, specializzato, manco a dirlo, in antitrust, visto che proprio lo zio Giuseppe Tesauro è stato fino a pochi anni fa presidente dell’Authority e il nonno rettore dell’università Federico II di Napoli.
    All’estero hanno trovato uno spazio Teresa Emmanuele, figlia di Emanuele Emmanuele presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Roma, che lavora a New York da Chail Gordon & Reindel Llp e Niccolò Pallesi, figlio di quel Lorenzo Pallesi, già numero uno dello studio Carnelutti di Roma ed ex presidente dell’Ina e dell’Acquedotto pugliese, anche lui a Wall Street da Shearman & Sterling. Insieme a lui anche Tobia Croff, figlio di Davide Croff, per oltre dieci anni amministratore delegato della Banca nazionale del lavoro e adesso presidente del Festival del cinema di Venezia e nipote di Carlo Croff partner storico dello studio Chiomenti. Infine, sempre a New York, lavora da Skadden, Arpes, Slate, Meagher&Flom Paolo Cioppa figlio del sostituto procuratore generale di Milano, Gustavo Cioppa. A due passi dal Quirinale, a palazzo Pallavicini Rospigliosi, nella sede di Chiomenti, lavorano anche Giuseppe La Loggia, figlio di Enrico, ex ministro per gli affari regionali e anche Raffaella Fantozzi, primogenita dell’ex ministro del bilancio Augusto, ora in Antonveneta. Nello studio fondato da Pasquale Chiomenti nel 1942 lavora anche Matteo Farneti, figlio di Chiara Beria di Argentine, ex inviata della Stampa di Torino e direttrice del settimanale Specchio.
    Se da Allen & Overy a Roma ha trovato spazio Annagrazia Calabria, nipote di Carlo Calabria, european head of M&A di Merrill Lynch e figlia dell’head of finance di Finmeccanica, tra le fila dello studio Agnoli Bernardi invece lavora Salvatore Grimaldi, figlio di Vittorio.
    Uno dei fondatori dello studio Labruna Mazziotti Segni, nato da uno spin off di Gianni Origoni Grippo, è Antonio Segni, nipote dell’ex presidente della Repubblica nel 1962. Infine l’attuale numero uno di Telecom, Gabriele Galateri di Genola, ex presidente di Mediobanca, è lo zio di Alessi Galateri di Genola, che dal 2005 lavora nello studio milanese di Cleary Gottlieb.

    Italia Oggi, 10-01-08

  52. @113…è un articolo vecchio e già postato.

    @112: esistendo un LS and un LF…mancava solo un LA.

    Io sono fiero di appartenere a questa categoria. Se sei donna ti invito nella mia casa, se sei uomo portami la tua ragazza/moglie che la faccio divertire un poco.

    Vedi caro 112, piuttosto che rispondere di getto e scrivere cagate rifletti sull’aspetto ludico di quanto ho scritto e di quanto in questo blog, spesso e volentieri, viene scritto.

    Beh adesso vado…qui dove vivo io è festa e ho un bel culetto che mi aspetta.

    Lettore Anal

  53. sì, è un articolo vecchio, in quanto la Calabria ora è diventato deputato.

    Che carriera, ragazzi.

  54. @LA
    premetto che per me c’è spazio per tutti da queste parti, ma l’arrivo di LS e LF tra noi ha un non-so-che di genuino, che non riesco proprio a cogliere in te….. mi sembri un personaggio un po’ …forzato…
    oh, sia chiaro…..con simpatia eh
    ;D

  55. basta co’ sti culi, facial, anal e simili.

    avete rotto le scatole. ti avessi a tiro caro anal, te lo sfonderei volentieri io il deretano, a colpi di chiave inglese.

  56. @119: si lo so, ci sei rimasto male per la tua ragazza….cmq se non riesci almeno prova il Viagra.

    @RR: beh….nel mio caso la parola “forzato” calza a pennello….

    LA

  57. ProfC: La faccenda si complica..

    LF: In effetti cominciamo a essere in tanti

    Lanal: Potremmo fare a rotazione

    LaL: Rotazione un cazzo. Tutti insieme o nulla.

    LS [dietro la tenda su uno sgabello]: Basta che iniziate..

    ProfC: Mmm..Dunque..Se la sdraiamo di schiena la cubanita è certamente agevolata e anche tu, LF, non dovresti avere problemi. LA invece non saprei proprio da che parte metterlo.

    LA: E se la girassimo?

    ProfC: Va da sé che la posizione supina ti agevolerebbe assai, caro LA, ma sul punto avrei due obiezioni. Primo: da che mondo è mondo porre l’essere femminile in posizione novanta gradi cozza irreparabilmente con i miei ideali di uomo romantico e sempre attento a non offendere lo spirito angelico della donna con cui mi appresto a fare del sesso come solo i maschi cubani sanno fare e si sa che se le donne non ce le trombiamo noi voi italiani chissà quando riuscite a soddisfarle con il vostro ridicolo ardore mediterraneo. Secondo: dove cazzo mi metto io? Non è che per una cubanita posso sfidare la forza di gravità, eccheccazzo!

    LaL: ..c’è robaccia che a noi può solo far perdere tempo ad altri non saprei metter strane idee in testa, fallaci talvolta dannose, talaltre.

    LF: Ragazzi non c’è tempo da perdere. Sta riniziando..

    LA: Ho un’idea: mettiamola in piedi. Poi, il ProfC sale su una sedia e si pone all’altezza necessaria alla cubanita, LF gli sale sulle spalle e mira in basso e io, bè, ovviamente intervengo da dietro.

    ProfC: Mi hai convinto

    LF: Ci sto

    LS: Basta che io riesca a guardarle i piedini..

  58. A me piace ed entusiasma l’attimo prima in cui lo ricevo, prima di sentirne la rigidità e la durezza dentro. Prima che mi riempia, insomma.

    LA

  59. Ma insomma DurAlex…
    e dire che è Natale un po’ di morigeratezza (in realtà rido)
    ma mi oppongo solo L.F. (senza benefit if you, and he above all, know what I mean) e L.S. .
    Cubano mai nella vita, lo sa anche lui che litigheremmo.
    E sti nuovi avventizi “forzati” (come rileva RedRose) non mi interessano proprio…

  60. LA@120
    bravo, hai colto la battuta da caserma
    ;o)

    DURALEX@121
    come sempre divertentissimo!
    grazie di esistere!

    buon weekend a tutti
    RR non-più-loggata

  61. #107 -lisia-

    se citi uno scrittore contemporaneo che riesca a proteggere l’anonimato sono pronto a darti ragione

    davvero beata la gioventù

  62. Beh, più d’uno. Non è così difficile, più difficile per un autore già conosciuto, ma uno sconosciuto può benissimo rimanere anonimo. Tu guarda la donna dietro a JT Leroy cosa è riuscita a fare.

  63. Sempre si parva licet, e per dare man forte all’amico Lisia, citerei “Ozono Boy”, autore (o autrice?) di un geniale racconto pubblicato nel lontano 1998 (Settefacce, Feltrinelli).

  64. Egregio LA,
    ma deve proprio metterci a parte di questi piccoli segreti? La pregherei di evitare in futuro, parlare del proprio stato di salute è volgare quasi quanto parlare di soldi.

    Da una formalissima Valinlux
    (ora non loggata)

  65. Pregiato Lettore Segaiolo, tu sì che ne sai… Con questo indugiare sulla descrizione delle tue mani pratichi un vezzo (per non dire arte) solitamente tutto femminile: l’Attesa, unica vera anticamera del Piacere.
    Confesso che, guardandomi in giro, forte si è presentata stamani la tentazione di adeguarmi ai dettami in materia di nicknames in voga di questi tempi, assecondando quello spiritello di Leonard Zelig che evidentemente mi possiede quasi quasi mi sarei firmata La Lettrice Threesome, ormai ci manca solo questa… no, dico… ma cher’è ‘sta moda? di LS ce n’è uno, gli altri son nessuno. Anal, Facial… Bah! Chissà com’è che vi allenate con tali lambiccate pratiche, per quanto amene, e poi e poi… (mi abbandonerò ad una tra le tante specialità per cui sono rinomata a corte: il consiglio non richiesto) maschi, come dire… se volete comporre una poesiola tuttalpiù una canzonetta, prima dovreste essere ferrati sulla grammatica, l’abc. Pertanto, accantonate cubanite & co. e considerate che in substantia, insomma, all’atto concreto dell’amore spesso non vi rivelate così “disinvolti” come vorreste far credere. E come ben sapete, senza buone fondamenta… tutto il resto non sta in piedi.

    Cambiando argomento, mi complimento con La Laureata dall’eloquio talvolta arcano (nella forma, non nel contenuto) che fa sfoggio di notevoli letture: Pessoa über alles.
    E Giongion pure, chi se l’aspettava la citazione di Una questione privata?
    Bravi, bravi.

    Buon giorno di pioggia a tutti.

    Hello Goodbye,

    BP ♥

  66. L’elogio allo sfoggio di letture colte è la rovina di questo blog. Tutto un continuo ostentare…

  67. ostenta chi vuol mostere di aver tanto.
    io non ho niente e dico di non aver nulla.
    leggere è il minimo che un sensiente possa fare…
    @l’amica B.P.:argh pessoa mi manca se non qualche bellissima poesia.
    però saramago ragà si chè uno scrittore.
    Però baronessa, mia bella, non confondiamoL.F. con L.A.. quest’ultimo fa solo il beetjuice, L.F. ha detto anche cose serie.
    Certo chi parla di emorroidi non si presenta benissimo non perché non sia un argomento sostenibile ma perché appare un po decontestualizzato.
    E poi essendo lui il lettor anal, dà la cosiddeta stura a battute di lega ancor più inferiore…
    ma chissà che non si ravveda anche freud sosteneva che quella sia una fase da passare.
    Magari è solo giovane.

  68. Solo per essere chiari.

    Il commento sulle emorroidi non è mio bensì di qualche buontempone che si firma LA.

    Mai e poi mai potrei scrivere cose del genere.

    Per quanto concerne Alex…beh direi che hai poca pratica del sesso.

    La migliore posizione nel threesome è la seguente.

    Uomo 1 sdraiato sul letto con donna sdraiata (di spalle) su di lui per penetrazione anale.

    Uomo 2 che solleva le gambe della donna per praticare penetrazione standard (e quindi anche cubanite…)

    Ovvero se uomo 2 e allenato…in posizione missionario ma deve reggersi un bel po sulle braccia.

    Uomo 3 che può tranquillamente spruzzare il suo seme sulla faccia della donna o direttamente in bocca (de gustibus).

    Diciamo che la donna può anche utilizzare una mano o entrambe e quindi anche un LS potrebbe divertirsi.

    Sorry per le porcate… ma consideratelo come un trattato scentifico.

    LA – quello vero

  69. Ma pauvre muse, hélas! qu’as-tu donc ce matin? / Tes yeux creux sont peuplés de visions nocturnes, / Et je vois tour à tour réfléchis sur ton teint / La folie et l’horreur, froides et taciturnes.

  70. boh!
    cmq anal mmm
    non so…
    e poi perchè definisci il sesso porcheria?
    le cose che non piacciono non si fanno e se le si fanno non le si definisce porcherie.
    anche questo è molto “anale” o meglio da perverso polimorfo (che sì era il bambino)

  71. Carissima Laureata,

    purtroppo quando si scrive in fretta si commettono errori di grammatica e anche di grammatica e non solo… ho utilizzato la parola porcheria perchè il contenuto di ciò che ho scritto mi sembrava stonare con lo spirito, finto, natalizio che si respira.
    …Il sesso non è proprio una porcheria anzi….

    LA – quello vero

  72. c’è una teoria matematica e infallibile al pari di quella descritta dal saggio Lettore Segaiolo sulle donne acide = cesse frustrate. l’uomo che fa sfoggio di teoria sessuale (per giunta sotto forma di presunto “trattato scientifico”) ce l’ha piiiiiccolo e insignificante…
    oh sì, proprio così Lettore Anal, in fondo che ne sappiamo che la tua firma stia per attivo o passivo…

  73. Carissimo 145,

    portami tutte le donne imparenatate a te (e anche amiche) di età compresa tra i 18 e i 45 anni e facciamo la prova.

    Dimostri di non sapere neanche leggere visto che la mia risposta ad Alex nn faceva riferimento a mie attività….io non amo il threesome e non mi piacerebbe avere un Lettore Facial nei paraggi mentre sono con una donna.

    LA-Quello vero

  74. Lettore Anal (quello vero): premesso che non dubito delle tue capacita’ amatorie soprannaturali, che desidero a questo punto mettermi alle spalle come assodate e tutt’al piu’ meritevoli di invidia e ammirazione, mi permetto di rivolgerti alcune domande, alle quali ti pregherei di rispondere con la consueta schiettezza e sincerita’:

    1) quanti anni hai?

    2) ti sei mai laureato in giurisprudenza?

    3) se si’, hai anche svolto la pratica presso qualche studio illegale (sono quelli elencati qui a destra)?

    4) se si’, sei perfino diventato un nostro collega regolarmente iscritto all’ordine?

    Ritengo che le tue risposte sincere alle domande di cui sopra potrebbero suscitare maggiore interesse nei lettori di questo blog di quanto non possano fare i dettagli relativi alle tue prodezze sessuali, alle tue competenze teoriche o perfino ai tuoi propositi di vendetta in questo campo, cose di cui, ripeto, nessuno dubita.

    Cari saluti

    Sherlock Holmes

  75. Stupirsi, e di cosa, di grazia?

    Di sesso, per qunto mi riguarda, meno se ne parla in pubblico più delizioso è in privato…

    Detto ciò, leggiadra BaronessaP, Lei mi legge nel pensiero a volte quando mi parla di attesa del piacere, ma non mi tocchi il Messer Facciale che è buon amico e compagnia gradevole nelle giornate di pioggia…

    Riverisco,

    V.

  76. Sherlock… mettersi le sue capacità amatoriali alle spalle, mi sembra quanto meno incauto. Così, a naso, eh…
    Per il resto, dato l’andazzo, non posso che confermare:

    (…)

  77. Vi prego di non nominare la cubanita invano!

    Detto ciò, vi lamentavate dei mie commenti e vi siete beccati prima 800A, che a suo dire si tromba le vostre mogli e poi LA, addirittura uno finto e uno vero……

    Hasta la vista avvocati.

    ProfC

  78. Cubano tu lo sai in un certo senso te voglio perfino bene!
    però, però…
    su su dai: “mai più addio per sempre”
    “ecchime”
    sui problemi sessuali non mi esprimo, direi che sono stati scevrati abbastanza.
    LA: bene bene, gli errori su questo mezzo a mio avviso sono perfino inevitabili. Ma lo spirito natalizio non è mai finto per chi lo sente. Semplicemente c’è chi non lo avverte, come te desumo dalle tue stesse parole; chi ce l’ha non fa male a nessuno se lo condivide, o no?!

  79. Superego, ma ti sei mangiata il Cordero (proprio lui, no il libro…)?

    Anzi no, tu SEI il Cordero?

    …delle due l’una.
    ___________
    FQN

  80. Lettore Segaiolo,
    insomma, queste mani… stiamo ancora aspettando… e nell’attesa la mente si riempie di pensierini impuri…
    Mi dica solo che non si fa fare la manicure la prego…

    Queen Camilla

  81. Ovviamente Duchesne non ha dimenticato i praticanti e l’esame.
    Per chi non l’avesse già letto ItaliaOggisette di ieri a pag 2:
    “La solitudine dei praticanti e quella dei ministri” di Duchesne.

    lgx

  82. Amici ho un dubbio: ho un’agenzia di cacciatori di teste che mi segue, e direi bene, però oggi ho trovato un annuncio di altra agenzia per un profilo che sembra la descrizione della mia esperienza professionale ad oggi. Come ci si comporta in questi casi? Chiedo a voi esperti…

    Morrison

  83. I tuoi post sono diventati pallosi…probabilmente il giusto prezzo da pagare dopo tutto il successo che hai avuto!

    Ah Duch: torna tra di noi!

  84. Chi è in fiera a fare lo scritto, chi vive in baracca, chi suda il salario
    chi ama l’amore e i sogni di gloria

  85. #165 è comunista!

    -Min. Avv. che ha fatto l’esame in Calabria, non per opportunismo ma bensì in virtù dei suoi stretti legami con quella splendida regione-

    -E comunque quello era l’unico modo per passare l’esame, perchè al Nord dominava la Casta degli Avvocati e la scarsa trasparenza, mentre al Sud i criteri di selezione erano più seri-

  86. l’llegale in fiera a fare l’eame (magari per la seconda, terza volta) è qualcosa di bellissimo.

    ore 10.00, prima dell’inizio della dettatura: “eh, ma no, sai, è la seconda volta che ci provo, ma tanto a me non me ne importa nulla, io faccio capital markets, capito? non so se hai presente? a me del titolo non importa proprio nulla, però se divento avv. sai che scatto, mi metto anche sul sito internèt”.

    ore 11.30, si inizia a scrivere: “uè, scusa, senti, uè, uè. Ma tu cosa hai scritto di preciso? ah sì? senti… non è che mi faresti vedere un momento… non è che mi detteresti quel passaggio… grazie, sai io gli atti non li faccio, faccio capital markets”

    luglio, 7 mesi dopo: “promosssoooooh!, cazzo figa, esame dif-fi-ci-lis-si-mo, però io anche se faccio capital markets, io il dirtto ce l’ho nel sangue, non puoi fare questa professione se non studi, non ti aggiorni, io ho una preparazione a 360 gradi, poi lascia stare che faccio capital markets, ma i fondamenti sono quelli, la laurea in Bocconi fatta bene ti aiuta sempre”.

    novembre, esame orale: “dunque dunque, la s.r.l. unipersonale… sì vediamo, è stata introdotta con la riforma del … no, dunque, sì ora ricordo: la responsabilità per le obbligazioni sociali … scusate sono emozionato, potreste farmi un’altra domanda?”
    “l’azienda? ah sì sì dunque l’azienda è il complesso di beni dell’imprenditore, sì” “come non è completa? la definizione è questa lo dice il codice”
    “porcedura civile? va bene” “le notifiche veramente non le ho approfondite bene” “la pratica? sì certo che l’ho fatta, è che io faccio capital markets, sa”

    (to be continued)

  87. sapete che tracce sono uscite?
    il mio praticante-partner sta sudando 7 ralphlauren in fiera per riuscire scrivere quattro facciate con la sua montblanc. Speriamo che abbia spento il suo blackberry pearl.

    Mara Venier

  88. In un piccolo palazzo nella zona residenziale della città sono siti soltanto due appartamenti, l’uno al primo piano, l’altro al secondo piano, entrambi di proprietà di Tizio, che abita al primo ed ha fin ora tenuto libero il secondo. Tizio decide di vender l’appartamento sito al secondo piano a Caia che ne diventa proprietaria. Tizio ha sempre trascurato di curare l’androne del fabbricato e tutt’ora continua a manifestare disinteresse al riguardo quando Caia gliene parla. Per la migliore conservazione del locale, in effetti, appare necessario provvedere alla tinteggiatura della parete e alla risistemazione della pavimentazione in alcuni punti. Caia decide di fare eseguire i lavori durante le ferie estive, quando Tizio è in montagna, senza interpellarlo. Al ritorno di Tizio, Caia richiede una somma di ammontare pari alla metà delle spese che ha sostenuto, delle quali ribadisce la necessità. Tizio nega il rimborso affermando che nessuna somma era dovuta in mancanza del suo previo consenso. Caia minaccia, pertanto, un azione giudiziaria per il recupero della somma, e, anzi, assume che richiederà anche i danni, per essere stata costretta alla spesa dall’incuria di Tizio. Tizio si reca dall’avvocato. Il candidato, assunte le vesti del legale, rediga motivato parere, illustrando gli istituti e le problematiche sottesi alla fattispecie in esame.

  89. Tizio, in data 10 gennaio 2008, conclude ùn contratto preliminare di vendita a Caio – con previsione della stipula del contratto definitivo in data 10 marzo 2009 – avente ad oggetto ùn terreno che Caio, ingenuamente, ritiene sia di proprietà di Tizio per aver osservato quest ultimo , da una dozzina di anni, esercitare di fatto su di esso, pacificamente, i diritti del proprietàrio. Nell occasione Caio corrisponde a Tizio la somma di denaro stabilità a titolo di acconto. Nel novembre 2008 Caio , scopre che il diritto di proprietà sull immobile spetta a Sempronio , fratello di Tizio. Il terreno, in effetti, si trova tra due fondi, l uno di proprietà di Tizio e l altro di proprietà di Sempronio , e quest ultimo non aveva contrastato Tizio allor quando questi aveva allargato la sfera del possesso, ricomprendendo in esso il terreno intermedio di Sempronio. Caio decide di agire prontamente in giudizio chiedendo, in via principale, l annullamento del contratto per vizio del consenso costituito da errore e, in via subordinata la risoluzione del contratto stesso per inadempimento, e chiedendo , altresì la restituzione della somma versata ed il risarcimento del danno subito,avendo egli rinunciato ad acquistare ùn altro terreno di valore equivalente, sito nella stesa zona, di proprietà di Mevio , che frattanto lo ha venduto ad altri. Tizio si reca dal proprio avvocato. Il candidato, assùnte le vesti del legale, rediga motivato parere , illustrando gli istituti e le problematiche sottesi alla fattispecie in esame.

  90. non c’è che dire: tracce perfette per un praticante illegale
    mancava solo l’accenno alle tacche di contrassegno e agli sciami d’api

  91. gli illegali avevano la facoltà di svolgere i pareri in lingua inglese e di strutturarli come legal opinions.

  92. risponde l’Avv. Prof. Romolo Cesaroni

    parere a: Tizio, so’ cazzi tua!!!
    parere b: Tizio, nun da’ retta, quoo Caio è ‘no stronzo

    In fede, Avv. Prof. Romolo Cesaroni

  93. @Valinlux: ciao cara ! Scusa ma oggi ti prendo un po’ in giro. Hai detto una perla straordinaria che mi ha fatto ridere (molto infantilmente) per 5 minuti.
    La riporto:
    “…Detto ciò, leggiadra BaronessaP, Lei mi legge nel pensiero a volte quando mi parla di attesa del piacere, ma non mi tocchi il Messer Facciale che è buon amico e compagnia gradevole nelle giornate di pioggia… ”
    Non ne dubito in acun modo Valinlux muahahahahahahahah.-
    Scusate, oggi stupidite acuta.

  94. purtroppo noi ci troviamo in questo blog sempre un:

    – Samoano coglione

    ovvero

    – Samoano tampinatore

    LA – Quello vero

  95. Hai assolutamente ragione.
    Uno che si fa chiamare lettore anale è invece intriso di intelligenza :))
    E per di più ci tiene a fare sapere che è “quello vero” MUAHAHAHAHAHAH
    Non temere caro amico, non avevo dubbio alcuno.
    heh heh heh
    Comunque, come dice Sherlock, quanti anni hai caro amico ?

  96. Beh caro il mio Samoano,

    almeno IO ho il coraggio delle proprie azioni tu invece sei solo uno che dietro parolone nasconde il nulla…. in fondo hai dichiarato che ti piaceva 800A….

    LA-Quello vero

  97. @Samoano: io ho 34 anni…dimmi tu quanti anni hai? Secondo me almeno 45 e non sai quanta tristezza mi abbia fatto vedere il tuo modo di “abbordare” la ragazze sul blog…dopo tanti 2 di picche ti sei persino buttato su Isdenora…..
    Non mi soffermo poi sui commenti “rosiconi” che più volte hai fatto nei confronti di diversi frequentatori del blog.

    @185…quanti ne hai te, che sei un esperto

    Te saludi Samoà

  98. @186
    Anche io essere coraggio delle proprie azioni !
    Sei stupendo, davvero, ti leccherei il buchetto del culo da quanto mi intenerisci 🙂
    Che vuol dire in un forum anonimo avere il coraggio delle proprie azioni ?
    Se ce l’hai, piccolo pezzo di merda, ti aspetto, dove quando e come vuoi tu, tanto per dimostrarti che dietro le mie parole non c’è solo il nulla. Anzi, registrati e ci scambiamo i nomi e cognomi per poi parlare con calma.

  99. @187 Aiuto ! Non ti seguo proprio
    Già che ci siamo, chiediamo a tutte le presenza femminili del blog se abbiano ritenuto il mio blaterare un approccio. Mi interessa anche a me sai ?
    Rosicone non direi proprio. Semmai violenza, aggressività e cattiveria, ma è molto meglio la franchezza in questi casi.
    Per tua info comunque ne ho 41 :))
    Posso continuare con la mia curiosità ?
    Fai il legale ? In uno studio illegale ?

  100. Un brevissimo intervento per smentire la voce secondo la quale il sopracitato Samoano sarebbe un broccolone da blog.
    C’è una discreta differenza tra una battuta ogni tanto e uno stalking informatico.
    Caro 187, ahimè, ti sbagli di grosso sul conto del nostro collega.

    A presto con nuove mirabolanti avventure dal paese della pioggia (quella VERA Samoano, ma che ti pensi???)

    V.

  101. e meno male che è il Lussemburgo il paese della pioggia. A Milano piove/nevica ininerrottamente da 15 giorni….

  102. Mi affaccio timidamente al blog e noto un livello del dialogo che rasenta quello che si può incontrare al mercato di Ballarò a Palermo.

    Mah..sti avvocati…..

    Aufwiedersehen.

    Mit freundlichen Gruessen
    Herr ProfC.

  103. maledetto me e il giorno che sono diventato avvocato.
    avevo 26 anni e una vita davanti. mi sono ridotto che mi faccio schifo da solo.
    che mestiere di merda.
    scusate la sfogo, ma oggi è il culmine di una settimana di merda.

  104. anch’io sono molto pentito – solo un’intervento della mitica Kinky (ve la ricordate? una ex illegale che ha smesso di fare l’illegale ma ha continuato a stare nel mondo illegale in quanto amante di senior partner di studio illegale) potrebbe sollevare il mio morale a terra… Kinky, se ci sei, batti un colpo…

    Illegale Depresso

  105. NON E’ UN LAVORO PER TUTTI – O FORSE SI’

    Sono ormai giunta alla conclusione che anche una scimmia può fare la banker.
    Bella scoperta mi direte voi, ma io che ne sapevo, fino a due anni fa facevo la traduttrice e se mi avessero detto che sarei finita a lavorare in finanza avrei riso in faccia a tutti. Sguaiatamente.
    Sta di fatto che fino a poco tempo fa consideravo il mio lavoro relativamente stimolante, adatto a me e al mio spirito puntiglioso da ex correttrice di bozze, dove normalmente penso in tre lingue e ho contatti con tante persone. Un pacchia, insomma.

    Poi ad ottobre fa è stata assunta una ragazza nuova.
    Un’idiota. Niente a che vedere con l’accezione dostojevskiana del termine.
    Questa è completamente cretina.
    Non è nemmeno figa, almeno sarebbe stata decorativa, ma no, ha un culo che fa provincia, il vestiario della nipote pallosa di Suor Germana, il senso dell’umorismo di Gino Bramieri e, soprattutto, un cervello comprato al discount.
    Non capisce assolutamente una beata mazza, da tre mesi le ripetiamo le stesse cose e tutte le volte ci guarda come se avessimo tre teste. Sembra che ogni sera, quando va a casa, schiacci il tasto reset e il cervello azzeri tutte le informazioni della giornata. Anzi, mi sa che è proprio un’operazione di default grazie alla quale riaggiorna il sistema più volte durante le cosiddette 8 ore lavorative.

    Professionalmente è la cronaca di un disastro annunciato, ma il capo si è impietosito e ha deciso di tenerla fino a fine gennaio… per non rovinarle il Natale… hmmm, se in epoca di credit crunch e cost cutting qui si son messi a far beneficenza, allora non siamo tanto messi male penso io.

    Durante i primi giorni naturalmente il buonismo si sprecava, tutti a dire “Ma no dai, è nuova, dalle tempo, pensa a come eravamo noi all’inizio…”.
    Sì. Appunto per quello.
    Due settimane dopo la gente scappava non appena costei si avvicinava con l’ennesima domanda del cavolo.

    Il culmine l’ha raggiunto qualche giorno fa, e nemmeno di lavoro si parlava.

    Interno: la cucina dell’ufficio, la mattina presto.
    Io che mangio un meraviglioso bacon sandwich anti-hangover leggendo il giornale.
    Entra l’imbecille.

    (Il seguente dialogo avviene in inglese ma rende bene in qualsiasi lingua e ve la dice lunga sulla perfetta conoscenza dell’idioma da parte del personaggio in questione)

    Imbecille: Ah, ma allora anche tu mangi cose salate alla mattina!
    Val: Eh sì ogni tanto… (si levasse dalle palle…)
    I: Ahahaha (cazzo ridi??) mio marito mi prende sempre in giro perché alla mattina mangio il pane con…

    Passano diversi secondi in cui gesticola concitata.

    V: …con?
    I: Con quella cosa che si mette sul pane ma non è carne!
    V: Formaggio? Patè spalmabile? (ma poi, PERCHE’ la prende in giro??)
    I: No no!! – nel frattempo è paonazza e continua a gesticolare – scusa torno subito…

    Mi lascia finalmente in pace e al mio giornale, ma la gioia è di breve durata.
    Eccola che torna tutta contenta e ridanciana. E’ andata a controllare la parola nel dizionario online.

    I: Trovato, trovato!

    Manca solo che si metta a saltare e battere le mani come una di sei anni.

    V: Allora? Cos’è sta roba che non è carne?
    I: Ahahahaha (ma cosa cazzo ci sarà da ridere???), sì… ahahahaha (e daje…), non è carne… è wurstel!
    V: …
    I: Ahahahahaha…!
    V: Scusa ma mangi wurstel di tofu tu?
    I: (smarrita) No, perché?

    Se a fine gennaio non leva davvero le tende me ne vado io. Illegali, consolatevi.

    V.

  106. @196 Illegale Depresso, devi stare proprio male se la storia dell’amante del partner ti risolleva… forse anche tu sei partner illegale e speri di incontrarla? Mica ho capito cosa ti rallegra, comunque se è così sei ridotto a fare la scarpetta nella pentola.
    Altro punto: forse perchè non sono partner nè senior, però trovo molto interessante che tu ritenga una ben inserita nel modo illegale unicamente perchè va a letto con un senior partner.
    Questo paese è in mano alle cd escort, e ce le ritroviamo pure a capo dei ministeri, mala tempora currunt ed è tutta colpa di noi uomini.

  107. @206

    Much ado for nothing. Si vede che sei junior e ancora non hai sviluppato appieno la capacita’ di leggere accuratamente i documenti. Mi hai fatto tutta una sbrodolata su quanto sono messo male e invece io stavo scherzando. il personaggio Kinky era molto spassoso (probabilmente tu non lo ricordi). Non abbiamo mai capito se le sue storielle fossero vere o false ma sta di fatto che erano stuzzicanti e stimolavano un dibattito spensierato. Non ho detto che mi piacerebbe incontrarla (figuriamoci) ma che un suo intervento mi avrebbe risollevato il morale (ma quale scarpetta nella pentola?). Se poi hai qualche elemento concreto (non le chiacchiere da bar stadio che non si addicono a un avvocato cazzuto) per supportare la tua tesi che qualche ministro dell’attuale governo fa la escort invece del ministro, beh, siamo ansiosi di leggerlo.

    Con magnanimita’

    ID

    p.s. credo che il commento di 207 si riferisse a te, occhio che questa e’ una foresta piena di lupi, ed e’ proprio come dici tu, mala tempora currunt.

  108. ID, O Magnanimo. Grazie dei paterni consigli.
    Io non avevo capito cosa intendessi esattamente e la Kinki non l’ho mai letta e mai ne ho goduto, è vero. Purtroppo ho talune certezze, in particolare su una Mi(ni)stress, ma transeat.
    Mi aggiro effettivamente in una foresta piena di lupi in agguato, ma se uno mi dice che sono palloso non me ne importa più di tanto. Mi limito a rilevare che mi ha considerato abbastanza importante per perdere tempo a scrivermelo.
    Sono giovane, ma qualcosa la sto imparando, posso chiedere consiglio ogni tanto?
    Con riconoscenza
    Junior

  109. Ed ecco, quasi al cominciar de l’erta, / una lonza leggiera e presta molto, / che di pel macolato era coverta; // e non mi si partia dinanzi al volto, / anzi ‘mpediva tanto il mio cammino, / ch’i’ fui per ritornar più volte vòlto. // Temp’era dal principio del mattino, / e ‘l sol montava ‘n sù con quelle stelle / ch’eran con lui quando l’amor divino // mosse di prima quelle cose belle; / sì ch’a bene sperar m’era cagione / di quella fiera a la gaetta pelle // l’ora del tempo e la dolce stagione; / ma non sì che paura non mi desse / la vista che m’apparve d’un leone. // Questi parea che contra me venisse / con la test’alta e con rabbiosa fame, / sì che parea che l’aere ne tremesse. // Ed una lupa, che di tutte brame / sembiava carca ne la sua magrezza, / e molte genti fé già viver grame, // questa mi porse tanto di gravezza / con la paura ch’uscia di sua vista, / ch’io perdei la speranza de l’altezza.

    -Prof. Dr. Dr h.c. Avv. D.Alighieri LL.M.-

  110. much ado about nothing e non for nothing (al max money for nothing)…quando vogliamo usare le citazioni colte, cerchiamo di farlo bene….

  111. consolati, Val: non sei l’unica a dover sopportare colleghe come quella…..
    Il problema è quando hai CAPI che dimostrano le stesse capacità intellettive della consumatrice di wurstel mattutini…..
    ;D

  112. Caro Junior

    di nulla. E apprezzo la tua risposta(sarcastica nei miei confronti ma argutamente strutturata). Poi vedi che abbiamo tutti e sempre qualcosa da imparare (ringrazio l’ano 213 che si e’ preso la briga di googlare la citazione shakespeariana, peraltro per nulla colta, solo per il gusto di correggermi – e’ pieno di gente cosi’ in questo blog, praticanti partner, a cominciare dal tono!), io per primo, ci mancherebbe.

    Tornando alla Kinky, ti confermo che i suoi interventi erano dissacranti e divertenti da leggere, e stimolavano il dibattito anche “fancazzista” che in questo blog e’ perfino giusto che non manchi mai (le fanciulle e gli ometti moralisti che la massacravano, altri tra cui il sottoscritto che facevano il tifo per lei ecc.).

    Buon proseguimento

    ID

    p.s. a Valinlux dico: occhio che di questi tempi e’ meglio che i c.d. “banker” non stiano troppo a ricordare che per fare i “banker” e’ sufficiente il livello intellettivo di una scimmia ammaestrata (seppure per citare il caso di una collega celebrolesa). La gente potrebbe convincersi definitivamente che, dati i disastri di cui i c.d. “banker” si sono resi responsabili (che oggi sono sotto gli occhi di tutti), fossero stati tutti scimmie ammaestrate sul serio forse ora non saremmo messi cosi’ male! (fonti di Lehman Londra mi confermano che ormai la gente si vergogna anche di ammetterlo, di essere un “banker”).

  113. Domanda: è una cosa normale che i miei due giorni di vacanza natalizia siano stati cambiati per la terza volta dal mio responsabile in base alle esibizioni celoduriste dei senior (che “hanno bisogno” di supporto nei loro giorni di rientro in studio)?
    Orientativamente dopo quanti anni di pratica forense il mio cervello sarà così disperatamente preda di compulsive manifestazioni competitive?
    No, dico, sono preoccupato.
    Con ansia
    Junior

  114. Confermo che Kinky figura ancora nell’albo d’oro delle prime candidate a passare per la strettissima cruna d’ago che consente a un personaggio femminile di questo blog di entrare a far parte nel mio magico mondo di Onan.

    Purtroppo alla fine non ebbe il successo da me sperato, e sempre per colpa della mia mente pignola. Secondo il mio personalissimo e capriccioso giudizio, infatti, benche’ giudicassi Kinky in possesso del primo requisito (la ragazza e’ intelligente?), in ultimo non sono mai riuscito a togliermi dalla testa il sospetto che Kinky fosse in realta’ un uomo, e che pertanto non avesse i titoli per soddisfare il secondo requisito (la ragazza e’ figa?). Non ha certo aiutato il fatto che sia sparita dalla circolazione (magari riapparendo sotto altre spoglie). Sta di fatto che anche nel suo caso sono rimasto con la mia..ehm.. “speranza”… in mano.

    Il Lettore Segaiolo

    p.s. Queen Camilla e Baronessa P: io ci ho anche provato a buttare giu’ due righe sulle mie mani per il vostro diletto, ma devo ammettere con un certo rammarico che non mi e’ uscito niente di “succoso” (absit “malitia” verbis). Posso confermare pero’ che non faccio la manicure. Considero gli uomini che la fanno dei potenziali sottoscrittori di Men’s Health, figura davvero deprecabile nella mia personale scala di valori. Sono affascinato dal vizio fisico e mentale allo stato puro. Sono in altre parole felice di decompormi allegramente e mascolinamente peccando, senza preoccuparmi troppo delle conseguenze estetiche proposte dalla vulgata neo-metro-sessuale. Cio’ mi rende incompatibile con la manicure, o con qualsivoglia pratica di vanita’ maschile che non riguardi strettamente la sfera intellettuale.

  115. 218,

    non male, davvero. Happyness e’ un film fichissimo. Fi-chis-si-mo. Mi ricorda quando non ero ancora un illegale, ma un semplice ex praticante che viveva a New York, dove ho visto qual film per la prima volta. Occhio pero’ che se da un lato l’identificazione con il grande PSH a me sta benissimo, i molti detrattori di LW ti rimproveranno per averla paragonata a quell’attrice di cui non ricordo il nome ma che e’ senz’altro molto attraente (i molti detrattori di LW, tra i quali immagino ci sia anche tu, LW se la immaginano vecchia racchia e frustrata, chissa’ come mai, mistero della fede).

    Grazie ancora del video, mi hai ricordato che mi devo acquistare Happyness su Amazon, ora.

    LS

  116. Caro Junior

    la vacanza rovinata e soggetta ai capricci dei senior (se sei junior) o dei partner (se sei senior) o dei clienti (se sei partner) e’ la quintessenza dell’illegalita’ qui satirizzata da Duchesne. E’ bene che cominci ad abituarti.

    UnoCheLaSaLunga

  117. #LS

    In realtà non sono un detrattore tuo, nè tantomeno di LW. Ho rivisto la scena e mi siete balzati alla mente voi due. Ho anche riso parecchio. La protagonista mi ha fatto pensare a LW, o meglio alla LW che molti qui s’immaginano: bellissima, glaciale, controllata. LW che sta cercando di scrivere uno dei suoi post, ed ha uno sfogo di rabbia: la sindrome del foglio bianco. Ecco che riceve la chiamata di LS. Inutile dire che, nella presa in giro, l’averti accostato a PSH è da intendersi come un complimento.

    #218

  118. Caro ID,
    fossero (e fossero stati) tutti come me i banker, il credit crunch sarebbe davvero solo un esercizio da palestra (per citare un vecchio post della LW).
    Non mi sorprende inoltre che chi lavora ancora da Lehman si vergogni un po’ ( e a volte un po’ tanto) di fare il banker visto come son finiti…

    V.

  119. Duch, anche solo per placare gli animi, sempre piuttosto polemici, che ne dici di un bel post sotto l’albero, anche piccino picciò: io, personalmente ho comprato tre mini alberi di ceramica, quindi per farmi “da pacco-dono” non ti devi neanche sforzare più di tanto!

  120. per placare gli animi che ne dici di mettere via quel coltello da burro, il sigaro e la gruccia?

    il mace l’hai finito, lo so

  121. L’ispettore Tizio tiene a bada ammanettato il pericoloso bandito Caio nel salone della villa dove si era nascosto, dopo averlo disarmato ed arrestato poco prima insieme con i colleghi Sempronio e Mevio. Costoro, intanto, frugano tra gli oggetti della stanza alla ricerca di armi e documenti. Caio improvvisamente asserisce di sentirsi male e vuole stendersi sul divano. Tizio , sicuro di sé, libera Caio, dalle manette, supponendo di essere in grado di tenerlo sottocontrollo.
    Caio, tuttavia, repentinamente spintona Tizio, facendogli perdere l’equilibrio ed impossesandosi della sua pistola, quindi spara all’indirizzo di Sempronio e Mevio.
    Quest’ultimo, pur ferito lievemente ad una gamba, reagisce uccidendo il bandito nel corso del conflitto a fuoco.
    Purtroppo, un proiettile sparato da Mevio fora il vetro di una finestra che affaccia sul giardino e colpisce mortalmente al capo un giovane inserviente, che, di ritorno a casa, si accingeva a bussare alla porta. Tizio si reca dall’avvocato penalista e chiede di conoscere qual’e’ la situazione in cui versa. Il candidato, assunte le vesti del legale, rediga motivato parere, illustrando gli istituti e le problematiche sottesi alla fattispecie in esame.

  122. 924. (Sciami di avvocati). Il partner proprietario di avvocati ha diritto d’inseguirli nello studio altrui, ma deve indennità per il danno cagionato allo studio; se non li ha inseguiti entro due giorni o ha cessato durante due giorni d’inseguirli, può prenderli e ritenerli il proprietario dello studio.

  123. Sebbene più scarno, l’Art. 564 Code Civil (scusate gli accenti) è di tenore simile:

    Les pigeons, lapins , poissons, avocats, qui passent dans un autre colombier, garenne ou […] cabinet d’avocats, appartiennent au propriétaire de ces objets, pourvu qu’ils n’ayent point été attirés par fraude et artifice.

    Sul concetto di “fraude et artifice” capace di “attirer un jeune avocat” si può trovare copiosa e, direi, non sempre lineare giurisprudenza.

    -Lisia-

  124. ma è vero che chiomen. e pochi altri sono un pò diversi dal modello di studio presentato in questo blog? (piu umani)
    grazie.

    Unoacuirispondere

  125. #239

    …da Gianni Origoni non ti vogliono se maneggi faldoni,
    da Bonelli Erede Pappalardo t’assumono solo se ‘l tuo voto è gagliardo,
    con Tonucci non scherzare sulle vicende di Ricucci,
    da NCTM se ne sbattono delle funzioni del CSM….

  126. A.A.A. CONSIGLIO CERCASI: secondo voi che conoscete bene il mondo delle law firms è meglio “buttarsi” da bonelli, chiomenti, ecc. ecc. o fare la propria carriera in un buon studio associato (es. 10-15 avvocati)? grazie!
    ps:da Chiomenti mi han proprosto 1300/mese, nessuna raccomandazione giuro!

  127. E allora era meglio dire che da Jones Day o la dai o non ci sei.
    Oppure che da Jones Day non c’entri se sei gay.

  128. Da Labruna Mazziotti Segni non ci resti se non t’impegni.
    Se da Diui ti offrono svariati aperitiui, da Lombardi Molinari t’accontenti di un campari.

  129. URBI ET ORBI

    Augurando a tutti un boun Natale, Vi informo che sonoriuscito a colpire nel segno. Alla fine la donzella ha capitolato!

    LW, ho vinto il dollaro!

    IL RE DELLE SMUTANDATE

  130. @249
    Ma quanto pagano un giovane avv penalista i vari Dinoia, Mucciarelli,
    Baccaredda, Dominioni…..?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...